Narrativa straniera Romanzi Dove finisce il fiume
 

Dove finisce il fiume Dove finisce il fiume

Dove finisce il fiume

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


La trama e le recensioni di Dove finisce il fiume, romanzo di Charles Martin edito da Corbaccio. Lui era un giovane artista spiantato cresciuto in una roulotte in Georgia. Lei la bellissima figlia di un potente senatore della Carolina del Sud. Ma quando Doss Michaels e Abigail Grace Coleman si incontrano per caso, entrambi capiscono all’istante di aver trovato l’anima gemella e si sposano, contro il volere del padre di lei. Un matrimonio perfetto, ma dopo dieci anni di felicità, il mondo crolla loro addosso: Abigail si ammala gravemente, lotta contro la malattia con tutte le sue forze e con Doss sempre al suo fianco, e quando capisce che non c’è più nulla da fare, decide di impiegare il poco tempo che le rimane, le poche energie residue, nel realizzare dieci desideri, dieci cose per cui vale ancora la pena di lottare. Doss sa che per assecondarla dovrà praticamente rapirla dall’ospedale, sa che il padre si opporrà con tutte le sue forze a questa «follia», sa che lui e Abbie dovranno vivere come fuggitivi, inseguiti dalla polizia. Sa, ma non gli importa: l’unica cosa che conta per lui è far diventare realtà i sogni di Abbie, soprattutto l’ultimo, quel lungo viaggio sul fiume che lui le aveva promesso fin da quando erano fidanzati. E Doss farà di tutto per accontentarla. Fin dove finisce il fiume.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 5

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.8  (5)
Contenuto 
 
4.0  (5)
Piacevolezza 
 
4.0  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Dove finisce il fiume 2013-09-23 03:21:41 Bruno Elpis
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    23 Settembre, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Astenersi facili alle lacrime.

Astenersi sensibili, a meno che loro - i lettori sensibili, posso inserirmi anch’io nel novero? – vogliano abbandonarsi a quella che i latini chiamavano “voluptas dolendi”. Il piacere che si prova nel piangere, la tristezza compiaciuta di se stessa.

Basta dare un’occhiata alla trama per comprendere cosa sto dicendo: Doss Michaels è ritrattista di talento poco riconosciuto dal mercato; Abigail Grace Coleman è una splendida modella e un’apprezzata designer. I due si amano alla follia e, in nome di questa grande passione, vanno contro le convenzioni tradizionaliste della Carolina del Sud. In particolare Abigail scontenta il padre senatore e decide di sposare il suo artista squattrinato, che proviene dalla baraccopoli. La stessa Abigail viene però colpita da un tumore molto aggressivo. Dopo mastectomia e chemio, il male del secolo torna a infierire con una metastasi polmonare che lascia alla donna pochi giorni di vita. Mentre la disperazione dilaga, i due innamorati decidono di trascorrere gli ultimi giorni (dal 30 maggio all’11 giugno!) con un intento ben preciso: Doss cercherà di esaudire i dieci desideri (tra gli altri: salire su un aeroplano e fare acrobazie in cielo) che Abigail ha espresso. Doss – riuscirà nel difficile obiettivo? - accetta la sfida, in un’avventura che ha i colori del sentimento e della tragedia. Si parte da un desiderio che farà da contenitore alla realizzazione degli altri nove: discendere in canoa il fiume St Marys, Georgia, lungo un percorso che Doss ben conosce perché lì ha trascorso l’infanzia. In un viaggio che il buon senso sconsiglierebbe a una malata terminale. In un itinerario ove l’unico palliativo sono i medicinali rubati…

Gli ingredienti della love story ci sono tutti: il sentimento socialmente contrastato, l’appartenenza dei protagonisti al mondo dell’arte e della moda, lo sfondo naturale, il conflitto familiare con i genitori, il dualismo amore-morte…

La narrazione procede in due sensi.
All’indietro nel ricordo della storia d’amore: il colpo di fulmine, il rifiuto della famiglia di lei, il matrimonio furtivo con fedi rimediate al mercatino dell’usato, la luna di miele improvvisata…
In avanti la narrazione si sviluppa nella rocambolesca e progressiva realizzazione dei desideri: i coniugi partono con due canoe (una a traino con tutto quello che può servire), poi le perdono entrambe, vengono derubati dai ladri, sono assaliti dalle zanzare, incontrano strani personaggi, si immergono nell’ambiente fluviale con spirito panico … in una corsa contro il tempo e contro il dolore che flagella Abbie.

Come facilmente intuibile, il romanzo tocca tutte le corde del coinvolgimento emotivo. Secondo me riesce a farlo con modalità che, pur nell’abbondanza di elementi e situazioni limite, non risultano mai né forzate né fastidiose.
Catartico nella funzione di liberazione che la morte talvolta assume e improntato al senso del ricongiungimento nel grembo di madre natura, il finale – così come molte pagine intermedie – lascia una magone che, se ci ripenso, nuovamente mi assale…

Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
...Love story. Bianca come il latte, rossa come il sangue. A chi ha visto "L'ultima neve di primavera".
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore

Dove finisce il fiume 2011-10-31 14:39:50 Pelizzari
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    31 Ottobre, 2011
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Prenderla in braccio

Forse alcuni giudicheranno questo libro un po’ sentimental-melenso, un po’ fuori dal nostro tempo. Io l’ho trovato eccezionale, per la forza narrativa, per la capacità con cui è resa l’intensità dell’amore che unisce i due protagonisti. La trama ricorda quella di Love Story: una coppia giovane, un amore contrastato, il coronamento di un sogno, la diagnosi di una malattia terminale per lei, la fedeltà assoluta di lui. Il racconto si srotola in due direzioni: all’indietro, in un tempo che ha inizio quando Doss e Abbie si sono incontrati e termina là dove inizia il secondo racconto che scorre invece in avanti, tra quei pochi giorni passati insieme contro la volontà di tutti. Le due direzioni hanno ritmi diversi e con esse la capacità narrativa di questo scrittore si svela davvero ottima: tiene incollato il lettore alle pagine, anche se dall’inizio capisci già che non è una storia a lieto fine. Quindi non leggi con il fiato sospeso per vedere come va a finire la storia, ma per accompagnare tu stesso Abbie in questo dolce viaggio, per scendere lungo il fiume, fino al mare, insieme a lei. I desideri che esprime, e che verranno esauditi, non nell’ordine, sono semplici, piccole cose, che fanno capire che sono proprio le cose più piccole a poter sprigionare quei piccoli attimi fuggevoli di felicità di cui è fatta la vita. E’ un libro delicato, che prende in braccio Abbie e fa in modo che il mare la accolga in una morte serena.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
Dove finisce il fiume 2009-10-30 16:53:15 ricky
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da ricky    30 Ottobre, 2009

fantastico!

è stato il più bel libro che abbia letto... fantastico... commuovente come pochi libri ci riescono!!! bisogna leggerlo, assolutamente.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
11
Segnala questa recensione ad un moderatore
Dove finisce il fiume 2009-09-23 17:56:37 Faby
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Faby    23 Settembre, 2009

commovente..

L'inizio del libro è un pò lungo...ma poi non si riesce più a smettere, come il fiume che percorre questa storia. Bello veramente, nonostante la tristezza della storia, riesce a far sorridere, ridere, piangere con sentimento, romanticismo e avventura!

lo consiglio!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
11
Segnala questa recensione ad un moderatore
Dove finisce il fiume 2009-02-26 22:55:03 Fragola
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da Fragola    27 Febbraio, 2009

Dove finisce il fiume

Pesantissimo...non sono riuscita a finire il libro.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
04
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale della terra
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri