Narrativa straniera Romanzi Entra nella mia vita
 

Entra nella mia vita Entra nella mia vita

Entra nella mia vita

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

È pomeriggio e la piccola Veronica approfitta di un breve momento di solitudine per sfogare la curiosità di bambina spiando tra le cose dei genitori. Apre una cartella piena di documenti e spunta una foto. Non l'ha mai vista prima. Ritrae una bambina poco più grande di lei. Veronica è confusa, ma il suo intuito le suggerisce che è meglio non fare domande, non adesso che la mamma è sempre triste. Anno dopo anno, Veronica si convince sempre più che le discussioni e i malumori in casa sua nascondano qualcosa di cui nessuno vuole parlare. E che l'enigma di quella foto, c'entri in qualche modo. Ma quando Veronica diventa una donna, non può più fare finta di niente. E quando Veronica trova la bambina, ormai una donna anche lei, capisce che il mistero è tutt'altro che svelato.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 7

Voto medio 
 
3.9
Stile 
 
4.0  (7)
Contenuto 
 
4.0  (7)
Piacevolezza 
 
3.9  (7)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Entra nella mia vita 2019-09-02 22:09:07 Maria luna
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Opinione inserita da Maria luna    03 Settembre, 2019

Banale

I personaggi scrivono in prima persona, e spesso ci si dimentica chi sta raccontando. La prima parte potrebbe risultare anche interessante se non fosse per l’introduzione di personaggi inutili e pesantemente descritti che non hanno nulla a che fare con la vicenda. L’ultima parte sembra non scritto dalla stessa mano. Un groviglio di personaggi che fluttuano senza un reale motivo intorno ai protagonisti. Sembra che la Sánchez pur di allungare il brodo abbia introdotto inutili vicende di personaggi superflui. Ultima nota dolente, ho riscontrato qualche errore grammaticale, una traduzione non proprio eccellente. Ultima osservazione, pare che in Spagna vada di moda una serie tv che ha riscontrato notevole successo anche in Italia. Serie tv, film e diversi libri racconti e romanzi che affrontano lo stesso tema della Sanchez . Libro Banale dozzinale e quasi scontato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Nonostante tutto lo consiglio...
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
Entra nella mia vita 2017-09-27 22:20:03 Paola75
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Paola75 Opinione inserita da Paola75    28 Settembre, 2017
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

DELUDENTE!

Ho appena finito di leggere questo libro e mi dispiace dirlo ma mi ha lasciato un senso di vuoto; ho apprezzato molto la Sànchez con il suo best seller "Il profumo delle foglie di limone" e ne sono rimasta affascinata e con questo libro credevo di ritrovarmi coinvolta nella lettura.
Il romanzo si ispira a storie realmente accadute sui rapimenti di neonati.
Ambientato tra gli anni 80 e 90 a Madrid, un pomeriggio Veronica trova in una cartella di documenti dei genitori, una foto di una bambina e sul retro un mome:Laura.
Dal ritrovamento della foto Veronica si renderà conto che le incompresioni dei suoi genitori sono collegate a questa giovane e farà di tutto per risolvere questo mistero.
Veronica ormai quindicenne, scopre che questa bimba in realtà è sua sorella dichiarata morta alla nascita e la madre non ha mai accettato questa realtà ed è convinta che le sia stata rubata, in seguito quando Betty morirà, Veronica sarà risoluta a continuare le ricerche per scoprire la verità e portare a termine ciò che la madre ha lasciato in sospeso.
Gli eventi risultano lenti e senza colpi di scena soffermandosi su troppi dettagli; sin dall'inizio si intuisce quale dei personaggi è coinvolto in questo complotto e solo tra le pagine finali incomincia a stuzzicare un pò di interesse.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
La voce invisibile del vento
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
Entra nella mia vita 2015-09-26 13:40:08 marika_pasqualini
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
marika_pasqualini Opinione inserita da marika_pasqualini    26 Settembre, 2015
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

LA FORZA DELLA VITA

Clara Sanchez ancora una volta ha scritto qualcosa di unico. Una storia vera, come tante nel suo genere, che spinge a cercare la verità dove sembra non esserci nulla da cercare. Questa storia, la storia di Laura e Veronica, due probabili sorelle e così diverse, ognuna che non conosce l'esistenza dell'altra fino a quando Veronica non trova una foto di Laura quando ha 10 anni. Da bambina intelligente non fa domande, ma comincia la sua ricerca negli anni a venire trovando Laura, che vive in tutt'altro mondo, fatto di marche di altamoda, di borse e stivali di pelle e danza. Così diverse eppure qualcosa le lega. Dopo varie vicissitudini riescono a conoscersi e da li procederanno insieme per conoscere la verità, la vera storia di Laura e della sua famiglia. è agghiacciante come racconto, non triste, ma spaventoso se si pensa che è successo davvero a chissà quante famiglie. Mi piace il fatto che venga spiegata la sensazione feroce di una mamma e di una figlia ancora viva, anche se subito dopo il parto gliela portano via e le comunicano che è nata morta. La forza di una ragazza che pretende di vendicare la verità della madre, di mettere a soqquadro la vita di una persona senza remore, purchè sappia la verità, purchè sappia che ha avuto una madre che l'ha cercata fino ad ammalarsi. è una spirale di passioni, di forze di sangue e legami viscerali. Mi è piaciuto molto come trama trattata e come viene raccontata... e soprattutto mi è piaciuto che ci insegna a lottare per sapere o per avere ciò che desideriamo di più al mondo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
Entra nella mia vita 2013-07-31 06:59:56 Helena
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Helena Opinione inserita da Helena    31 Luglio, 2013
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Vortice ascendente (e sottotrame dubbie)

Ho letto tutti i libri della Sànchez ma ancora non sono riuscita ad inquadrarla come scrittrice. Ho apprezzato abbastanza il suo primo libro e sbadigliato alla grande per tutto il secondo. Trovo questo il migliore dei tre.
Come nelle sue opere precedenti anche qui ci sono due protagonisti, in questo caso due ragazze, Veronica e Laura, le cui vicende si alternano durante la lettura.
Il "mistero" di questa storia viene rivelato piuttosto presto ma ciò non rende la trama meno interessante, anzi consente di addentrarsi meglio in una faccenda spinosa i cui contorni vengono realmente delineati solo negli ultimi capitoli.
Una nota positiva è che il lettore possa fare le sue supposizioni in tutta calma, utilizzando i vari indizi generosamente disseminati lungo i capitoli. Questo rende la lettura piacevole e non frustrante.
Nel complesso l'ho trovato un libro molto godibile e coinvolgente, forte di una trama originale e di personaggi non troppo stereotipati.
Nonostante ciò ci sono degli aspetti che mi hanno lasciata perplessa.
L'autrice sparge nel libro tutta una serie di sottotrame, per nulla utili alla vicenda principale. Questo ci starebbe anche, ma queste sono gestite così alla lontana da far sorgere nella mente del lettore solo un gigantesco "Embè?"
Storie d'amore che nascono in due secondi e si risolvono in uno starnuto; personaggi misteriosi il cui ruolo non si afferra mai; figli che vengono scoperti all'ultimo secondo, descritti con minuzia e poi mai più nominati.
Queste sottotrame non sono sgradevoli di per sè ma io personalmente non ne ho capito molto bene l'utilità. Senza, la trama principale sarebbe comunque stata identica.
Ho notato anche che questa scrittrice ama dare delle "lezioni di vita" all'interno del suo libro. Scrive quelle che sono evidentemente sue opinioni personali, condivisibili o meno, ma le rende come se fossero delle massime sulle quali tutti necessariamente si troveranno d'accordo.
Ancora mi ricordo la sua uscita più disorientante: "Quante volte l'amore è paura e la paura è amore". Quando l'ho letta ho solo pensato "Che caspita farnetica?".
Insomma, in queste parti l'ho trovata un po' arrogante, troppo pronta a spiattellare i suoi ragionamenti in un libro manco fossero perle di saggezza.
Nonostante ciò ripeto che ho apprezzato questo libro e che si più notare un netto miglioramento nello stile di questa scrittrice, rispetto al primo e soprattutto al secondo. se continua così, in un suo prossimo romanzo la vedremo migliorata ancora.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
Entra nella mia vita 2013-03-31 22:02:55 LadyA
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
LadyA Opinione inserita da LadyA    01 Aprile, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una storia che non si dimentica

Intenso e profondo l'ultimo libro scritto da Clara Sanchez che sicuramente non delude chi l'ha letta in precedenza. Anzi credo che qui, più che altrove, grazie anche alla tematica piuttosto delicata e alla veridicità storica a cui la trama inevitabilmente fa riferimento, l'autrice abbia superato se stessa nel raccontare una vicenda in cui si riflettono le mille sfaccettature della vita stessa, ponendo come cardine per l'intero tessuto narrativo il più grande amore che esista, l'amore assoluto: quello di una madre per un figlio e di un figlio per una madre. A tutto questo si unisce la capacità di raccontare un dolore che non si può facilmente spiegare e che deve essere provato probabilmente per essere compreso fino in fondo e mi riferisco alla sofferenza patita a causa della perdita di un figlio che ti viene strappato in modo vergognoso attraverso l'inganno, così come accade alla madre di Veronica, la protagonista del libro. E' questa vicenda che affonda le proprie radici in un passato non troppo lontano, che da avvio alla narrazione e che spinge Veronica a cercare quella bambina di nome Laura, della quale i genitori conservano una foto senza un'apparente motivo. Il valore della giustizia è un elemento importante che attraversa l'intero testo, il concetto stesso di Verità e di quanto le vittime di un insensato inganno, meritino rispetto, sono fattori che spingono a riflettere e a chiedersi quanto di ciò che viviamo sia realmente frutto delle nostre scelte e quanto invece ci venga imposto anche se inconsapevolmente. Entra nella mia vita è una storia d'amore, di tormento, di ricerca della verità, di scoperta, di forza espressa soprattutto dalle protagoniste femminili che si muovono nel loro piccolo grande universo, combattendo, senza mai perdere la loro dignità.
La resa non è contemplata da questa storia che pur raccontando una vicenda singola, non per questo smette di toccare l'anima e la sensibilità di chi legge e di chi si rende conto che tutta quella sofferenza, tutto quel dolore imposto per il quale ognuno dei personaggi ha perso qualcosa senza volerlo, merita un riscatto, piccolo o grande che sia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
Entra nella mia vita 2013-03-13 13:14:11 ChiaraLotus
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ChiaraLotus Opinione inserita da ChiaraLotus    13 Marzo, 2013
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un libro consigliato


Io che amo i romanzi realistici mi sono appassionata moltissimo a questo libro, in quanto affronta un tema che è stato fra gli anni settanta e ottanta di scottante attualità nel panorama spagnolo. Non ne sapevo nulla, quindi mi sono sentita culturalmente più ricca.
Ai tempi del franchismo, infatti, molti figli di persone di sinistra, ritenute arbitrariamente inadatte a crescere dei bambini, venivano rapiti alla nascita – spesso con la complicità di suore e infermieri – e consegnati a famiglie politicamente “idonee”.
Questa motivazione politica, all’interno del libro, è completamente assente: si parla soltanto di una truffa colossale, finalizzata all’arricchimento indiscriminato di pochi selezionati individui.
Tale stratagemma narrativo, a mio avviso, compromette parzialmente la vicenda rendendola sostanzialmente asettica ed avulsa dal contesto. È vero che lo scandalo in Spagna ci fu. Ma andava decisamente oltre a quello descritto dal libro.
Non si spiega per quale ragione Greta e la madre Lilì decisero di “comprare” Laura: questo secondo me è un altro limite in quanto il punto di vista è biunivoco – si passa dalla protagonista Veronica alla sorella Laura – ma sempre esclusivamente di parte. Una “umanizzazione” del colpevole avrebbe reso, a mio avviso, la vicenda molto più sfaccettata. In questo modo invece ci si sofferma in modo quasi esclusivo su una manichea distinzione fra bene e male.
Nonostante questo però si tratta di un romanzo estremamente coinvolgente e dolce. Lo stile è “morbido”, molto lineare ed estremamente piacevole. Lo consiglio vivamente a tutti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
Entra nella mia vita 2013-02-11 08:02:38 Pupottina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    11 Febbraio, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sai qual e' il prezzo della verita'?

Non c’è due senza tre per Clara Sánchez che, dopo i due capolavori precedenti (Il profumo delle foglie di limone e La voce invisibile del vento), ce ne propone un altro indimenticabile. Come sempre con i suoi romanzi, una volta entrati nella storia non ve ne dimenticherete facilmente per tutte le emozioni e i dubbi che è in grado di scatenare anche nelle vostre anime.
Entra nella mia vita è come insinuarsi in un doppio universo femminile: da una parte, c’è una bambina, Veronica, assillata da un dubbio e dai problemi della madre che il resto della famiglia non comprende; mentre dall’altra, c’è Laura, figlia unica di un nucleo familiare senza uomini, con una madre assente e una nonna eccessivamente protettiva. Entrambe le protagoniste crescono all’ombra del dubbio perché, prima o poi, accade qualcosa che lo insinua in loro, lasciando un senso di incertezza, quasi una lieve follia.
L’alternanza dei capitoli racconta intensamente il doppio punto di vista, generando ansia, aspettative e tantissima suspense.
Entra nella mia vita è uno splendido mistero familiare che sfocia nel dramma e riesce a tenere sempre viva, attenta e partecipe, l’attenzione del lettore, che si lascia coinvolgere dall’ansia delle protagoniste, man mano che crescono e diventano donne.
Clara Sánchez ha superato se stessa con questo romanzo, infinitamente intimo, che racconta la sofferenza di molte madri ed è come se riuscisse a dare loro giustizia, riscattandole da un immenso dolore.
VOTO 10+

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La disciplina di Penelope
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Basta un caffè per essere felici
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri