Narrativa straniera Romanzi Gli ultimi sette giorni di Peter Crumb
 

Gli ultimi sette giorni di Peter Crumb Gli ultimi sette giorni di Peter Crumb

Gli ultimi sette giorni di Peter Crumb

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Gli ultimi sette giorni di Peter Crumb di Jonny Glynn, romanzo pubblicato da Newton & Compton. Segue la trama. Peter Crumb è un uomo timido, insicuro, la cui storia è segnata da un unico e devastante episodio di violenza che ha sconvolto per sempre la sua vita e la sua mente. Fra una settimana Peter si ucciderà, ed è con questa consapevolezza che si appresta a liberare, finalmente, la sua metà oscura: in questi sette giorni Crumb è deciso a lasciare il proprio marchio sul genere umano, un marchio di sangue, di dolore e di morte, senza criterio, senza giustizia... Come un novello Dottor Jekyll, nei suoi ultimi giorni di vita Peter Crumb è destinato a dibattersi tra le anime opposte che abitano in lui: da un lato l'essere mite, pavido e riflessivo, dall'altra il diabolico e sanguinario vendicatore che sembra prendere il sopravvento in una lenta e terribile discesa all'inferno, al termine della quale Crumb sarà finalmente solo e pronto a scomparire per sempre dalla faccia della terra.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
2.5  (2)
Piacevolezza 
 
3.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Gli ultimi sette giorni di Peter Crumb 2008-06-05 11:41:13 Mara
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mara Opinione inserita da Mara    05 Giugno, 2008
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli ultimi sette giorni di Peter Crumb

E' un libro tormentato e crudele. Un romanzo di alienazione e solitudine, che non sconosce salvezza, né vie di uscita.

Peter Crumb è il protagonista, un moderno Dr. Jekyll, destinato a dibattersi tra le anime opposte che abitano in lui: da un lato l’essere mite, pavido e schivo, dall’altra il diabolico e sanguinario vendicatore, che sembra prendere il sopravvento, in una lenta e terribile discesa all’inferno. Un episodio violento, la morte della figlia Emma, sarà il fattore scatenante della follia omicida di Crumb, che lo porterà a riversare il suo odio sul genere umano.

Questo è un romanzo doppio: doppia è l'anima di Crumb, doppio lo stile di scrittura di Jonny Glynn, volgare e aulico, doppio è l'impatto emotivo del protagonista sui lettori.

Forse, la pecca del libro, sta nell'iperrealismo dei dettagli di sangue, con episodi che rasentano la quasi necrofilia. Bello e particolare il finale. Buona lettura:)

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
12
Segnala questa recensione ad un moderatore
Gli ultimi sette giorni di Peter Crumb 2007-11-09 17:41:48 knut
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
4.0
knut Opinione inserita da knut    09 Novembre, 2007
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Macabro

Avevo grandi aspettative su questo romanzo di esordio di Jonny Glynn. Devo dire che dalle presentazioni che avevo letto sulla stampa credevo si trattasse di un libro sul tema del suicidio e che quindi fossero presenti riflessioni filosofiche profonde... in realtà si tratta del racconto di come un uomo, impazzito e disperato per aver perso una figlia per mano di un omicida, decide di compiere ogni follia prima di togliersi la vita. Le riflessioni sono ben poche, il romanzo racconta con particolari spesso macabri e fin troppo realistici scende di omicidi e violenze. Originale, ma direi soprattutto che si tratta di una grande occasione mancata.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Che razza di libro
L'arte di bruciare
Il figlio del dio del tuono
Come amare una figlia
La casa di Leyla
Senza toccare
L'improbabilità dell'amore
La grande foresta
La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola
Vita in vendita
L'uomo che aveva visto tutto
Serge
La foresta della notte
L'eredità
Dove sei, mondo bello
Maimai