Narrativa straniera Romanzi La libreria degli amori inattesi
 

La libreria degli amori inattesi La libreria degli amori inattesi

La libreria degli amori inattesi

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Michelle ha deciso di ricominciare. Rilevare una libreria con l'amica Anna è il primo passo. Un giorno, all'improvviso, dietro uno scatolone colmo di libri spunta un buffo musetto. E Tavish, il cane del vecchio libraio. In cerca di un padrone, non ha dubbi e sceglie Michelle. Dopo il fallimento del suo matrimonio, prendersi cura di un cane è l'ultima cosa di cui ha bisogno. Eppure, dire di no a quei grandi e dolci occhi scuri è impossibile. Quando il passato torna a bussare alla sua porta, Michelle scopre la forza di questa nuova amicizia. Perché l'uomo che l'ha fatta soffrire ha deciso di tormentarla ancora e lei sta per sprofondare un'altra volta nelle proprie insicurezze. Ma la zampa di Tavish è lì pronta a portarla in salvo. Ormai non è più sola a risanare le ferite del suo cuore.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 4

Voto medio 
 
4.2
Stile 
 
4.0  (4)
Contenuto 
 
4.3  (4)
Piacevolezza 
 
4.3  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La libreria degli amori inattesi 2015-03-05 21:50:51 Belmi
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Belmi Opinione inserita da Belmi    05 Marzo, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Attuale

La prima cosa che mi ha colpito di questo romanzo è stata la copertina. Visto il titolo pensavo di trovarmi a leggere un libro di letteratura rosa, invece in "La libreria degli amori inattesi", c'è qualcosa di più profondo.

Questo romanzo affronta tematiche legate al mondo femminile. Si parla di famiglie allargate, in cui è difficile districarsi, del ruolo di "matrigna" non sempre facile da gestire. Di donne che si vogliono concedere una seconda possibilità e di adolescenti con i loro problemi e le difficoltà della vita quotidiana.

Dimenticavo la parte più importante..i libri e gli animali, in particolare i cani che in questo romanzo hanno proprio un ruolo di rilievo.

Una lettura piacevole, con tematiche delicate e attuali. Personaggi con caratteri e vite molto diverse, si ritroveranno a dover interagire fra loro.

La vita in alcuni casi ci mette a dura prova, ma grazie all'amicizia e alle persone care si può andare avanti e superare ogni ostacolo.

Una frase interessante:

"A volte le brave persone fanno cose terribili perché non vogliono commettere un'unica cattiveria. Questo non le trasforma in persone malvagie in eterno."

Lo consiglio, in particolare al pubblico femminile.

Buona lettura!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
La libreria degli amori inattesi 2014-08-12 14:12:03 Mian88
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    12 Agosto, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Rory, Tavish, Michelle, Anna, Pongo

I presupposti ci sono tutti: due amiche, sogni, voglia di chiudere col passato, amore ed un eclettico cucciolo di 11 anni.
Michelle si trasferisce da Londra in una piccola realtà di provincia con l'unico obiettivo di lasciarsi alle spalle un matrimonio burrascoso ed opprimente ed un marito abile nel manovrare e plagiare le persone. Dopo aver lavorato anni nella concessionaria del padre con la nomea di miglior venditrice, la giovane si mette subito all'opera per crearsi un nuovo lavoro, una nuova abitazione e soprattutto una nuova Michelle. Intelligente, abile, ma anche timorosa e vittima di ben 7 anni di soprusi silenziosi vuol riprendere in mano la sua vita ricominciando a vivere.
Sognatrice ed amante dei libri, Anna riesce ad entrare nel cuore di Shelley (soprannome di Michelle) con la sua dolcezza e l'aiuto di Pongo, il dalmata di Lily colpevole di averle fatte incontrare mangiando la torta della Londinese. Sposata con Phill la sua quieta vita familiare e tutti i suoi sogni di diventare madre vengono piano piano infranti dall'arrivo delle tre figlie dell'uomo avute dal precedente matrimonio (binomio a cui si associano le opinabili reazioni del marito). Sarah, la prima moglie, si è trasferita in America per impegni lavorativi ed ha lasciato al padre Becca, Chloe e Lily. Anna giorno dopo giorno cerca di far sentire a casa le ragazze, desidera solo instaurare un rapporto con loro, essere accettata non come madre ma come “Anna”.
Michelle è impenetrabile. Deve avere il controllo della situazione; deve proteggere quanto ha faticosamente costruito. Tavish piomba nella sua vita per caso ed ovviamente non è ben accetto, questo almeno in apparenza. La sua figura si presenta circa verso la metà del romanzo, non è forzata e non è scontata. Viste le sue dimensioni, spontaneo è definirlo “cucciolo” ma in realtà il piccolo ha già 11 anni e come tale ha tutti gli acciacchi e i problemi determinati dall'età avanzata.
Lei e Rory, l'avvocato che cura numerosi interessi degli abitanti del paese tra cui quelli relativi all'affitto della libreria, decidono di occuparsi del cagnolino, su proposta ovviamente del legale, con una sorta di “custodia congiunta”; l'uomo avrebbe tenuto il piccolo dal venerdì alla domenica e Michelle durante la settimana con l'ausilio e l'aiuto di Anna e tutte le sue dipendenti. Tavish è infatti il cane del libraio proprietario del fondo che raggiunta la vecchiaia viene ricoverato in una casa di accoglienza per anziani, il piccolo animale non desidera altro che trascorrere le sue giornate acciambellato nel negozio tra vecchi libri e coccole saltuarie.
Due narrazioni intersecate alla perfezione tra loro. Interessante lo sviluppo dei personaggi e nonostante il finale sia intuibile non scontato il come vi si arriva. Personalmente ho particolarmente apprezzato Rory, a mio giudizio il personaggio meglio costruito.
Unica pecca del romanzo è a mio parere l'ostentazione di romanzi per ragazzi. Anna è una libraia e prima di entrare nel negozio di Michelle ha lavorato anni in una biblioteca eppure consiglia esclusivamente romanzi come “Piccole donne”, “La fabbrica di cioccolato”, “Anna dai capelli rossi”, “la carica dei 101” e via dicendo. Fintanto che si deve relazionare con Lily o deve scegliere di rallegrare una persona malata, ricoverata o quel che si voglia ci può stare ma a mio parere questa scelta unilaterale dell'autrice rovina l'immagine che il lettore si crea della co-protagonista confinandola in un universo infantile ed irreale.
Ricevuto in dono “La libreria degli amori inattesi” è un libro che si fa leggere velocemente, ti trascina ed incuriosisce dall'inizio alla fine e ti regala giorni lieti e sereni. Visto il periodo potrebbe definirsi un “romanzo da spiaggia” o comunque congeniale durante l'anno come lettura non troppo impegnativa a livello di concetti ma sufficientemente appagante come storia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
La libreria degli amori inattesi 2014-07-20 21:40:23 ombraluce
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
ombraluce Opinione inserita da ombraluce    20 Luglio, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un incanto di libro

Non è un giallo, non è un rosa, non è un noir, non è d'avventura e non è di fantasia... No, questo è un libro di vita vera, un libro che ti parla di aspirapolveri casalinghi che aprono una scia tra la polvere del pavimento, dei mille impegni che comporta la quotidianità con una famiglia numerosa, dell'importanza del lavoro sia casalingo che fuori casa... il tutto con una dose di humor e ironia mai forzata ma, proprio per questo, concretamente tangibile e apprezzabile. Da molto tempo non leggevo un libro così bello. Amicizia, amore, difficoltà e persino drammi adolescenziali, eterni conflitti genitori figli, fraintendimenti, delusioni, rassegnazioni e rinascite sono qui tratteggiate con incredibile maestria e leggerezza, cosa che mi farebbe definire questo romanzo come un concentrato di vera poesia urbana, quella poesia della quale magari non ci accorgiamo ma che pervade costantemente anche le nostre giornate, pur essendo appannata, a volte, da nervosismo concitato quanto assolutamente inutile e anche dall'incapacità, sempre più diffusa, di non capire veramente ciò che si vuole e di esprimere con sincerità i propri sentimenti. A questo turbinio di figure alla ricerca di un senso di vita e del proprio ruolo fa da contraltare la regolarità dell'esistenza degli animali domestici, dolci e carissimi compagni di viaggio che tutto accettano pur di stare accanto ai loro amati padroni umani e di non vederli rattristati. Quanto è utile la presenza del cagnolino Tavish per la decisa Michelle e com'è importante l'ingombrante irruenza del dalmata Pongo per la dolcissima e discreta Anna... Ma non solo per loro, alla fine... L'intreccio di relazioni tra umani e animali, la possibilità di conoscersi proprio in relazione al rapporto instaurato con gli amici quattrozampe è il vero punto di forza di questo romanzo, che consiglio veramente a tutti, in modo particolare a chi si sente un po' solo e come un pesce fuor d'acqua in questo mondo frenetico.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
La libreria degli amori inattesi 2013-06-28 19:08:31 aeglos
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
aeglos Opinione inserita da aeglos    28 Giugno, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UN LIBRO DA CUI NON CI SI STACCA!

Sono stata attirata dallo sguardo dolce e magico del cagnolino in copertina, lo ammetto, anche perchè, leggendo la trama, non è certo uno di quei libri che leggo di solito, anzi, tutto il contrario. Ma devo dire che ho fatto un ottimo acquisto; questo libro mi ha fatto vivere come in prima persona le vicende di ogni personaggio, mi sono commossa, ho sofferto e ho gioito insieme ad ognuno di loro! La storia non si basa, come si può pensare leggendo la trama, sui cani, in quanto sono si presenti ma non sono certo i protagonisti. Certo è, che, come nella vita reale, loro fanno parte della nostra vita e cercano in tutti i modi di farci felici, facendoci dimenticare le cose brutte e i vari litigi! La storia si basa sulla vita di due donne che si trovano a dover lottare ognuna per qualcosa di diverso: Anna, per la quale ho avuto tanta ammirazione, è una donna sognatrice, romantica, amante della famiglia e delle letture. Michelle è proprio il contrario: non ama gli animali, è una donna manager, non ama leggere ed è un tipo molto preciso, sempre attenta agli affari e per questo capace di lasciare in disparte gli affetti famigliari. Michelle si crede addirittura diversa dal suo ex ma, ahimè, non è molto lontana dall'essere un'altra persona...non fa mai nulla senza averne un beneficio e odia perdere il controllo delle cose. Il libro narra anche, tramite queste due protaginiste, temi attuali come le librerie che al giorno d'oggi fanno fatica a decollare per colpa di internet e della gente che non ha più molto tempo per leggere e drammi familiari. Mi sono affezionata in particolar modo ad Anna, mi sono molto rivista in lei, così romantica, sognatrice e sempre intenta a regalare libri su libri, pensando di far piacere alle altre persone! E sempre così piena di aspettative che poi purtroppo rimane delusa...Ma non si da mai per vinta e combatte! L'autrice ha uno stile nello scrivere che è fantastico, scorrevole, come se stessi guardando direttamente un film; ogni pagina scorre via in modo piacevole, sempre con la voglia di scoprire cosa mai accadrà dopo....e dopo ancora..... Un libro da leggere tutto d'un fiato, sicuramente leggerò altri libri di questa autrice!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Libri che parlano di storie vere e a chi ama gli animali!
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri