Narrativa straniera Romanzi Lezione di tango
 

Lezione di tango Lezione di tango

Lezione di tango

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Ana è una giovane ricercatrice di sociologia, nata a Buenos Aires ma emigrata con la famiglia in Francia da bambina; Luis invece è un regista argentino in piena crisi creativa, ombroso e taciturno, arrivato fino a Parigi alla ricerca di finanziatori stranieri per la sua attività, che nell'Argentina squassata dalla crisi economica non trova più alcun possibile sbocco. Quando, una sera, i due si conoscono per caso ballando il tango in un locale parigino, emerge tutto un passato che li accomuna, a partire dall'incontro avvenuto un secolo fa tra il bisnonno di lei, Hernan Lasalle, grande ballerino di tango, e la bisnonna di lui, domestica di casa Lasalle, che di Hernan fu amante e allieva di ballo.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
2.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
1.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Lezione di tango 2014-09-23 07:08:42 C.U.B.
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
1.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    23 Settembre, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Quando il tango e' zoppo

Un uomo e una donna, occhi negli occhi. 
La coscia sfugge al profondo spacco dell'abito nero, la gamba si allunga e si avvinghia a quella di lui. Sottile la caviglia stuzzica il piede nervoso che scatta ritmico avanti indietro e poi rieccolo abbracciare il polpaccio . Occhi negli occhi, e' un amplesso di pasitos, e' la sensualita' di due corpi avvolti in una cortina di musica. E' nato nei luoghi di malaffare di Buenos Aires, lo ballavano privatamente e lo rinnegavano pubblicamente. L'uomo guida, la donna segue : tango.

Al mio secondo appuntamento con Elsa Osorio, purtroppo devo convalidare le impressioni avute in passato e quindi rinunciare a lei in futuro. Il dilemma esiste ed e' piuttosto assillante anche se non condivisibile, ossia io non tollero la sua scrittura almeno tanto quanto amo i suoi contenuti.
Ambientato a Buenos Aires all'inizio del secolo scorso, il romanzo scava nel passato  di Ana e Luis, proponendo una saga corale di intere generazioni ma anche un'ampia visuale sulla situazione argentina. Partendo dai tempi in cui proprietari terrieri ed allevatori si dividevano le ricchezze del paese, quindi i decenni delle grandi immigrazioni ed il  predominio degli immigrati su commercio e industria , le rivolte operaie ed infine la piu' recente crisi del nuovo millennio.
I fatti di cui trattare sono corposi e ben assortiti, le ambientazioni estremamente interessanti così come la descrizione dei conflitti tra classi diverse, l'intreccio delle vicende dei protagonisti potrebbe essere succulento. Indi ragion per cui il problema non e' cosa, ma come.
Trovo che la scrittura della Osorio, in questo testo in particolare , sia un grandioso pasticcio.
Accavalla tempi diversi, senza padroneggiarli.
Sperimenta stili alternativi per i discorsi diretti, ma anche per gli indiretti. E il lettore non distingue.
Inserisce tre soggetti narratori contemporaneamente per un risultato bruttino, senza contare la mole di personaggi collocati in tempi e luoghi diversi con cui ci si deve destreggiare.

Preludio alla demenza, io francamente lo ritengo illeggibile; piu' o meno un peccato mortale, il contenuto e' veramente bello. 

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
230
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La notte più lunga
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri