Narrativa straniera Romanzi Un'estate da sola
 

Un'estate da sola Un'estate da sola

Un'estate da sola

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Il libro riprende il tema conduttore della produzione della von Arnim, la fuga. Tutte le sue eroine fuggono - dalla ricchezza verso la semplicità, da una vita casalinga convenzionale verso un viaggio all'estero, da una casa comoda a un'avventura in carrozza - e soprattutto fuggono, o sentono il bisogno di fuggire, dai mariti e dalla tirannia del matrimonio. Qui la fuga è semplicemente in un giardino da cui si gode un paesaggio più ampio, e che diventa sinonimo di gioia. Il libro è il seguito del "Giardino di Elizabeth".



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0  (3)
Contenuto 
 
3.3  (3)
Piacevolezza 
 
4.0  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Un'estate da sola 2019-11-03 18:58:33 Lys
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Lys Opinione inserita da Lys    03 Novembre, 2019
  -   Guarda tutte le mie opinioni

La natura per amica

È il primo libro dell'autrice che leggo.
Mi è piaciuto. È tale il trasporto con cui la Von Armin parla del suo giardino e della natura circostante, così riuscite le descrizioni dei luoghi e dei sentimenti che questi le suscitano, che sembra di essere lì, sul posto, immersi nella quiete che la scrittrice tanto anela, nella felicità che di volta in volta la pervade.
Interessanti poi gli spaccati di vita quotidiana e le riflessioni dell'autrice al riguardo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
Un'estate da sola 2017-07-03 20:00:17 Elena72
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Elena72 Opinione inserita da Elena72    03 Luglio, 2017
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'armonia della natura

A quale donna, moglie e madre di tre vivaci bambine, non piacerebbe avere un po' di tranquillità, del tempo per pensare, per leggere e per dedicarsi alle proprie passioni?
È proprio ciò che vuole fare Elizabeth: meditare nella solitudine e gustare la pace del suo giardino. Il testo della von Arnim è un diario che racconta un'estate in cui alle frequenti osservazioni sulla bellezza della natura e dei fiori, per quali la protagonista nutre un grande interesse, si alternano argute riflessioni sul senso della vita. Sono inoltre citati brevi episodi che rendono l'idea delle attività che si svolgono nella tenuta della ricca famiglia Von Arnim: le lezioni con il maestro privato delle figlie, i giochi all'aria aperta, le passeggiate, le feste, ma anche il reclutamento di un giovane giardiniere, la scelta di un nuovo pastore, il passaggio delle truppe imperiali.
L'autrice non si esime dal citare anche argomenti più seri, come la malattia e la morte di alcuni bambini del luogo, vittime dell'ignoranza delle loro madri che agiscono seguendo tradizioni prive di buon senso e non si fidano dei consigli dei medici. Elisabeth, animata da generoso filantropismo, con discrezione si inserisce nella vita delle persone più umili, dispensa qualche consiglio, fornisce aiuti materiali. Ci rende partecipi delle sue osservazioni che ovviamente non possono che condannare pratiche assurde, ma dalle sue parole traspare sempre comprensione, mai disprezzo. Ne emerge uno spaccato di vita di fine Ottocento che ho trovato molto interessante, raccontato con leggerezza ed eleganza.

È il primo testo che leggo di questa autrice e mi ha piacevolmente colpita per la delicatezza e la grazia che si respirano in ogni sua pagina.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
Un'estate da sola 2017-06-15 06:26:32 Emilio Berra TO
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Emilio Berra  TO Opinione inserita da Emilio Berra TO    15 Giugno, 2017
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un giardino d'estate

Non siamo di fronte a un capolavoro; ma per chi ama la natura e sa assaporare la solitudine questo libro è assai godibile.
Il testo può essere considerato la continuazione di "Il giardino di Elizabeth".
Qui la vicenda si svolge fra maggio e settembre : intenzione della protagonista è "restare da sola per l'intera estate, e giungere all'essenza della vita. (...) Là fuori (...) tutto è silenzio e dove c'è silenzio, ho scoperto, c'è la pace" .
Non proprio "sola" : nella dimora contornata dall'ampio parco ci sono il marito, L'uomo di Rabbia, e le tre deliziose bambine che portano i nomi dei mesi della primavera, Aprile, Maggio, Giugno.

Per quanto ho letto dell'autrice, la Von Armin non mi pare scrittrice di trame e intrecci. Riesce meglio, come qui ,in sfumature biografiche, non ingombrata da troppe vicende e non attorniata da molti personaggi.
Ama gli spazi aperti che lascino aleggiare tra le pagine, lieve, la brezza primaverile. Sicuramente è donna di fiori, sensibile com'è ai colori e profumi che la natura ci offre. Troppo intelligente per non sapere che "la felicità viene da dentro, e non dall'esterno" , e "l'amore per i libri è una vera benedizione".

La scrittura si presenta particolarmente bella, dotata di una leggerezza profonda e non priva di un umorismo 'molto inglese' : la signora, che ama sdraiarsi "sull'erba a guardare le nuvole" e sentirsi "contenta di essere viva", desidera solo che tutto proceda senza sussulti, convinta com'è che il marito non veda l'ora di pronunciare "quel commento tanto prezioso per il cuore di una donna sposata : 'Mia cara, te l'avevo detto' "!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
libri distensivi
Trovi utile questa opinione? 
240
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La donna da mangiare
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri