Narrativa straniera Romanzi Villetta con piscina
 

Villetta con piscina Villetta con piscina

Villetta con piscina

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Marc Schlosser è un medico di famiglia. Dopo il funerale di Ralph Meier, la star televisiva dalla figura imponente e la voce stentorea, Judith, la moglie dell'attore, ha fatto irruzione nello studio di Schlosser scagliando a terra una sedia e strillando ripetutamente «Assassino!». Dopo La cena, il romanzo in cui un gruppo di adolescenti costringe a scelte drammatiche i propri genitori, Herman Koch torna a descrivere magistralmente il cinismo dei rapporti sociali odierni, l'oscurità e il malessere penetrati nel cuore stesso della famiglia contemporanea.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 4

Voto medio 
 
3.6
Stile 
 
4.0  (4)
Contenuto 
 
3.8  (4)
Piacevolezza 
 
3.3  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Villetta con piscina 2016-08-31 10:35:29 Phoenix25
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Phoenix25 Opinione inserita da Phoenix25    31 Agosto, 2016
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

cinismo agghiacciante

Romanzo abbastanza fluido e senza troppi punti morti, "Villetta con Piscina" mi ha letteralmente invaso d'ansia e lasciato molto perplessa dal punto di vista etico. Sconvolta è dire troppo, ma un po' amareggiata al pensiero che ci siano davvero nella realtà personaggi come il protagonista che con il loro potere o capacità possano essere così crudeli nei confronti del prossimo.
Racconto un po' ombroso e poco chiaro in alcuni punti, troppo esplicito in altri.
Linguaggio semplice nonostante il protagonista sia un medico.
Testo troppo cinico, a mio parere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
Villetta con piscina 2016-01-20 15:33:06 ferrucciodemagistris
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
ferrucciodemagistris Opinione inserita da ferrucciodemagistris    20 Gennaio, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Cinica vendetta

Durante la lettura di questo romanzo ho più volte trasferito il mio pensiero sul mio medico di famiglia; professionista molto comune con il quale abbiamo un rapporto di fiducia e al quale comunichiamo, e confidiamo, i nostri malanni, le nostre paure, i nostri stati ipocondriaci. Sì, perché Marc Schlosser, protagonista del romanzo, è proprio quel medico di famiglia che abbiamo scelto quale prima importante tappa, spesso unica, nel nostro percorso di mantenimento della salute fisica nell’accezione più vasta e complessa.

Un personaggio, Marc Schlosser, che vive una quotidianità comune a molte altre persone e, in particolare, a molti altri medici di famiglia; i suoi pazienti sono principalmente corpi da osservare nei dettagli, che gli ricordano le lezioni di fisiopatologia e anatomia all’università, in modo tale da poter raggiungere l’obiettivo che alla fine della visita in studio siano tutti gratificati, al di là del beneficio effettivo della cura trascritta su ricetta e/o l’invio per ulteriori controlli al medico specialista.

Ma, come spesso accade, ci sono delle situazioni per le quali prima il dubbio, poi la quasi certezza, instaurano un’azione programmata e irreversibile mirata a ottenere giustizia “fai da te”, o ancora meglio vendetta, a scapito del prossimo suo inconsapevole malgrado. La villetta con piscina è solo un dettaglio architettonico nell’intera cornice narrativa; uno sfondo di irrisoria importanza nel quadro contenente il cinismo e il modus operandi ben celato ma non cancellabile. Emergono le ipocrisie umane, la crudeltà nel decidere come e se curare una certa patologia, la voluta trascuratezza e il rimorso per qualcosa che avrebbe potuto essere evitata.

E’ spietato il dottor Schlosser! Evidentemente il suo astio, non ben valutato a causa del troppo rancore covato nel tempo per un enorme danno perpetrato nei confronti della sua famiglia, gli ha fatto dimenticare totalmente il giuramento di Ippocrate inducendolo a varcare una zona d’ombra talmente confusa senza possibilità di poter rivedere la luce.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
280
Segnala questa recensione ad un moderatore
Villetta con piscina 2011-10-11 09:09:08 kabubi81
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
kabubi81 Opinione inserita da kabubi81    11 Ottobre, 2011
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Villetta con piscina

Dopo aver gustato (è proprio il caso di dirlo!) "La cena", avevo alte aspettative su questo secondo lavoro di Koch, e fortunatamente sono state rispettate. Come nel primo romanzo, l'autore è bravissimo nel creare durante tutto il libro un'atmosfera di ansia e tensione che prepara ad un evento/rivelazione finale che spieghi poi tutto il quadro... Tanta suspense è gestita con maestria, non viene da pensare "Eddai, quanto la fai lunga, QUAGLIA!!", ma si gusta l'affilata ironia del protagonista e la lucida spietatezza con cui persevera i propri obiettivi... Davvero complimenti!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
Villetta con piscina 2011-10-10 10:10:38 gracy
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
gracy Opinione inserita da gracy    10 Ottobre, 2011
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

...Dica 33! No...dico 90!

Semplicemente pauroso, supponente, cinico e metafisico. Consiglio di scegliere bene il medico curante se qualcuno decide di trasferirsi in Olanda, scartate immediatamente il dott.Marc Schlosser, perchè se fate i complimenti alla sua famiglia vi farà pentire di essere nati. Herman Koch dopo il drammatico "La cena" ritorna con un' altrettanto libro scorretto dove la vittima e il carnefice sono antipatici e odiosi e dove il fulcro in questione è la famiglia, il grandangolo della vita di ognuno di noi. Quante volte vi è capitato di essere scorretti per amore dei propri cari e per amor di voi stessi? Kock attraverso i protagonisti mette a nudo tutto il peggio e il marcio dell'indole umana.
Chapeau!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La lista degli stronzi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri