Dettagli Recensione

 
L'ora incerta tra il cane e il lupo
 
L'ora incerta tra il cane e il lupo 2013-04-15 11:20:56 giuse 1754
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
giuse 1754 Opinione inserita da giuse 1754    15 Aprile, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'ora incerta tra il cane e il lupo

A volte l’incontro con l’autore cambia almeno parzialmente l’idea che ci eravamo fatti di lui leggendone un libro.
E’ quello che mi è successo ieri con Hans Tuzzi, pseudonimo di Adriano Bon, che ha presentato in anteprima il suo nuovo lavoro “Un enigma dal passato”.
Se avessi dovuto fare qualche considerazione su “L’ora incerta tra il cane e il lupo”, letto una settimana fa, avrei detto che , da scrittrice principiante, ammiro la sua immensa cultura e varietà di termini, ma, da lettrice, che quando un romanzo giallo è zeppo di richiami storico-culturali , quando una miriade di citazioni di autori e di gaddiane digressioni dialettali non sono strettamente funzionali alla storia è troppo, e quando è troppo...è fastidioso e può sembrare inutile sfoggio della propria preparazione culturale.
Anche prima di sentire l’autore avrei detto che, invece, non mi è invece dispiaciuta qualche riflessione di tipo esistenziale sparsa qua e là nell'intreccio giallo, la cui soluzione non è tuttavia travolgente e inaspettata.
Ieri l’ho ascoltato.
E, come succede spesso nei rapporti umani, quando le parole sono accompagnate da un sorriso, da un gesticolare composto delle mani bianchissime che non vedono mai il sole, dallo sguardo sicuro oltre cui mi è parso di intuire un’antica timidezza che lo fa sentire più a suo agio nel chiuso di una biblioteca piuttosto che con i propri simili, ho in buona parte cambiato idea. Anche la sincera confessione di essere portato a una certa forma di depressione non mi ha lasciato indifferente.
Ho capito che le sue non sono solo citazioni professorali, dotte disquisizioni semantiche fini a se stesse, ma fanno parte di ciò che chi scrive è, sono connaturate alla sua essenza più profonda, vogliamo chiamarla anima?
Voglio fare anch’io una citazione, ma non mi ricordo il nome di chi l’ha detto - perdonami Adriano-Hans, non sono preparata come te- :la differenza tra un libro e un buon libro è quando capisci che il secondo ha aggiunto qualcosa a ciò che eri prima di leggerlo.
Di sicuro tornerò più volentieri agli amati Carofiglio e Camilleri, ma ora so con certezza che Hans Tuzzi e il suo libro mi hanno lasciato una traccia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...

Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 

15 Aprile, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Io di Hans Tuzzi ho letto "Vanagloria". Non è un giallo, ma l'ho trovato di una noia mortale, non sono nemmeno riuscita a finirlo. I suoi gialli sono un po' meno lenti? :)
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
15 Aprile, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Molto bello il tuo commento, Giuse.
In risposta ad un precedente commento
giuse 1754
15 Aprile, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Come dice Augias, Tuzzi è più scrittore che giallista. Se è l'intreccio giallo che ti piace, lascia perdere Tuzzi.
In risposta ad un precedente commento
giuse 1754
15 Aprile, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie, è sicuramente un commento sincero.
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La disciplina di Penelope
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Basta un caffè per essere felici
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri