Dettagli Recensione

 
Il senso del dolore. L’inverno del commissario Ricciardi
 
Il senso del dolore. L’inverno del commissario Ricciardi 2013-07-24 07:51:22 C.U.B.
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    24 Luglio, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'erba verde del commissario Ricciardi

Napoli, corre l'anno 1931 ed il bavero alzato di un cappotto, con la complicita' del vento salmastro, rivela parsimonioso solo un tratto del suo volto. Un ciuffo ribelle di capelli scuri come uno scoglio  spezza l'onda del mare verde di quello sguardo deciso, vitreo, impassibile, sofferente, irresistibile : Alfredo Ricciardi, commissario della Squadra Mobile di Napoli.
Giovane,intraprendente, caparbio, introverso, fascinoso, diverso. Diverso da ogni altro collega , un pesante fardello ne fa una persona unica , Ricciardi percepisce il dolore dei morti. Li vede, sente la loro anima, le loro ultime parole, l'amore, la sofferenza, il dolore. Il senso del dolore.

Al Real Teatro il tenore di fama mondiale Arnaldo Vezzi viene rinvenuto cadavere nel camerino, perfettamente truccato nel suo volto di pagliaccio, la gola squarciata da una grossa scheggia di vetro.
Vezzi dal talento sublime e dal carattere indecente, Vezzi amico del duce : la questura e' in costante stato di nevrosi, vogliono il colpevole, subito. Ricciardi non sorride mai, procede deciso, lui il colpevole lo vuole sempre, a prescindere dal potere che esercitava la vittima.
E intanto il pagliaccio canta un pezzo tragico, lacrime rigano il volto imbellettato e le mani si allungano protese in avanti.

Primo romanzo della serie di De Giovanni, l'autore scrive con una penna pulita, fresca, stimolante, fortemente emotiva un giallo che  da qualsiasi prospettiva lo osserviate e' una vera bellezza, si rassegnino le male lingue.
L'autore crea un'atmosfera palpabile, leggere questo libro significa riempirsi la casa del vento e del mare di Napoli, anche avendo le imposte chiuse. Significa affacciarsi alla finestra e osservare il brulicare della gente , ascoltare dalla  trattoria  un cantante che con voce potente  crea l'osmosi perfetta di aria, note e malinconia. Significa spiare dietro le tende una manina di ragazza che cuce, percepire il fremito leggero di un amore delicato e commovente. 
Significa appoggiare la guancia nell'incavo della sua spalla, chiudere gli occhi e sentirsi al sicuro.

Questo girotondo di parole per dire che non solo e' un buon giallo, ma e' soprattutto uno splendido libro che potra' accogliere il consenso di tutti, amanti del giallo e non solo. Rigorosamente italiano, cio' dimostra a noi che spesso cerchiamo altrove che, bruca di qua, bruca di lá, l'erba migliore si trova sempre nel giardino di casa nostra.

Cio' detto, non mi resta che procurarmi tutti gli altri volumi e augurare a voi una buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
280
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

19 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2
Ordina 
SEnto il vento ed il profumo del mare..... Grazie del consiglio C.U.B! Mi state educando pian piano a non dar credito al detto: "L'erba del vicino è sempre più verde!!"
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
24 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Mille grazie a Sydbar, ma anche Gracy e Michele per avere caldeggiato il libro.
Non avevate ragione, di piu'. Questi sono i libri che amo tanto :-)
Guarda Francesca, provalo perche' e' una chicca, non solo per il delitto, per tutto, e' proprio bello. Mi sono commossa un sacco , io li voglio tutti :-P
In risposta ad un precedente commento
GLICINE
24 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Provvederò a recuperarlo allora, mi fido del tuo giudizio!
Bellissima rece!!! Mi hai fatto rivivere le sensazioni del libro, letto ormai un po' di tempo fa :-)))
Hai incuriosito anche me! Complimenti!
Bellissima recensione! Sìììì mi hai convinta a breve lo compro, metto in lista! Grazie della segnalazione!
Bruno Elpis
24 Luglio, 2013
Ultimo aggiornamento:
24 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Ricciardi è un mito, De Giovanni è adorabile. Anch'io prima o poi affronterò l'opera omnia. :)
Brava Cub!
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
24 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie ragazzi :-)
E' stata davvero una grande scoperta.
In risposta ad un precedente commento
JUNE
24 Luglio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
.. mi fai sempre venire l'acquolina in bocca! L'ho ordinato..
come sempre grande penna (ops tasto) per una recensione trasportatrice
19 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri