Dettagli Recensione

 
In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi
 
In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi 2014-07-24 07:27:31 Sydbar
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Sydbar Opinione inserita da Sydbar    24 Luglio, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Inferno per Ricciardi

L'inferno non è per il Commissario Ricciardi ma anche per il lettore.
Cominciamo con grado...
Siamo a al cospetto di una nuova avventura che vede protagonista il Commissario Ricciardi ed il suo fido Brigadiere Maione. Attorno a loro ruotano le consuete figure della tata Rosa, Lucia moglie di Maione, la bellissima vedova Livia ed Enrica, il contesto è Napoli e tutta la sua varietà paesaggistica e culturale...in questa occasione tutto avvolto da una indicibile calura, con i preparativi per i festeggiamenti della Madonna del Carmelo.
Ormai chi segue le avventure del Commissario Ricciardi sa che raccontano di storie le cui trame si sviluppano su binari paralleli, da una parte la vena prettamente gialla e dall'altra parte quella rosa.
Un Ricciardi perennemente in tumulto sia per le sue indagini che per il suo cuore combattuto sull'esporre definitivamente i suoi sentimenti ad Enrica.
Caro De Giovanni, stiamo perdendo evidentemente colpi, per chi si aspetta un giallo come i precedenti questa volta si ritrova a leggere un romanzo rosa e per fortuna perchè ormai ritengo più interessanti gli sviluppi della vita privata del nostro protagonista che quelli professionali. In quest'opera anche "il fatto" ha assunto un ruolo marginale, domanda all'autore: si è stancato di raccontare Ricciardi e cominciamo a deporlo?" Non ci credo e non voglio crederlo, Ricciardi è ormai un'icona della Nostra letteratura come Montalbano per Camilleri o Guerrieri per Carofiglio o il Barlume per Malvaldi...
I ritmi sono da subito molto blandi, più del solito come se si stesse percorrendo una salita sotto un sole cocente che affanna il lettore. Si denotano troppe e lunghe divagazioni con poco interessanti introspezioni.
I voti dati all'opera sono assolutamente dovuti agli antichi allori della serie di De Giovanni perchè non posso bruciare un autore encomiabile, un protagonista affascinante, una Napoli così sublime e pur dannata.
Sempre di livello le descrizioni della città partenopea, con i suoi vicoli, i suoi locali con i loro caffè e sfogliatelle, i suoi "boss" di quartiere, gli artigiani unici al mondo e lo sono ancora oggi, la fede incondizionata verso una sacralità viscerale di speranza nei confronti della Madonna e della cristianità, la sua musicalità che scandisce ogni azione e sentimento, bello sul cambiamento di umore del brigadiere Maione che prima non sopporta nenache un fruscio e poi nel pieno tumulto caotico della città lo rappresenta melodioso.
Questa Napoli rende godibile quest'opera che altrimenti affogherebbe negli inferi con la speranza che anche la Madonna del Carmine aiuti a far ritrovare all'autore una vena più ispirata nel proseguo della serie dedicata al Ricciardi ed ad una Napoli del ventennio fascista.
Buona lettura a tutti.
Syd

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Precedenti della serie Ricciardi
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

18 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2
Ordina 
Molto esaustivo. Bel commento.
In risposta ad un precedente commento
Sydbar
24 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie CUB apprezzo il tuo commento e attendo nuovi in merito.
Syd
Mi incuriosisce giusto per l'ambientazione... leggere su carta stampata la descrizione della mia città è una cosa che non ho mai provato... bel commento :)
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
24 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Attendo anche io, Ricciardi mi piace. Anche se mi son fermata al terzo, per ora.
Ciao !
In risposta ad un precedente commento
Sydbar
24 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
@Valerio un pregio di De Giovanni è quello di amare la sua città e lodarla con le sue descrizioni. Se vuoi approcciare alla serie Ricciardi comincia dal primo..consiglio spassionato.
Syd
@ CUB voglio confrontarmi con altri commenti
Un'altra recensione obiettiva su De Giovanni. Ci voleva!
In risposta ad un precedente commento
Sydbar
24 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Cri
Non conosco De Giovanni , ma seguo tutte le recensioni che lo riguardano, trovo la tua, Syd, ben motivata e supportata da una buona conoscenza dell'autore, quindi utilissima a tutti!
In risposta ad un precedente commento
Sydbar
24 Luglio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie di vero cuore Silvia.
A me De Giovanni piace e lo dimostrano le mie osservazioni ma questo l'ho trovato un po' sottotono. Spero che l'autore accetti le mie modeste opinioni utili ad un rilancio anche della vena gialla della serie Ricciardi.
Syd
Io invece l'ho trovato molto bello e molto interessante nelle introspezioni. Secondo me, con il doppio filone giallo/sentimentale che contraddistingue la serie di Ricciardi, un libro così casca a pennello.
Ma, son guati e trovo sempre molto belle le tue recensioni. Bravo Syd!
18 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale della terra
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri