Dettagli Recensione

 
In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi
 
In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi 2014-08-01 19:44:15 marco 70
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
marco 70 Opinione inserita da marco 70    01 Agosto, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

un libro scritto con mestiere ma si nota la stanch

I Limiti di questo giallo sono nella prevedibilità della trama ( a metà della lettura si intuiscono già i colpevoli ) e nello sviluppo sempre meno credibile della chiamiamola vita sentimentale di Ricciardi. La città di Napoli, i suoi quartieri vengono descritti ancora con bravura , la qualità della scrittura rimane di buon livello e molti dialoghi si fanno apprezzare, però un generale senso di stanchezza , già avvertito da altri recensori, avvolge molte pagine. Due consigli all'autore : sarebbe utile cambiare il periodo storico ( mi piacerebbe leggere un giallo ambientato nella Napoli distrutta dalla guerra .... ) e risolvere la questione sentimentale ( la descrizione di due donne che da sei romanzi corrono dietro a un uomo che non le vuole, mi pare ormai stucchevole e la trovata di Enrica corteggiata da un ufficiale filo nazista ma tenero e sensibile lascia perplessi... ).

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
a chi ama i gialli e non ha ancora letto nulla di de giovanni...
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Cambiare il periodo storico? E perche? Credo sia uno dei punti di forza questo periodo così strano, ma così comolesso, no? Giallo limitato? Forse sarò limitato io ma, non ho intuito l'assassino a metà libro!
Sulla cosa dell'ufficiale nazista non ci ho capito molto. La tua immagine iconografica inconscia vede solo i tedeschi cattivi? Non poteva esistere un ufficiale nazista tenero ed innamorato?
Sul senso di stanchezza...e quindi sui sentimento credo che viaggi sempre la voglia di de Giovanni di scrivere Ricciardi...quindi difficile giudicarlo altrimenti ed ancora più difficile che i tuoi consigli vengano ascoltati per come ne perla lo scrittore stesso!
Mi ha comunque colpito la tua recensione, sulla quale mi associo sperando upin una conclusione dell'avventura. Dopo sette libri può starci anche se sono affezionato moltissimo a tutti i protagonisti!
Poi chi lo sà...magari esce un sostituto commissario che affronta la Napoli in guerra,..!!!
In risposta ad un precedente commento
marco 70
02 Agosto, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
non so se hai letto la serie gialla di Philip Kerr che ha come protagonista il commissario Bernie Gunther. E' ambientata in germania durante il periodo nazista e i gialli ripercorrono i momenti più tragici della storia tedesca con grande rigore e fedeltà ai reali eventi storici. Una operazione analoga, anch'essa di alto livello,è stata fatta dallo scrittore perez -reverte con la storia spagnola del 600 ( il protagonista in questo caso è il capitano alatriste. De giovanni invece di trastullarsi con la vita sentimentale di Ricciardi potrebbe fare altrettanto. La Napoli del 1932 offre meno possibilità di una accurata ambientazione storica rispetto al 1943 o al dopoguerra... Quanto alla possibilità che sia potuto esistere un ufficiale nazista tenero e sensibile che si innamora di una ragazza napoletana timidissima che non gli offre alcuna speranza, nutro molte fondate riserve storiche. Non capisco il senso di questa trovata..-
In risposta ad un precedente commento
Fonta
02 Agosto, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Non ne avevo mai sentito parlare..nè di Kerr nè di PerezRevente, ed il primo mi ispira molto! Grazie della dritta!!! =)
Quanto al tedesco..beh, sarò degiovanniano ma, ci può stare, i sentimenti non hanno confine nè chiusure a mio avviso ma, capisco la tua critica ed obbiezione!
Bello trovare persone come te che, motivano punti di vista diversi! Grazie!!!
Io però rimango affascinatodal 1932 e da questo Ricciardi.. =)
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La lista degli stronzi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri