Dettagli Recensione

 
Il riflesso del lupo
 
Il riflesso del lupo 2015-01-26 10:03:44 marlon
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
marlon Opinione inserita da marlon    26 Gennaio, 2015
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

SOGNANDO IL LUPO

MILANO, 1984
Il dottor Meriurgo è un luminare dell’Istituto di Psicologia di Milano. Il mentore , il “padre” di tutto il corpo docenti. Nel nebbioso e freddo gennaio meneghino, Meriurgo viene trovato senza vita nella sua casa. Una casa adibita a studio, un autentico porto di mare … Docenti , amici , studenti, ma soprattutto pazienti….. L’intera abitazione è arredata da innumerevoli opere d’arte. Molte di valore. Nel caos della scena del delitto gli inquirenti scoprono il furto di un’icona ( opera russa del xv sec. Raffigurante S.Michele).
Il professor Trevis, amico e collega di Meriurgo non crede al furto sfociato nel sangue. Qualcosa non torna ed insieme alla sua assistente Denise indaga per conto proprio. Un’indagine parallela che crea non pochi problemi al magistrato titolare dell’inchiesta, il dott. Giurato ….
Trevis capisce che l’assassino va cercato tra gli innumerevoli visitatori dello studio di Meriurgo. Probabilmente tra i pazienti o i suoi stessi colleghi !! Comincia così la caccia al LUPO. Bisogna cercare tra le carte e le registrazioni delle sedute dei pazienti. Un vero e proprio viaggio nella psiche dell’assassino. Una storia cominciata 20 anni prima in un altro luogo . Un’incubo seppellito nel tempo e ora riemerso per una casualità ….
Psicologia, psicanalisi, interpretazione dei sogni . Niente paura il libro è scorrevolissimo nonostante le 480 pagine. Il dottor Mario Mazzanti sa di cosa parla ( è un medico ….) . Un bel giallo vecchio stampo. Le prime 60 pagine potrebbero risultare ostiche, ma le rimanenti 420 bisogna allacciare le cinture! Fino all’ultimo si rimane con il fiato sospeso tanto da dubitare dell’esistenza di un finale! Unica pecca ( parere personale) è non aver approfondito la figura dei sospettati. Relegati al ruolo di comparse o quasi. Lo spazio per farlo c’era … Nonostante ciò mi sono divertito molto grazie anche al ritmo incalzante !
Libro che sicuramente consiglio agli amanti del genere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Ali d'argento
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Io sono il castigo
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Eredità
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il senso della mia vita
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Primavera
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Ohio
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La selva degli impiccati
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La locanda del Gatto nero
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una lettera per Sara
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Come un respiro
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Predatori e prede
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
La pista. La prima indagine di Selma Falck
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri