Dettagli Recensione

 
L'età del dubbio
 
L'età del dubbio 2015-04-09 16:53:24 MrsRiso13
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
MrsRiso13 Opinione inserita da MrsRiso13    09 Aprile, 2015
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Crogiolarsi nel dubbio

Se i sogni son desideri chiusi in fondo al cuore, quali pruriti animano il subconscio del commissario Montalbano imprigionato in questo sogno tragi-comico di morte, resurrezione e abbandono da parte di Livia con cui “l'età del dubbio” ci introduce in una nuova vicenda della brigata di Vigata.
La paura della grande falciatrice e i timori sulla relazione con l'eterna fidanzata vengono prontamente esposti, creando il filo conduttore che lega gli ultimi romanzi di questa serie.
Di nuovo l'introspezione dell'uomo Salvo, con le sue sconfitte, e i successi del poliziotto Montalbano sono l'impianto narrativo. Due aspetti di un personaggio co-protagonisti delle scene, senza che l'uno oscuri l'altro, compagni nell'evoluzione della narrazione, rappresentanti di un diverso lato della caratterizzazione del protagonista, capaci di segnare una netta virata con i primi romanzi della serie.
Montalbano, l'uomo, è stanco, disilluso, amareggiato dalla cattiverie della società, pessimista e non più convinto delle sue scelte di vita incontra il commissario, fiero del suo senso di giustizia, impegnato a sviscerare gli indizi e portare alla luce il colpevole, tra morti sfigurati che giungono dal mare in canotto, yacht di lusso e belle donne.
Gli ingredienti di sempre ci sono, il siciliano “italianizzato” diretto e colorito, il mare, sfondo onnipresente delle vicende, latore inconsapevole del canotto disgraziato, i compagni fedeli: Fazio, Augello, Catarella e gli altri del commissariato, l'eterna fidanzata brontolona e ogni altro particolare caratterizzante, ma il dubbio che l'età afflosci troppo il protagonista, spegnendolo rimane. E si sa quando manca la luce principale anche i contorni sono meno chiari, l'oscurità costringe a rallentare e, può succedere, di barcollare durante il cammino, sopratutto se il percorso vuole portare lontano, verso confini internazionali.
Bello con qualche dubbio, meglio, un tipo...da leggere senza dubbio!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Fine
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'inverno più nero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli estivi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I baffi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vento selvaggio che passa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I segreti del professore
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Tutto chiede salvezza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Insegnami la tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La notte della svastica
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri