Dettagli Recensione

 
Una sconosciuta
 
Una sconosciuta 2019-01-02 18:25:43 ornella donna
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    02 Gennaio, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una donna alla ricerca di sè

Una sconosciuta di Lucia Tilde Ingrosso è un romanzo di grande bellezza. La perdita di identità di una donna a causa di un incidente è il fulcro della narrazione e il percorso, intricato ed irto di difficoltà, per ristabilire la propria personalità e il proprio vissuto è profondo ed ottimamente elaborato.
Narra la storia di Carmen, una donna, una madre di Letizia e del piccolo Matteo, una persona come tante. Una sera, mentre sta andando al corso di danza del ventre, ha un brutto incidente d’auto. Accanto a lei viene trovato privo di vita Nader Hassan, marocchino, un bel giovane, ambulante con un banco al mercato di giorno, cameriere in un locale di notte, ma con un orologio Piaget al polso! Mah! Inquietante.

Non basta, lei è sopravvissuta, ma non ricorda nulla né di sé, né della propria vita, sia professionale che affettiva. Davanti a sé ha una

“Sconosciuta. Ha un viso sottile, pallido zigomi pronunciati, occhi scuri. Una bocca ben disegnata, e una fronte alta. (..) Non la conosco, ma mi è in qualche modo familiare. (…) se non fosse che quella sono io”.

Piano piano qualche ricordo torna, ma non è molto bello. Presto si rende conto di non essere proprio una moglie perfetta, con numerosi amanti, molti segreti, un trascorso che percepisce essere oscuro, ma che non riesce a cogliere appieno. Incontra il maresciallo dei Carabinieri incaricato dell’inchiesta, Vanni Campisi,

“un uomo che non passa inosservato. Alto, vigoroso, risoluto. Con una barba scura che gli conferisce autorevolezza senza togliergli classe.”.

Lui la informa che probabilmente è stata vittima di un tentativo che mirava ad assassinarla, lei si sente irresistibilmente attratta da lui, come era già successo vent’anni prima. Ma le domande sono tante e i misteri da svelare ben celati e difficili.

Il romanzo è intrigante. Una storia dove il sesso e il tradimento sono una costante, un modo per fuggire alle proprie paure e all’inconscio che elabora troppo in fretta e ferisce. Poco giallo o thriller, una storia ben congegnata ed elaborata, con un grosso taglio intimistico e psicologico che lo distingue nettamente. Un’ottima lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'ultima intervista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Bianco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto un cielo sempre azzurro
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri