Dettagli Recensione

 
I giorni del giudizio
 
I giorni del giudizio 2020-01-29 17:13:43 lapis
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
lapis Opinione inserita da lapis    29 Gennaio, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I volti della giustizia

L’ultimo romanzo di Giampaolo Simi affronta un tema scomodo e complesso, il rapporto tra uomo e giustizia, mettendo in luce la difficoltà di condannare o assolvere in assenza di una verità assoluta a cui appellarsi. In un processo, la verità si frantuma invece in molteplici possibili ricostruzioni dei fatti basate su prove, indizi, ipotesi e dibattimenti, e chiamati a esprimere il verdetto, sulla base dei propri ragionamenti e della propria coscienza, sono pur sempre altri uomini. Non esenti da errori, tentazioni, pregiudizi.

Sei uomini, diversissimi tra loro per posizione sociale, condizioni economiche, background culturale. La sorte li ha estratti come Corte di uno dei processi di maggiore rilevanza mediatica degli ultimi tempi, dove al banco degli imputati siede - accusato di omicidio - una delle personalità più in vista del panorama italiano. Relegati dal destino in una vita faticosa e incolore, a rimuginare con rabbia o rassegnazione sulle proprie disillusioni, essi si troveranno all’improvviso sotto i riflettori della storia, con il potere di cambiare per sempre il futuro di un uomo, di un uomo fortunato. E così anche il proprio, perché questo ruolo li costringerà prima di tutto a fare i conti con sé stessi, con le forze contrapposte che li animano: integrità e convenienza, imparzialità e pregiudizio, obiettività e desiderio di rivalsa.

L’autore di fatto scardina gli usuali meccanismi del giallo, lasciando gli omicidi e la rivelazione dell’assassino sempre sullo sfondo, spettatori di un dibattito umano e morale che vede al centro proprio i sei giurati popolari, involontari imputati di un processo ai propri limiti di uomini e strumenti di giustizia.

Penna dotata di straordinaria sensibilità e forza descrittiva, Giampaolo Simi conferma con questo romanzo il proprio talento nel proporre storie accattivanti ed emotivamente coinvolgenti, capaci altresì di sondare in profondità i meandri dell’animo umano. Attraverso le voci dei sei protagonisti, al centro di altrettanti capitoli, si compone un racconto davvero articolato in cui l’esperienza processuale, con le sue dinamiche e la sua tesa incertezza, si fonde con molte storie parallele dando vita ad uno spietatissimo e amarissimo affresco dei nostri tempi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La città dei vivi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri