Dettagli Recensione

 
Il sanguinaccio dell'immacolata
 
Il sanguinaccio dell'immacolata 2020-07-29 16:03:33 cesare giardini
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
cesare giardini Opinione inserita da cesare giardini    29 Luglio, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Marò Pajno e un delitto di mafia.

La dottoressa Marò Pajno, vicequestora di Palermo e protagonista di questo e altri romanzi della scrittrice, è un personaggio al quale ci si affeziona facilmente. Il suo lavoro (è responsabile della sezione antifemminicidio della questura) lo fa con metodo e pazienza, in una piazza come Palermo, difficile e piena di contraddizioni, di oscurità a volte imperscrutabili ma anche di colori vivaci e cangianti. In fin dei conti, dominano la scena Palermo, in tutte le sue complessità, e la figura della poliziotta: la storia sta sullo sfondo, quasi sfumata, quasi a voler essere un pretesto per parlarci della città e dell’ancora affascinante protagonista. E la storia, presto detto, è una storiaccia di mafia: Fofò Russo, un boss violento e dall’aspetto satanico, tale da assoggettare solo con uno sguardo parenti e compari, decide che Saveria, la figlia pur tanto amata, va eliminata perché ribelle e non plasmabile come la “famiglia” vorrebbe. Il delitto avviene in una pasticceria, e ne seguono altri per togliere di mezzo possibili testimoni. Le indagini della Pajno iniziano tra mille difficoltà e le consuete omertà del posto: non è facile operare, con un questore, Bellomo, che vuole risultati in breve tempo promettendole il posto di questora qualora fosse eletto, dopo le imminenti elezioni, Ministro dell’Interno, e l’ambiente difficile in cui la poliziotta opera, un ambiente gravato da depistaggi e pericoli anche mortali. La Pajno ce la fa infine ad incastrare il boss ed a mettere in salvo il nipote di Fofò, Daniele, sottraendolo alle grinfie del nonno che voleva farne il suo successore come capo del mandamento locale della mafia.
Gran parte del romanzo indugia, come già accennato, sulla complessa figura della poliziotta. Tanto insicura e severa con sé stessa, quanto decisa nelle azioni investigative. Insicura e fragile per una bellezza che sta lentamente sfiorendo, per la bulimia che la perseguita, qualche chilo in più che la induce a ricorrere ad una nutrizionista, con esito fallimentare. Il suo vecchio amore, Sasà, non c’è più, un incontro fugace, la speranza di riavvicinarlo fallita. Ma la nostra indomita poliziotta non si dà mai per vinta: ha amici che le vogliono bene, una sorella che, tutto sommato, cerca di consolarla, e poi c’è il questore, quel bellimbusto di Bellomo, che, a sorpresa, le confessa la sua incondizionata stima e la invita addirittura ad una cena privata. Se son rose fioriranno, e lo vedremo nel prossimo giallo di Giuseppina Torregrossa. L’autrice intanto, da autentica siciliana, infila nel romanzo quattro sontuose ricette tipiche del territorio: sanguinaccio alla trapanese, ciambelle con ripieno di fichi, cioccolata, mandorle e pistacchi, grano a chicchi cotto e condito con miele, cannella o crema di ricotta, e infine gli immancabili cannoli siciliani. Buona lettura e buon appetito.
Per la lettura, il romanzo è piacevole e scritto bene, anche se il finale è abbastanza sbrigativo. Ma è la città di Palermo che emerge, tutta da assaporare nelle sue infinite sfumature, anche quelle più nascoste e inconfessabili.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Gli altri romanzi di Giuseppina Torregrossa, soprattutto "Il basilico di Palazzo Galletti".
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Tre passi nel delitto
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La lista degli stronzi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri