Dettagli Recensione

 
Cena di classe
 
Cena di classe 2022-09-25 08:07:16 ornella donna
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    25 Settembre, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Cold case, femminicidio, stupro


Alessandro Perissinotto, scrittore, e Piero D’Ettore, avvocato penalista, patrocinante in Cassazione, è socio di un importante studio legale torinese. Insieme pubblicano un libro, intitolato Cena di classe. Il primo caso dell’avvocato Meroni. Un libro giallo narrativamente profondo, che raccoglie temi importanti, quali:
“un cold case, femminicidio, stupro.”
Chi è l’avvocato Meroni? Giacomo Meroni è:
“Un carabiniere, laureato in legge, penalista grazie allo suocero”,
che lo fa entrare nel suo prestigioso studio legale torinese. Un giorno, il 22 febbraio 2018, si presenta al suo cospetto una signora che chiede urgentemente di conferire con lui. E’ una “madamina”, ovvero:
“una donna secca , rifinita, più scialba che austera, nel suo vestitino grigio in misto lana, a buon prezzo. Sembrava più vicino agli ottanta, che ai settanta. Parlavano di una cosa sola: di piccola, piccolissima borghesia, di quella che, da sempre, considera più probabile l’impatto con una meteorite che una disavventura giudizia”,
Costei è la madre di Riccardo Corbini, ingegnere. L’accusa è di quelle che segnano la vita di una persona: è accusato di aver prima stuprato, e poi uccisa Antonella Bettini, una sua vecchia compagna di scuola nel lontano 1984:
“Antonella era loro compagna. Cena di classe in collina nella cascina di un’altra compagna, Marta Grandi. Spaccato la testa con un piccone. Prima di ammazzarla l’uomo l’ha violentata”.
Perché accusare, ora, dopo tutti questi anni? Chi è l’accusato?
“Corbini era la copia maschile della madre: magro, curvo, gli occhi spenti, e i capelli ridotti a una stretta corona intorno al cranio lucido. Parlava con calma e con un’afflizione moderata, come se una vita intera di rassegnazione lo avesse preparato esattamente a quel momento, ad affrontare l’imprevedibile e l’indicibile”.
Giacomo Meroni è perplesso, poiché:
“Difendere gli assassini procurava sempre un disagio. Compito dell’avvocato è quello di garantire l’equità del processo, non di stabilire la verità e ancor meno quello di far condannare i colpevoli e assolvere gli innocenti.”
Un romanzo di grande impatto emozionale. Narrativamente è perfetto. Tuttavia il libro risente, soprattutto, nella seconda parte, della professione di chi scrive. Diventa, così, più un trattato legale che altro. Disquisisce spesso, e con assoluta precisione, di termini legali, testimonianze che diventano contradditorie a seconda dei punti di vista, dell’avvocato e della procura, processi e i loro meccanismi interni. Per chi ama il legal thriller approfondito è perfetto; un po’ meno per chi ama il noir inteso come narrazione legata al genere. In definitiva un libro potente e preciso.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Non ho mai letto il noto autore.
Vedo, Ornella, che probabilmente non è imperdibile.
In risposta ad un precedente commento
ornella donna
27 Settembre, 2022
Segnala questo commento ad un moderatore
Alessandro Perissinotto , oltre che un collega universitario, è un noto autore. Ha scritto libri molto molto belli, come Le colpe dei padri, (finalista premio Strega), Il silenzio della collina,Quello che l'acqua nasconde. E' un autore che scrive molto bene. Un giallista di fama e raffinato. In questo libro si riconosce la sua parte, che è la prima, dove la narrazione è di qualità. La seconda in cui si va ad affrontare il processo vero e proprio perde di qualifica e diventa disquisizione legale condotta ad alti livelli, che però appesantisce notevolmente la narrazione. Insomma non tutti siamo avvocati.... Ciao Emilio.
In risposta ad un precedente commento
Emilio Berra  TO
27 Settembre, 2022
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie, Ornella, per l'esaustiva risposta.
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa delle luci
Valutazione Utenti
 
2.5 (1)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Respira
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una piccola pace
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Intrighi e morte sull'Adda
La casa delle luci
Giallo sulla Riviera del Corallo
Il male che gli uomini fanno
Quella notte a Valdez
Il liceo
Dalle nove a mezzanotte
Questioni di sangue
Cena di classe
La mala erba
Mille giorni che non vieni
Dolce vita, dolce morte
Il giallo di Villa Nebbia
Il giorno del sacrificio
Assassinio a Pedra Manna
Morte accidentale di un amministratore di condominio