Dettagli Recensione

 
Le prime luci del mattino
 
Le prime luci del mattino 2012-01-31 09:00:22 spotti
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
spotti Opinione inserita da spotti    31 Gennaio, 2012
  -   Guarda tutte le mie opinioni

BANALE.. IRREALE..PRESUNTUOSO..

Banale..lento..vuoto... Chi è Fabio Volo per parlare per un libro intero di una donna e di un suo passaggio di vita così delicato? Non si avvicina neanche un po' alla realtà..abbina ad una trentenne esperienze che, mi auguro, le ragazze normale passano molto molto prima.. Il libro è noioso..scontatissimo..decisamente irreale, ho letto quasi tutti i suoi libri, leggeri senz'altro, ma di solito, almeno piacevoli, con questo ha proprio toccato il fondo facendo prevalere la sua presunzione assoluta di mito a cui lo hanno eretto, di uomo che capisce le donne.. Basta leggere qualche pagina di questo libro per rendersi conto che è, in realtà, molto lontano da tutto questo.Brutto brutto brutto..

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
92
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
Ciao scusa ma non condivido il tuo pensiero.....tu ritieni questo libro "banale lento vuoto" può essere, niente da dire, ma non sono con te quando tu dici che "non si avvicina neanche un pò alla realtà" per certe situazioni ed esperenze secondo me non c'è limite di età ti possono succedere in qualunque momento della tua vita....sono contenta per te che non hai mai conosciuto donne come il personaggio "inventato" nel libro......io si.....e tante!!!!!!!
Mi fa piacere leggere una "recensione" (troppo breve) come la tua, perché credo che sia tempo di sfatare questi miti "letterari" inventati. Anche quando è divertente Fabio Volo "non fa" letteratura, e qui men che mai. Purtroppo la banalità regna sovrana nel mondo dei libri. Ciao

06 Marzo, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Concordo in tutto! Ho lasciato la mia opinione ma la tua la sottoscrivo totalmente!

06 Marzo, 2012
Segnala questo commento ad un moderatore
Ma come diavolo si fa ad essere banale e irreale allo stesso tempo? Se una roba è irreale, appunto non appartentente alla dimensione reale, non può che essere bizzarra, stralunata, incredibile, spaventosa: certo non banale.
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le ossa parlano
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Annientare
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri