Dettagli Recensione

 
Il corpo umano
 
Il corpo umano 2013-03-14 16:19:18 maria68
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
maria68 Opinione inserita da maria68    14 Marzo, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ietri, Camporesi, Simoncelli....

"È vero quello che dicono delle rose?"
"Che cosa dicono?"
"Che in primavera la valle si riempie di rose"
"Io non nè ho mai viste Colonnello"
Ballesio sospira "lo immaginavo. Perché le rose dovrebbero crescere in un posto tanto orribile?"  

Purtroppo alcuni di loro non vedranno mai delle rose nè li nè altrove, la loro vita si spezzerà ben presto. Giordano riesce con il suo stile semplice e mai banale a catapultarmi sin dalle prime pagine in Afghanistan all'interno della fob ice dove si trovano i ragazzi del 3º plotone della 'charlie' per una missione di supporto alla popolazione.
Subito, entro in empatia con loro, inizio a conoscerli, sono ragazzi semplici che potrei incontrare ovunque, mi confidano le loro fobie, la loro solitudine, le loro fragilità che alcuni riescono a celare solo in apparenza. Certo è un gruppo eterogeneo e non tutti mi stanno simpatici, ma sono diventati miei "amici"; la forza del libro è proprio aver dato un'anima a questi soldati.
Questi giovani soldati sebbene addestrati a eludere il nemico, non saranno mai pronti a superare i traumi che qualsiasi guerra lascerà in eredità.
Devo confidarvi che mi sono trovata accanto alla mamma del più giovane, appena ventenne, e con lei ho condiviso il suo immenso dolore, che le farà pronunciare parole apparentemente senza senso ma che nascondono il non voler accettare l'ineluttabile sorte.
Ah, questa Morte! come si può immaginare che loro, così giovani, possano accettarla se nemmeno gli adulti riescono a farlo. Ma, Dio solo sa se ci proveranno e anche a dimenticare.... perché questa tragedia è troppa pesante da gestire. Certo è che quell'esperienza bellica li ha segnati a vita ed è proprio attraverso questo dolore infinito che sono diventati adulti.
È un libro meraviglioso, da leggere e rileggere. Lo consiglio soprattutto ai giovani che spesso si dilettano a giocare alla guerra senza considerare che non si tratta semplicemente di un gioco ma tutt'altro, per chi la fa' ma anche per coloro che la subiscono e la cui unica colpa è abitare in quei luoghi martoriati.
E allora prima di congedarmi li saluto mettendomi sull'attenti e portando loro quel rispetto che molte volte gli viene negato.

Ps. è di proposito che non ho menzionato i loro nomi perché gelosamente li custodisco ancora per un po' dentro di me.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

9 risultati - visualizzati 1 - 9
Ordina 
ciao Maria, hai scritto una bellissima recensione!
vedo che anche a te questo romanzo è riuscito a trasmettere tante emozioni...
E' una recensione molto sentita e vissuta in prima persona.
Bravissima Maria !!!
Pia
In risposta ad un precedente commento
maria68
14 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
È proprio così. Grazie mille
In risposta ad un precedente commento
maria68
14 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Pia sei sempre gentile

15 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
complimenti... tanti libri hanno parlato di guerra, ma purtroppo chi decide di farla , probabilmente non li ha letti...
Bella recensione, ma, con tutto il rispetto, mi permetto un'osservazione: non stiamo parlando di Vietnam, ma di ragazzi che si arruolano volontariamente.
Complimenti Maria!Si avverte tutta la tua partecipazione emotiva in queste parole...brava,davvero.
In risposta ad un precedente commento
maria68
15 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Che differenza fa sapere se i soldati morti siano volontari o no. Lo stesso pensiero vale per tutti quei civili che perdono la vita a prescindere dalla loro nazionalità. Comunque ti ringrazio per aver espresso il tuo pensiero.
Un bacio. Maria
Penso che lo leggero' :-)
9 risultati - visualizzati 1 - 9

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La rinnegata
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il gioco della notte
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri