Dettagli Recensione

 
Il sonaglio
 
Il sonaglio 2014-03-17 14:56:32 Sydbar
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Sydbar Opinione inserita da Sydbar    17 Marzo, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

...e vissero tutti...

Ci sono storie che finiscono con "...e vissero tutti felici e contenti" ed altre come in questo caso "...e vissero tutti...". Non lo rivelerò soprattutto perché questo è un invito a leggere la trilogia della metamorfosi di cui questo ne è capitolo conclusivo.
Narra di una grande storia d'amore ma tra chi? Giurlà il pastore delle capre che vivrà una vita alla Forrest Gump ma che si concluderà con un insolito finale che comunque non poteva essere altro.
Un libro che ammalia, travolge e stordisce il lettore.
Un libro che fa capire che l'amore va oltre l'immaginazione, supera la passione che di solito non lascia nulla.
Quest'opera sprizza amore ad ogni pagina e Camilleri supera ogni aspettativa senza mai strafare.
Un degno finale ad un trittico di storie imparagonabili.
Non penso sia questo il più bello dei tre ma sicuramente è quello che segna il passo e col suo stile eleva il tutto a capolavoro dell' encomiabile Camilleri.
L'autore dà sfoggio delle sue doti creative facendo rilevare che non si vive di solo Montalbano.
Giurlà il ragazzo protagonista diviene al tempo stesso peccato e perdono di se stesso.
Cosa aspettate a leggerlo?
Unica nota: anche questo come il resto della trilogia è in scritto in dialetto siciliano ma comprensibile.
Buona lettura a tutti.
Syd

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Maruzza Musumeci e Il Casellante
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

5 risultati - visualizzati 1 - 5
Ordina 
Sydddd!!!! Camilleri scrive solo in dialetto :P
Appena leggerai il commissario di Vigata apprezzerai ancora di più l'amato Montalbano ;P
In risposta ad un precedente commento
Sydbar
17 Marzo, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Non è propriamente così GRACY o almeno non scrive in dialetto in modo esclusivo.
Però Montalbano è Montalbano e Camilleri della trilogia è il rovescio della stessa medaglia.
Convenite?
Per me invece resta il migliore della trilogia, seguito da Maruzza. Giurlà è candido come Forrest Gump ma le analogie si fermano qui, visto che non è ritardato ma solo ignorante. Su Montalbano non mi pronuncio, mai letto.
In risposta ad un precedente commento
Sydbar
18 Marzo, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Per me Maruzza è il migliore
In risposta ad un precedente commento
gracy
19 Marzo, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
SYDBAR certo è che quando scrive in dialetto da il meglio di sé, una bibliografia di quasi 150 pubblicazioni, tra saggi, romanzi e opere a più mani ha scritto pure in italiano e non ha ancora smesso, a proposito è appena uscito l'ennesimo Sellerio :P esorcizzando l'ombra del ghostwriter
5 risultati - visualizzati 1 - 5

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Domani e per sempre
Nova
Sonetaula
L'alba sepolta
Caffè corretto
L'appartamento del silenzio
Lingua madre
Per sempre, altrove
Il Duca
Cara pace
L'assemblea degli animali
Le madri non dormono mai
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Divorzio di velluto
Cinquecento catenelle d'oro
Ritratto di donna