Dettagli Recensione

 
La misteriosa fiamma della regina Loana
 
La misteriosa fiamma della regina Loana 2016-03-23 19:18:30 Aureliano Di Tommaso
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Aureliano Di Tommaso Opinione inserita da Aureliano Di Tommaso    23 Marzo, 2016
  -   Guarda tutte le mie opinioni

La fiamma misteriosa dei ricordi

“La misteriosa fiamma della regina Loana” è il racconto ricco di immagini di un viaggio tra i meandri della memoria umana. Il protagonista è Yambo ( alter ego di Eco? ), gestore di uno studio bibliografico sulla soglia dei sessant’anni, che si risveglia dopo un incidente sul letto di un ospedale, avvolto dalla nebbia, privo di quella che i neurologi chiamano memoria “autobiografica” (non ricorda nulla di sé, della sua infanzia, della maturità e quindi della moglie e dei figli ). Risulta intatta la sua memoria “semantica”, ovvero i suoi ricordi relativi a poesie che ha imparato a memoria, a fatti storici o a nozioni scolastiche. Il protagonista cerca di ricostruire la sua memoria, tassello dopo tassello, visitando la casa di campagna a Solara, tra Langhe e Monferrato, in cui ha trascorso parte della sua infanzia. Immerso tra i fumetti, i giornalini e i romanzi giovanili che lo hanno accompagnato durante gli anni della giovinezza, Yambo cerca la chiave per schiudere i suoi ricordi rileggendo febbrilmente tutto ciò che gli capita sotto mano e ascoltando la musica che potrebbe aver sentito durante i suoi anni a Solara, venendo a rispolverare alcune vicende dell’Italia in cui è cresciuto. Dell’Italia fascista l’autore fornisce un importante ritratto, quasi senza che il lettore se ne renda conto: Eco istruisce noi lettori sull’epoca buia del Bel Paese, fornendo, anche con l’aiuto di immagini, un affresco efficace della cultura, delle usanze e delle sfaccettature di un passato per gli Italiani doloroso e a cui è difficile guardare. Il racconto delle avventure dell’infanzia di Yambo, tra partigiani e fascisti, sembra richiamare alla memoria dei lettori il romanzo di Italo Calvino “Il sentiero dei nidi di ragno”, pubblicato nel 1947, che racconta la guerra e la lotta partigiana attraverso gli innocenti occhi di un bambino.

Volendo scoprire quale sia il posto che le donne della sua vita occupano nel suo cuore, anelando al ricordo del volto angelico della giovane di cui si innamorò da ragazzo, come se questa possa essere l’unica via di salvezza, Yambo sembra strettamente dipendere da quello che si potrebbe cautamente chiamare “eterno femminino” di faustiana memoria e sembra che l’elemento femminile abbia avuto nell’infanzia e abbia nella maturità del protagonista un’ importanza notevole. Il finale chiude nel più efficace dei modi un romanzo geniale e rappresenta la scelta più felice e inaspettata che l'autore avesse potuto prendere. Certamente non il romanzo migliore di Eco, “La misteriosa fiamma della regina Loana”, con una scrittura abbastanza scorrevole e fluida, è, nondimeno, un romanzo da leggere e da ricordare: chiunque verrà rapito sin dall'inizio dalla vicenda raccontata e vorrà arrivare a svelare il mistero di Yambo e della sua storia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
altri libri di Umberto Eco
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il valore affettivo
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Gli occhi di Sara
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Quel luogo a me proibito
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutto il sole che c'è
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un tè a Chaverton House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un romanzo messicano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quando tornerò
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (3)
Prima persona singolare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tempesta madre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri