Dettagli Recensione

 
Il tempo migliore della nostra vita
 
Il tempo migliore della nostra vita 2016-06-20 06:18:07 Belmi
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Belmi Opinione inserita da Belmi    20 Giugno, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uomini illustri e non illustri

“Per quel che concerne Leone Ginzburg ho scelto di tenere la distanza che richiede un grande personaggio storico, distanza di rispetto. Ho narrato, dunque, la sua vita straordinaria basandomi esclusivamente sulle fonti scritte e documentate che sono stato in grado di procurarmi…Per ricostruire la storia delle vite ordinarie degli Scurati e dei Ferroni, miei ascendenti, mi sono basato invece esclusivamente su ciò che di quelle storie è sopravvissuto nei ricordi. Solo fonti orali, dunque, e rapporti personali. Niente altro.”

“Per tutti loro, uomini illustri e non illustri, la memoria conservata in un racconto è l’unica forma di sopravvivenza. Si narrino, dunque, una accanto all’altra, in una sorta di profano vangelo sinottico, la vicenda tragica dell’eroe intellettuale, della sua stirpe e della sua discendenza, e quella della mia gente, gente comune, le si narrino addirittura fino al punto in cui questa linea genera me, lo scrivente. Il più insignificante.”

Sono passati dieci giorni dalla fine della lettura di questo “saggio” e ancora non trovo le parole adatte per recensirlo. Ho chiesto quindi un aiuto all’autore e utilizzando le sue parole, ho voluto introdurre il mio pensiero.

Scurati crea un libro insolito e a tratti spiazzante. Vengono altalenate le vicende di Leone Ginzburg, l’uomo che si è rifiutato di giurare fedeltà al fascismo l’8 gennaio del 1934, e quelle delle famiglie Scurati e Ferroni. Se da una parte ritroviamo un racconto quasi giornalistico, con fatti, date e personaggi raccontati con quel distacco che l’autore vuole volontariamente avere nei confronti di Ginzburg, dall’altro ci ritroviamo la sensibilità e il phatos di una storia di famiglia.

Un Ginzburg circondato da personalità importanti come Pavese ed Einaudi si contrappone a un uomo come tanti che ci racconta la sua passione per i Pupi Napoletani e il suo incontro con Totò.

L’altalenarsi e il susseguirsi delle vicende, specialmente nella prima parte, non è poi così leggero e scorrevole, solo dopo metà le pagine si “voltano” più velocemente. Alcuni tratti sono anche un po’ noiosi e soprattutto non saziano la conoscendo nei confronti di Ginzburg, una figura così poco conosciuta ma così estremamente interessante: “”Faccio quel che posso per accontentarVi,” scrive a Einaudi, “ma la mia rapidità di lavoro ha un limite invalicabile, quello dell’esattezza.””

Per colmare le mie lacune su questa figura, mi sono già segnata alcuni titoli della moglie, Natalia Ginzburg.

Questo era il mio primo incontro con Scurati, sicuramente non mi ha lasciato indifferenze, anzi la sua idea era davvero particolare, ma non così tanto da indurmi a leggere subito un altro suo libro. Un libro che comunque consiglio, ma va affrontato con l’idea che non è un romanzo.

Buona lettura!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Interessante presentazione. Significativa la nota di chiusura.
In risposta ad un precedente commento
Belmi
21 Giugno, 2016
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Emilio, è un libro insolito ed ho avuto difficoltà nel trovare le parole giuste.
Federica
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La mia giornata nell'altra terra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La fortuna
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La treccia alla francese
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Città in fiamme
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ritratto di donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tessitore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il segreto dell'alchimista
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La stanza delle mele
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il ritorno di Sira
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stalingrado
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fame blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Cara pace
L'assemblea degli animali
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Divorzio di velluto
Le mogli hanno sempre ragione
Ellissi
Nonostante tutte
La meccanica del divano
Conservatorio di Santa Teresa
Beati gli inquieti
Padri
Quaderno proibito
Lei che non tocca mai terra
Il gioco delle passioni
Morsi
Il quinto evangelio