Dettagli Recensione

 
Bacio feroce
 
Bacio feroce 2017-10-23 12:09:56 C.U.B.
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    23 Ottobre, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

In overdose

“Teng’a criatura”
“Creature” si dice a Napoli. Cosi’ pure vengono chiamati dalle loro madri i ragazzini della Paranza, come se i “bambini” appartenessero al mondo dei balocchi mentre sul pianeta della droga si e’ diretti discendenti del Creato. Senza regole, senza infanzia, senza innocenza vogliono tutto e tutto si prenderanno in qualsiasi modo.
E’ una guerra tra clan, che sancirà i nuovi prìncipi delle piazze ed il Re di Napoli. Sono i vecchi e potenti boss, rintanati a governare nei loro bunker, sfidati da giovanissimi che mirano al potere ed al trono.
La paranza dei bambini sopravvive ed incalza, guidata dal Maraja che si rivela essere un ottimo stratega oltre che un leader brutale.
Da Forcella a San Giovanni a Ponticelli, l’anziano boss non puo’ scoprirsi ad uccidere un ragazzino. Sarebbe come ammettere di averne paura. Ma le creature crescono, piu’ ci si avvicina al Regno dello spaccio e piu’ la via verso il Creato sara’ sgombra anche per loro.

Tolto il conflitto iniziale con la memoria annebbiata, costretta ad una moltitudine di personaggi ed una infinita’ di interazioni, il ritmo promette bene.
Il libro inizia schizzando, come carburato a V Power e pilotato da un pusher cocainomane inseguito dall’Antidroga. Il punto e’ che la trama non decelera mai, costringendo i primi entusiasmi in una snervante overdose di eventi. E’ talmente fitto di colpi di scena che ci si trova ad implorare un po’ di calma, che il troppo storpia. Apprezzo la volonta’ dell’autore di denunciare il maggior numero di dettagli inosservati nella realta’ di cronaca, ma la missione non deve diventare ossessione.
Nel “ Bacio Feroce” ho scoperto un Saviano scarsamente brillante nella penna, accumulatore compulsivo di fatti e dettagli a discapito dell’empatia che altrove ha dato un taglio emozionale alla prosa.
Pareva insomma la sceneggiatura di una decina di episodi di fiction, piu’ che narrativa fine a se stessa. Sensazione pruriginosa quando si compra letteratura e ci si ritrova impalmati ad una promessa di telecomando.

Il bellissimo “La paranza dei bambini” era un romanzo di denuncia ben calibrato, vergato con ardore e rabbia, con cuore e con estro. Il suo sequel scorre si’ cruento, feroce e disilluso. Ma e’ scritto in modo esondante, bulimico; e’ scritto.
Diffusissimo il napoletano nella stesura dei dialoghi, trattasi di un dialetto tanto musicale, scenografico e imprescindibile nel contesto che la potenza impressa val bene la poca fatica nel comprenderlo.
Benino ma non benissimo.

Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

La tua opinione è molto bella e giusta. Da anni non leggo più Saviano. Ho apprezzato lo scrittore di Gomorra, dopo di che la mia attenzione nei suoi confronti è andata sempre più calando.Quando parla di bambini come nel suo precedente libro, non mi convince molto. In generale lo trovo troppo, forse è un giudizio pesante il mio. Trovo che le tematiche da lui affrontante possano essere considerate con un tono meno enfatico, e più saggio. Mi sa di invasato. Scusate ma è la mia opinione.
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Genitori cercasi
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quel che ci tiene vivi
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Café Royal
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Freddo nelle ossa
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
Il passeggero
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Città di sogni
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Una brava ragazza è una ragazza morta
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Piero fa la Merica
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Vecchiaccia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Dipendenza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'assassino è tra le righe
Valutazione Utenti
 
1.0 (1)
Capolinea Malaussène
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Genitori cercasi
Ragazze perbene
Astenersi principianti
Cuore puro
Quel che ci tiene vivi
Café Royal
Cose che non si raccontano
Mi limitavo ad amare te
Del nostro meglio
La vita intima
Ombre
Fame d'aria
Sarò breve
La vita in tasca
Tasmania
La via del miele