Dettagli Recensione

 
Un segno invisibile e mio
 
Un segno invisibile e mio 2012-06-07 14:56:23 GLICINE
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
GLICINE Opinione inserita da GLICINE    07 Giugno, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UN PERSONAGGIO DI ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE

Questo libro mi ha letteralmente spiazzata…. Non so cosa pensavo di leggere quando ho deciso di acquistarlo, l’unica cosa che ricordo è che mi ha incuriosita, e questa sensazione è rimasta pagina dopo pagina….
Mi sono sentita come Alice nel Paese delle Meraviglie, che si imbatte in una grande quantità di personaggi bizzarri e inverosimili, che vanno a comporre una storia forse, alla fine, molto meno surreale di quello che sembra ad una visione superficiale.
Mona Gray ha vent’anni, la madre gestisce l’agenzia turistica del paese ed il padre è medico presso l’Ospedale del luogo, ma sono molti anni che è affetto da una misteriosa patologia (presumibilmente uno stato depressivo),che gli impedisce di lavorare e vivere, rimane tutti il giorno in casa a rimuginare sui suoi sintomi. Mona è da quando aveva 10 anni che vede il papà in questo stato ,nessuno le ha mai dato una spiegazione plausibile, quindi,vive nella paura che il papà possa morire e si rifugia nella razionale logica dei numeri, mettendo in atto tutta una serie di piccoli rituali, come il tamburellare sugli oggetti, che le danno sicurezza e distolgono l’attenzione dalla sua angoscia. Viene assunta come insegnante di matematica della scuola del paese, attraverso lo svolgimento della sua professione, riprende contatto con il mondo, distogliendo l’attenzione pian piano da sé stessa; utilizza la magia dei numeri per strutturare rapporti positivi con i suoi alunni e con il prossimo. Originali e strani i fatti descritti, idem per i comportamenti degli alunni, idem per il vicino di casa ed i professore di scienze.
Mona è un personaggio delicato e dolce, ma nello stesso tempo forte.
La morale che secondo me l’autrice vuole dare,a mio parere, è che nessuno è il risultato di un logico calcolo, basato sulle probabilità: genitori; fatti che si vivono; logico finale, ma molto altro…
Con intelligenza e sensibilità ci si può aprire al mondo e creare i presupposti per aiutare il prossimo a trovare la strada migliore da percorrere, permettendo, nello stesso tempo, di costruire per sè, un futuro migliore.
Volete semplicemente rimanere stupiti? Leggete questo libro. Lettura scorrevole che tra le righe racchiude molte cose non dette.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

6 risultati - visualizzati 1 - 6
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

gracy
26 Marzo, 2013
Ultimo aggiornamento:
26 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
L'ho finito di leggere adesso Francesca!!! È una delle più belle recensioni che hai scritto...rispecchia tutta l'essenza di questo strano modo di narrare i sentimenti...io non avrei saputo da dove iniziare a parlarne!! Mona è proprio come Alice :) brava!
LunaCalante
27 Marzo, 2013
Ultimo aggiornamento:
27 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Ma posso farti una domanda? perché la ragazza della copertina ha un martello dietro la schiena?? pensavo che era un thriller invece è un romanzo.. dimmi... è per caso uno di quei libri misteriosi che paiono normali ma che poi invece hanno in sè qualcosa di misterioso? perché sono il genere che m'ispira,sei vuoi mandami 1 mp se per caso c'è spoiler ....
In risposta ad un precedente commento
gracy
27 Marzo, 2013
Ultimo aggiornamento:
27 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
@ Luna Calante
Ha un'ascia dietro la schiena, come un segno matematico che è legato alle sottrazioni....ai tagli...e poi dentro c'è tanta matematica, che è il filo conduttore, tutto viene rapportato ai numeri, la vita come le operazioni di matematica...strano modo di narrare!!
Grazie per il tuo commento Gracy! Mamma mia che complimentone.... Sono davvero piacevolmente stupita, visto che non mi considero granchè come commentatrice, rispetto a tanti di voi... E grazie anche della risposta data a Francesca.... aggiungo solo un particolare, nel libro è menzionato un episodio "spiacevole" che ha come protagonista l'ascia..... Non aggiungo altro Francesca!
In risposta ad un precedente commento
LunaCalante
27 Marzo, 2013
Ultimo aggiornamento:
27 Marzo, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Capisco,grazie della spiegazione... allora non m'ispira,la matematica è una materia che ho sempre odiato =((
Grazie anche per la tua risposta! =)
6 risultati - visualizzati 1 - 6

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La mala erba
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Avere tutto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flashback
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il girotondo delle iene
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita prima dell'uomo
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.1 (2)
Fairy Tale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sarti Antonio e l'amico americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Il peso
La vita prima dell'uomo
Mao II
Il sale dell'oblio
La casa dell'oppio
Un circolo vizioso
Un'altra donna
Lo squalificato
I quaderni di don Rigoberto
Il lampadario
Carne e sangue
Casa di giorno, casa di notte
In una notte buia uscii dalla mia casa silenziosa
Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso
Mia diletta