Dettagli Recensione

 
Porno
 
Porno 2015-10-27 01:41:17 Doppia Dee
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Opinione inserita da Doppia Dee    27 Ottobre, 2015

"Sei stato bravo ma potevi dare di più"

Beh, scrivere un sequel è sempre complesso.
Ho atteso tanto l'arrivo di questo libro. Dopo aver letteralmente divorato Trainspotting nel giro di pochi giorni, non ho resistito: ho subito ordinato Porno e ho aspettato ogni mattina sulla porta di casa (in stile super fedele pastore tedesco) l'arrivo del corriere con il mio piccolo tesoro. Un tesoro sì, ma con qualche patacca.
Sick Boy, Renton, Spud, Franco e Dianne, protagonisti del romanzo esordio del grande Welsh, ritornano in questo "sequel" dopo 9 lunghi anni e con un nuovo ambizioso progetto: lanciarsi nel mondo del porno, inteso non tanto come dozzinale prodotto multimediale, ma come vera e propria forma d'arte. Sarebbe inutile, dunque, prolungarsi ancora sulla trama del romanzo, problema è però, che pur volendo tentare il contrario, l'operazione risulterebbe alquanto difficile. Tutta l'opera infatti, ruota intorno alla produzione di questo film, dall'idea iniziale e il suo esordio, fino alla realizzazione, con lunghe descrizioni tutto sommato poco funzionali alla narrazione vera e propria. E forse, ancor più del film, ad essere analizzato fin nei minimi dettagli con precisione da sala operatoria, è il tentativo (disperato) di scalata sociale da parte dell'ambizioso ex Sick Boy, ormai divenuto un più borghese e ridondante Simon David Williamson.
Intendiamoci, Porno tutto sommato mi è piaciuto, è un romanzo che ogni lettore conquistato e appassionato dalle storie di dipendenza e cinismo di Trainspotting dovrebbe leggere, anche soltanto per vedere che fine fanno i personaggi a cui si è sentito tanto legato. Il problema però è che in questa seconda parte manca quasi del tutto la forza emotiva, l'intensità psicologica e il senso di partecipazione che sono elementi essenziali del suo predecessore. Sarà forse il fatto che in questo caso il ruolo di protagonista principale è affidato proprio a Simon-Sick Boy, il cui cinismo infinito rende del tutto impossibile ogni forma di empatia con le sue “disavventure”. Anche gli altri personaggi sembrano non innalzarsi più di tanto durante la narrazione, quanto piuttosto appiattirsi sempre di più man mano che ci si avvicina al finale (sopratutto la figura di Nikki verso cui, fin dall'inizio, non ho provato alcun tipo di emozione). Persino Renton, personaggio così complesso e poliedrico, capace di suscitare sensazioni ed emozioni contrastanti in poche righe nel primo romanzo, sembra appiattirsi e "banalizzarsi". Solo a Spud è lasciato un pò più di spazio di espressione anche se troppo poco in questo caso, rimanendo comunque un personaggio secondario.
Credo che fosse normale aspettarsi un cambiamento nei personaggi. Se dopo 9 anni non cambiasse nulla nella vita e nelle prospettive di un uomo, specialmente nella fase così delicata dei 35-40 anni, la situazione risulterebbe non solo parecchio noiosa ma anche del tutto irreale. Il fatto è che a Porno manca del tutto la dinamicità, la coralità e la "ruvida dolcezza" di Trainspotting, come se Welsh fosse stato schiacciato dal peso di confrontarsi, dopo 9 anni reali (Trainspotting è stato scritto nel 93, Porno nel 2002) con dei personaggi ormai divenuti molto popolari ma soprattutto molto amati dal pubblico. E credo che la conferma di questo stia proprio nel finale, la parte che forse più mi ha deluso e in cui ho visto un picco del processo di "banalizzazione".
Un libro da leggere ma non con tante aspettative.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Trainspotting dello stesso autore.
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Giorno di vacanza
Génie la matta
Mattino e sera
L'anno che bruciammo i fantasmi
T
Il mondo invisibile
Moriremo tutti, ma non oggi
L'estate in cui mia madre ebbe gli occhi verdi
Una primavera troppo lunga
La vedova
Il bambino e il cane
Giù nel cieco mondo
Il mantello dell'invisibilità
Lunedì ci ameranno
Se solo tu mi toccassi il cuore
La salita verso casa