Dettagli Recensione

 
Storia di un corpo
 
Storia di un corpo 2015-12-30 10:49:16 lapis
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
lapis Opinione inserita da lapis    30 Dicembre, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gioco di prospettiva

Questa è la storia di un uomo narrata attraverso il punto di vista del suo corpo. E’ il diario di settant’anni di vita, ma un diario atipico in cui sono apparentemente banditi fatti, descrizioni, elucubrazioni psicologiche e analisi intimistiche e annotati, al contrario, solo dati rigorosamente fisiologici: cambiamenti corporei, sensazioni fisiche, piaceri, dolori, persino un polipo nasale occupa diverse pagine. Insomma, una dichiarata oggettività di carne e ossa.

E’ di sicuro un romanzo non convenzionale e la sua ricchezza sta nella prospettiva. Non c’è una vera e propria trama. Le emozioni, le persone, gli eventi non sono raccontati ma in qualche modo “percepiti” attraverso le reazioni del corpo, dando vita a pagine originali e autentiche nella loro capacità di riproporci sensazioni vere, che ci sembra di vivere sulla pelle: la fase della crescita e della presa di coscienza di sé attraverso i messaggi del corpo, le percezioni fisiche della paura, il dolore del lutto, lo scollamento della mente durante la guerra, l’abbandono fisico imposto dalla vecchiaia. E ci si rende così conto che il romanzo è tutt’altro che disinteressato alle emozioni. Parla proprio di ciò che c’è di più intimo, della propria interiorità, che emerge nella sua essenza, liberata dalle sovrastrutture del pensiero, degli avvenimenti e delle scelte di vita o di racconto.

Lo stile è diretto e intimistico, con una vena di divertente ironia che ben si accompagna alla singolarità del punto di vista narrativo. Pur apprezzando l’originalità e la vividezza sensoriale di alcune pagine, di grande intensità, il romanzo non riesce, a mio avviso, a mantenere costante la propria forza espressiva, rendendo ostica la lettura di quelli che, a tratti, si riducono a essere resoconti di manifestazioni corporali. Alla fine del romanzo, il risultato è di non esserci davvero affezionati ai personaggi e forse di non averli nemmeno del tutto conosciuti. Probabilmente è il prezzo pagato per aver puntato troppo sulla stravaganza.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
siti
30 Dicembre, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Manuela, ho apprezzato molto il tuo commento anche perché avevo sentito la presentazione alla radio e non nego che mi aveva incuriosita, anche se Pennac non riesco a farmelo piacere più di tanto. Penso a questo punto che non lo leggerò proprio.
lapis
30 Dicembre, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Laura!
Io l'ho trovato interessante ma a corrente alternata; nel complesso non mi ha del tutto convinto... magari però tu potresti avere maggior fortuna nella lettura! Chissà...
In ogni caso, grazie mille, come sempre, per i tuoi commenti :)
bella recensione , garzie! Ma ridateci il Pennac dche narra le sue vicissitudini scolastiche !
In risposta ad un precedente commento
lapis
01 Gennaio, 2016
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Matelda! Io ho letto solo un paio di romanzi di questo autore ma temo di aver sbagliato le scelte...
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri