Dettagli Recensione

 
I fiori del tempio
 
I fiori del tempio 2009-03-28 23:52:31 Maristella
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Maristella Opinione inserita da Maristella    29 Marzo, 2009
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La trappola della dea ragno

..il tuo sguardo innocente ha osato abbracciare la bellezza



se pure nel suo momento di vergogna e di sporcizia.





Rani Manicka, è nata e cresciuta in Malaysia. Laureata in economia e trasferitasi a Londra, ha debuttato nel mondo letterario con un romanzo di grande successo “ Madre del riso”, pubblicato in Italia nel 2003.

Con questo suo secondo libro, “ I fiori del tempio”, l’autrice ci trasporta in una Londra enigmatica e trasgressiva, in cui le passioni sfrenate, il sesso, le droghe governano la vita degli uomini e delle donne, contribuendo alla creazione di una società che si consuma e brucia nella corruzione e nel peccato, autodistruggendosi.

Strutturato in forma di racconto a più voci, come nel suo precedente romanzo, ogni personaggio, lasciato “libero” di raccontare e raccontarsi, contribuisce alla costruzione di una trama avvincente che, come un grande puzzle , si ricompone quasi magicamente sotto i nostri occhi.

Tutto inizia con la storia di due bellissime gemelle balinesi, Nutan e Zeenat, che dopo la morte della madre Ibu, sono costrette dal padre ( da sempre innamorato della loro nonna Nenek) a lasciare l’isola e a cercare un lavoro nella metropoli londinese. La realtà che trovano è sconcertante ed il loro incontro con Ricky Armiento, trasgressivo e disinibito “self made man” di origini siciliane, segnerà il loro destino. Ricky è l’ideatore del tempio della dea ragno, un appartamento dove condurre le anime sulla via della perdizione sacrificandole per ottenere in cambio potere, lusso e fortuna.

Molti i personaggi che frequentano questo torbido e fagocitante ambiente o che ruotano intorno alla vita di chi non riesce ad affrancarsene. L’autrice è particolarmente brava e talentuosa nel definirne la psicologia e la personalità, dando loro la possibilità di esprimersi e di estrinsecarsi, adottando, per ognuno di essi, uno stile differente che li rappresenta e li caratterizza. Di ognuno conosceremo il destino e ognuno avrà la possibilità di arrendersi al male o affrontarlo e cambiare radicalmente la propria vita restituendo energia al proprio spirito e al proprio corpo. Zeenat, Nutan, Francesca, Ricky, Anis, Bruce, Maggie, Swathi, Elizabeth….chi di loro riuscirà a sopravvivere alla trappola della dea ragno?

E anche l’autrice, trasformando sorprendentemente se stessa in personaggio, all’interno delle pagine del suo libro, permetterà ai suoi lettori una miglior comprensione ed un ulteriore coinvolgimento.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gelosia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Su un letto di fiori
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La mia vita con i gatti
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri