Narrativa straniera Romanzi I fiori del tempio
 

I fiori del tempio I fiori del tempio

I fiori del tempio

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Bellissime e innocenti, uguali come due gocce d'acqua, le giovani sorelle Nutan e Zeenat vivono indisturbate sull'isola di Bali immerse in una natura rigogliosa, finché all'improvviso, dopo la morte della loro madre, sono costrette a trasferirsi a Londra. Qui la loro vita si incrocia con quella di Ricky, un uomo enigmatico e trasgressivo che le trascina in un suo mondo fatto di eccessi e decadenza. Ricky ha stretto un patto di sangue con un'implacabile dea, con la promessa di erigere un tempio dove condurre le anime perdute in cambio di potere e ricchezza. Un luogo in cui il destino di Nutan e Zeenat si unisce fatalmente a quello di altri personaggi fragili e dissoluti, un mondo parallelo in cui nulla è come sembra e tutto è concesso in un conturbante gioco di specchi.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
5.0  (2)
Contenuto 
 
4.5  (2)
Piacevolezza 
 
4.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
I fiori del tempio 2013-03-16 09:12:33 marinablu
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
marinablu Opinione inserita da marinablu    16 Marzo, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IL FASCINO DELL’INNOCENZA CADUTA IN TENTAZIONE

“….Dobbiamo scoprire la Bellezza che, caduta in errore, ha ceduto alla tentazione ed è rimasta nuda e senza amici, eppure resiste”

Straordinario questo romanzo che vede come protagoniste due sorelle gemelle legate da un vincolo indissolubile, Nutan e Zeenat appartengono l’una a l’altra.
Nutan forte e determinata, Zeenat dolce e remissiva, nascono e crescono in una Bali che non è solo quell’immagine paradisiaca che noi tutti conosciamo perché catturata nelle fotografie dei turisti, ma è un luogo magico, ricco di cultura e tradizioni, dove la natura umana è rimasta incontaminata dal degrado del vizio e del consumismo e la purezza è rappresentata da due gemelline bellissime che danzano con buganvillee tra i capelli. Per tutta la loro esistenza sarà importante il ruolo della nonna Nenek, una donna forte, provata dalla vita e ricca di spiritualità, sarà un punto di riferimento per ciò che è puro e sacro, un dolce richiamo alle proprie origini. Alla morte delle madre, Nutan e Zeenat vengono convinte dal padre a intraprendere un vacanza a Londra di solo tre o quattro mesi. Tra l’eccitazione per la scoperta di un mondo nuovo e un vago senso di tristezza per l’abbandono della propria terra e della tanto amata nonna, scopriranno sulla propria pelle che questa vacanza si rivelerà un viaggio che avrà come destinazione l’inferno.
- “E’ solo una vacanza” mi dicevo per mettere a tacere il mio senso di colpa.(Nutan) -
Arrivate in una caotica Londra incontreranno Ricky, personaggio cardine del racconto, un uomo che dal nulla si è creato un impero economico, una personalità carismatica e sprezzante delle virtù altrui, un diavolo tentatore sempre pronto a raccogliere e trascinare chi lo circonda in un baratro di infelicità e di dissoluzione. Ricky avrà il ruolo di traghettatore di anime perdute donando loro le chiavi per accedere al “Tempio del Ragno”.
In un mondo dove tutto ruota tra droga, sesso e superficialità ci saranno anche Francesca, Elizabeth, Maggie, Anis e Bruce tutti vittime e carnefici di loro stessi. Tutti arriveranno al punto di vendere la propria anima e/o il proprio corpo pur di ottenere un po’ di quella felicità effimera e fasulla.
La debolezza alle facili tentazioni si alternerà con un desiderio di rinascita e liberazione.

Bellissima l’analisi psicologica dei personaggi, che in prima persona ti raccontano i loro stati d’animo, coinvolgendoti così nelle situazioni che vivono e come le vivono, cosa li porta ad avvicinarsi all’oscuro e a volerne far parte fino ad arrivare all’autodistruzione.
Attraverso le vite dei protagonisti, che raccontano dettagliatamente e in modo molto crudo le loro realtà, riesci a vedere con occhi smaliziati quanto può essere facile toccare quel punto di non ritorno, ma vedi anche quanto caro puoi pagare quel singolo attimo di debolezza che è l’inizio di un vortice maligno che sembra senza fine. Coinvolto nei loro eventi e cercando un barlume di speranza hai la possibilità di riflettere sulla continua lotta tra il male e il bene, l’inferno e il paradiso, il senso di abbandono verso il nulla e la volontà di riprendere la propria vita tra le mani….e chi tra loro è realmente coraggioso “forse” riuscirà finalmente a rivedere la luce.



Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore
I fiori del tempio 2009-03-28 23:52:31 Maristella
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Maristella Opinione inserita da Maristella    29 Marzo, 2009
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La trappola della dea ragno

..il tuo sguardo innocente ha osato abbracciare la bellezza



se pure nel suo momento di vergogna e di sporcizia.





Rani Manicka, è nata e cresciuta in Malaysia. Laureata in economia e trasferitasi a Londra, ha debuttato nel mondo letterario con un romanzo di grande successo “ Madre del riso”, pubblicato in Italia nel 2003.

Con questo suo secondo libro, “ I fiori del tempio”, l’autrice ci trasporta in una Londra enigmatica e trasgressiva, in cui le passioni sfrenate, il sesso, le droghe governano la vita degli uomini e delle donne, contribuendo alla creazione di una società che si consuma e brucia nella corruzione e nel peccato, autodistruggendosi.

Strutturato in forma di racconto a più voci, come nel suo precedente romanzo, ogni personaggio, lasciato “libero” di raccontare e raccontarsi, contribuisce alla costruzione di una trama avvincente che, come un grande puzzle , si ricompone quasi magicamente sotto i nostri occhi.

Tutto inizia con la storia di due bellissime gemelle balinesi, Nutan e Zeenat, che dopo la morte della madre Ibu, sono costrette dal padre ( da sempre innamorato della loro nonna Nenek) a lasciare l’isola e a cercare un lavoro nella metropoli londinese. La realtà che trovano è sconcertante ed il loro incontro con Ricky Armiento, trasgressivo e disinibito “self made man” di origini siciliane, segnerà il loro destino. Ricky è l’ideatore del tempio della dea ragno, un appartamento dove condurre le anime sulla via della perdizione sacrificandole per ottenere in cambio potere, lusso e fortuna.

Molti i personaggi che frequentano questo torbido e fagocitante ambiente o che ruotano intorno alla vita di chi non riesce ad affrancarsene. L’autrice è particolarmente brava e talentuosa nel definirne la psicologia e la personalità, dando loro la possibilità di esprimersi e di estrinsecarsi, adottando, per ognuno di essi, uno stile differente che li rappresenta e li caratterizza. Di ognuno conosceremo il destino e ognuno avrà la possibilità di arrendersi al male o affrontarlo e cambiare radicalmente la propria vita restituendo energia al proprio spirito e al proprio corpo. Zeenat, Nutan, Francesca, Ricky, Anis, Bruce, Maggie, Swathi, Elizabeth….chi di loro riuscirà a sopravvivere alla trappola della dea ragno?

E anche l’autrice, trasformando sorprendentemente se stessa in personaggio, all’interno delle pagine del suo libro, permetterà ai suoi lettori una miglior comprensione ed un ulteriore coinvolgimento.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri