Dettagli Recensione

 
Estensione del dominio della lotta
 
Estensione del dominio della lotta 2021-02-13 21:25:46 archeomari
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
archeomari Opinione inserita da archeomari    13 Febbraio, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

DIO HA VOLUTO DISUGUAGLIANZE, NON INGIUSTIZIE

“Il liberalismo economico è l’estensione dell’ambito della lotta, la sua estensione a tutte le età della vita e a tutte le classi della società. Allo stesso modo, il liberalismo sessuale è l’estensione dell’ambito della lotta, la sua estensione a tutte le età della vita e a tutte le classi della società”.

L’opera di esordio di Michel Houellebecq ha un nome altisonante, richiama qualcosa di tecnico, magari uno studio sociale. Ma non è un saggio, è un romanzo breve che ha per protagonista un trentenne, un informatico che ha una buona posizione lavorativa, non è attraente, ma possiede quel minimo di fascino che gli permette ogni tanto di abbordare qualche donna. Il giovane che conoscerà all’interno della storia, un certo Tisserand , invece, verso cui la natura non è stata certo generosa con il suo aspetto fisico, è un vero frustrato dal punto di vista sentimentale e sessuale. Anche Catherine Lechardoy, la giovane informatica che conosce in una trasferta di lavoro non è dotata di bellezza: “No, non è proprio granché. Oltre ai denti marci ha i capelli di un colore indefinibile, gli occhi piccoli e rossi di rabbia. Seno e culo impercettibili. Dio non è stato molto generoso con lei.”
Tutti cerchiamo di assicurarci un po’ di affetto, nella società capitalistica anche il bambino di sette anni
“che gioca con i soldatini sul tappeto del salotto. Ti chiedo di guardarlo attentamente. Dopo il divorzio dei genitori, non ha più un padre. Vede pochissimo la madre, che occupa una posizione importante in un’azienda di cosmetici. Eppure gioca con i soldatini, e ha l’aria di appassionarsi molto a queste rappresentazioni del mondo e della guerra. Non c’è dubbio che stia già soffrendo un po’ di mancanza d’affetto;(...)

Nel caso del protagonista, voce narrante (probabilmente anche alias dello scrittore, che nella vita è stato un informatico) e dei personaggi sopracitati, la bellezza fisica ha lo stesso ruolo del denaro nella società del liberismo economico, serve a operare differenziazioni e discriminazioni: la vita è una continua lotta per sopravvivere e per accaparrarci quel minimo di affetto necessario per non disperarci nella solitudine e nella vacuità del solipsismo.
La penna di Houellebecq è sin da subito tagliente, schietta e scabra, per niente consolatoria “La scrittura non consola affatto. La scrittura rappresenta, delimita. Introduce un sospetto di coerenza, un’idea di realismo”. In alcuni passaggi le pagine trasudano malinconia, qualche accennata punta di lirismo. Spietato e sincero, a tratti snob. Disturbante.
Divorato in una giornata. Uno dei libri più belli dello scrittore francese, insieme a “La carta e il territorio”.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
OTTIMO come primo approccio all’autore
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La mia giornata nell'altra terra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La fortuna
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La treccia alla francese
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Città in fiamme
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ritratto di donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tessitore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il segreto dell'alchimista
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La stanza delle mele
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il ritorno di Sira
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stalingrado
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fame blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vita in vendita
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

L'improbabilità dell'amore
La grande foresta
La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola
L'uomo che aveva visto tutto
Serge
La foresta della notte
L'eredità
Dove sei, mondo bello
Maimai
Gli ansiosi
Il guardiano notturno
Le vie dell'Eden
La lingua perduta delle gru
Tomas Nevinson
La promessa
L'uomo che amava i bambini