Dettagli Recensione

 
Le vite impossibili di Greta Wells
 
Le vite impossibili di Greta Wells 2022-03-19 19:17:01 Pelizzari
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    19 Marzo, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sliding doors nel tempo

La trama di questo libro è geniale, e lo stile dimostra un senso del tempo ancora più eccezionale. Letto in questi giorni, il suo sapore è stato ancora più speciale. La protagonista è Greta. O meglio, tre Grete: Greta uno, Greta due, Greta tre. Siamo nel 1986, la Greta 1986 subisce un lutto importate e, per uscirne, è sottoposta a sedute di elettroshock, che la portano nella sua stessa vita a rotazione nel 1918 e nel 1941. Mentre, a loro volta, la Greta 1918 si sposta nel tempo e la Greta 1941 pure. In teoria ad intervalli regolari, in realtà ogni tanto qualche Greta si incricca e quindi si salta qualche turno. Da cui la grande attenzione dell’autore a rispettare i mondi paralleli e la grande attenzione del lettore a non perdere il filo. Le tre Grete sono tre donne che vogliono scappare dalle proprie vite, si trovano comunque tutte, a modo loro, circondate dalle persone che hanno fatto la loro vita, solo che è in un altro tempo. Guarda caso un tempo è appena dopo la fine di una guerra, senza che le persone del tempo sappiano che la guerra sta per finire; e l’altro tempo è appena prima dell’inizio di un’altra guerra, senza che le persone del tempo sappiano che la guerra sta per iniziare. Questo è il motivo per cui leggere queste pagine in questi giorni porta a riflessioni ancora più profonde. Tutte e tre le Grete cercano di riparare agli sbagli commessi. Perché non c’è vita senza sbagli. L’articolazione dei percorsi di viaggio, e direi anche di rinascita, è segno di una straordinaria capacità narrativa. L’idea di abitare dentro me stessa in un’altra epoca, per diventare ancora di più me stessa, è affascinante. Un viaggio nel tempo che non sarebbe male poter fare. L’idea che debba però esistere per forza un paradiso, dove tutti i fili si riannodano, è ancora più carezzevole. E’ un libro che è un sogno, perché alla fine ogni Greta trova il proprio posto nel tempo, che non è necessariamente quello di partenza. Ed alla fine il cerchio si chiude, con tutte le infinite possibilità che si aprono.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Mai letto l'autore. Bella segnalazione, dunque.
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La mala erba
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Avere tutto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Masen'ka
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Flashback
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il girotondo delle iene
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita prima dell'uomo
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.1 (2)
Fairy Tale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Masen'ka
Il peso
La vita prima dell'uomo
Mao II
Il sale dell'oblio
La casa dell'oppio
Un circolo vizioso
Un'altra donna
Lo squalificato
I quaderni di don Rigoberto
Il lampadario
Carne e sangue
Casa di giorno, casa di notte
In una notte buia uscii dalla mia casa silenziosa
Conversazione nella Catedral
Questo post è stato rimosso