Dettagli Recensione

 
Alla corte dei Borgia
 
Alla corte dei Borgia 2011-08-28 12:36:23 rondinella
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
rondinella Opinione inserita da rondinella    28 Agosto, 2011
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Alla corte dei Borgia

"'Canterella' la chiamano: un'erba da cui si ricava un veleno in polvere così letale che ne basta un pizzico per uccidere un uomo, per annientarlo in pochi giorni [...].
Si dice che solo i Borgia ne conoscano il suo segreto: come miscelarla, conservarla, somministrarla in modo da celarne il gusto".

Con queste allettanti parole, la Kalogridis ci introduce nel prologo della storia dei Borgia, una nobile famiglia italo-spagnola nata per essere romanzo.
A fine lettura ho dato uno sguardo d'insieme per cercare eventuali difetti in questo libro; non ne ho trovati.
Questo testo è un lavoro eccellente, non solo perché è storicamente molto pertinente (quanto gioirò quest'anno quando non mi toccherà sudare sul libro di Storia!) ma perché ha di mirabile anche la parte romanzata.

Sancia d'Aragona, figlia del re Alfonso II di Napoli verrà data in sposa al 'bastardo' del papa Alessandro VI (al tempo Rodrigo Borgia) per sancire un'allenza che garantisca la protezione del sud Italia dai francesi.
Ma c'è da fidarsi di un papa così instabile, influenzabile e ambiguo?
Sancia sarà costretta a spostarsi dalla sua amata Napoli alla corrotta e depravata corte di Roma. E qui si ritroverà in un ambiente così immorale e pericoloso da costringerla a trovare dentro di se armi che non sapeva di possedere.
"Ma che razza di mostruosa famiglia è mai questa?"

I principali punti di forza di questo libro sono due:
-lo stile della scrittrice, incalzante, la lettura che risulta facilmente comprensibile e mai banale, il lessico adeguato;
-i personaggi. I personaggi così reali, vividi, pieni di emozioni; mi sono commossa nel vedere l'amore di Sancia per il fratello (ad un certo punto giuro che ho quasi versato lacrime...) e la fragilità di Lucrezia, sono rimasta succube anch'io del fascino misterioso di Cesare. Ma questo è dir poco.

Ribadisco, un lavoro superbo. Come se non bastassero le lodi che ho intessuto sopra, aggiungo che la ricostruzione storica-artistica della varie ambientazioni è ottima e verosimile, e le parti di fantasia aggiunte dalla scrittrice si integrano perfettamente con i fatti realmente accaduti. Bravissima.
Consigliato

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Storici, romanzi
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
bella recensione! ho letto il libro appena è uscito e devo dire che lo hai presentato proprio bene
secondo me si presenta da solo... le mie parole non gli rendono molta giustizia :)
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Sorelle sbagliate
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stelle minori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il cuoco dell'Alcyon
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Tutto sarà perfetto
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Bugie e altri racconti morali
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ninfa dormiente
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La scuola
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Al Tayar
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Delitti senza castigo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Persone normali
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Nel silenzio delle nostre parole
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
L'estate dell'innocenza
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri