Dettagli Recensione

 
I colori dell'incendio
 
I colori dell'incendio 2020-05-28 15:41:01 annamariabalzano43
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
annamariabalzano43 Opinione inserita da annamariabalzano43    28 Mag, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La vendetta è un piatto che si serve freddo

“I colori dell’incendio” è il secondo romanzo di una trilogia di Pierre Lemaitre, che segue le vicende di una famiglia della grande borghesia francese dai primi del novecento. Mentre “Ci rivediamo lassù” è una lettura più impegnativa, che affronta il tema della guerra e delle sue conseguenze nel pubblico come nel privato, qui la vicenda si dipana nell’ambito familiare, pur esprimendo tacitamente considerazioni sulla politica, sulla società, sui mezzi di informazione.
Al centro della storia è Madeleine che assiste al tentato suicidio del figlio di otto anni proprio nel giorno dei funerali del nonno. La tragedia colpisce Madeleine quando è assolutamente impreparata a gestire l’ingente patrimonio lasciatole dal padre. Per necessità dunque si affida a chi le sta più vicino e di cui si fida. L’avidità, tuttavia, trasforma le persone che ha intorno che non esitano a tradirla. Ridotta quasi alla miseria, Madeleine è costretta a ridimensionare il suo stile di vita mentre vede prosperare chi l’ha tradita. Escogita così una serie di espedienti per mettere in atto una vendetta feroce.
È un mezzo efficace per portare avanti una critica sul sistema politico troppo spesso incline a compromessi disonesti, efficace per mettere in risalto la frequente mancanza di scrupoli di certa informazione sempre a caccia di scoop a fini personalistici e scandalistici, efficace inoltre per sottolineare quanto sia sempre stata diffusa in ogni epoca la pratica dell’evasione fiscale da parte di chi possiede ingenti patrimoni. Il tutto sullo sfondo dell’ascesa del nazismo in Germania e dello stabilizzarsi del fascismo in Italia.
Un romanzo assai scorrevole, di piacevole lettura, pur non essendo forse all’altezza del primo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Ciao Anna Maria. Devo confessare di non aver letto nulla del noto autore. Non so neppure se sia da considerare un grande scrittore. Dalle stelline assegnate allo stile, ne dubito, benché tu ci abbia detto che non si tratta certo del suo libro migliore.
Ciao Emilio. Si secondo me quello precedente è migliore, questo è più scorrevole però. Ora bisognerà vedere come è il terzo, appena uscito.
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le ossa parlano
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Annientare
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri