Narrativa italiana Gialli, Thriller, Horror Con tanto affetto ti ammazzerò
 

Con tanto affetto ti ammazzerò Con tanto affetto ti ammazzerò

Con tanto affetto ti ammazzerò

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


A Villa Roccaromana, una delle dimore marine più affascinanti di Posillipo, si festeggia il novantesimo compleanno della baronessa Elena De Flavis, la cui nobiltà d'animo è riconosciuta in tutta Napoli. L'ispettore Gianni Scapece, tra gli invitati insieme al commissario Carlo Improta, si gode la serata e la conoscenza di Naomi, incantevole nipote della padrona di casa. Tutto scorre con piacevolezza finché qualcuno decide di mettere in scena il finimondo: proprio quando un tenore attacca a cantare Nessun dorma, molti dei presenti iniziano a perdere i sensi, uno dopo l'altro. Nella gran confusione che segue, la baronessa scompare insieme al suo maggiordomo cingalese Kiribaba. Un rapimento? Un suicidio? Un tragico incidente? Il mistero prende una brutta piega quando Scapece e Improta incontrano i tre figli della baronessa, per nulla sconvolti dall'accaduto e interessati piuttosto alla spartizione dell'eredità. È l'inizio di una complicata indagine tra i rancori, le gelosie e le meschinità che a volte distruggono i legami familiari; ma per fortuna l'ispettore e il commissario saranno spalleggiati da un'altra famiglia, quella dei Vitiello e della trattoria Parthenope, fonte inesauribile di buonumore e di trovate geniali.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Con tanto affetto ti ammazzerò 2019-06-12 07:54:27 ornella donna
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    12 Giugno, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un giallo alla "napoletana"

Pino Imperatore scrive Con tanto affetto ti ammazzerò, un giallo davvero simpatico, travolgente ed ironico. Mi sono divertita tantissimo a leggerlo. Una lettura di evasione che non vuole dire scarsa qualità, semmai il contrario. Un libro che spesso fa sorridere, che travolge il lettore con simpatia ed affetto. A Villa Roccaromana, casa situata nelle alture di Posillipo, ovvero:
“A picco sulle onde del golfo di Napoli, un luogo di delizie il cui simbolo, visibile soltanto dal mare, era una torretta col tetto a pagoda”.
In tale magnificenza vive la baronessa Elena De Flavis,
“donna di classe e di garbo, ultima discendente della casata dei baroni di San Pizzo, due volte vedova e per cinque volte insignita del titolo di “Filantropa napoletana dell’anno”;
la quale, per festeggiare il proprio compleanno, organizza un ricevimento lussuoso, in cui invita tutte le persone che contano a Napoli, compresi il questore, ma soprattutto l’ispettore Gianni Scapece e il commiissaio Carlo Improta. Una coppia agli antipodi:
“Il commissario, poco più che sessantenne, non aveva un fisico da passerella; era tracagnotto, compatto, tutto muscoli e nervi . (…) Scapece, una ventina di anni più giovane, aveva tutt’altre fattezze: corpo atletico, viso da macho, occhi color argento, capelli neri spruzzati di bianco alle tempie e un sorriso in cui la gioia di vivere si fondeva con la malinconia.”
Ad un tratto la maggior parte degli invitati cadono giù come birilli, narcotizzati e la baronessa con il suo fidato domestico Kiribaba, scompare. Che è successo? E come ritrovarla? Inizia una indagine complessa, all’interno di beghe e rancori familiari, di gelosie e meschinità, di avidità e di sete di denaro.
Un bel giallo, dalle tipiche atmosfere napoletane, rilassanti e gioiose. Una investigazione, però, corretta e profonda. Una ambientazione solare descritta con meticolosità che affascina e stupisce. Una storia ben costruita ed offerta con particolare sapienza ed acume narrativo. Ottimo!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Odio volare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il detective selvaggio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il mistero degli Inca
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La follia Mazzarino
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Instinct
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Marie la strabica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una perfetta bugia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La bella sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il confine
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tempo dell'ipocrisia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La maledizione delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri