Il brigatista Il brigatista

Il brigatista

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Spiaggia di Castelporziano, luglio ’79. Durante il Festival dei poeti due militanti delle Br vengono arrestati in una sparatoria. Uno dei due, Jacopo Varega riesce a scappare dall’ospedale in cui è stato ricoverato, e a Roma si apre la più grande caccia all’uomo dai tempi del rapimento Moro. Pochi giorni dopo la giornalista televisiva Ornella Gianca riceve una telefonata: dal suo nascondiglio in un appartamento disabitato della periferia romana, Varega ha deciso di rivelare il nome di chi lo ha tradito e di raccontare, davanti a una telecamera, il decennio dell’odio, iniziato il 12 dicembre del 1969 con la strage di piazza Fontana a Milano. Con il ritmo serrato di un thriller, tra snodi storici e intrecci sentimentali, entriamo nella mente del brigatista per indagare le ragioni che spinsero un gruppo di giovani a imbracciare le armi e uccidere. Questa è la storia della caccia ai brigatisti da parte degli uomini del generale Dalla Chiesa, ed è la storia dell'Italia. L’Italia eversiva delle stragi e della strategia della tensione; l’Italia della cacciata di Lama dall’università, dei poliziotteschi, dell’epidemia di colera a Napoli e della diffusione dell’eroina. L'Italia di Aldo Moro, del commissario Calabresi, di Indro Montanelli e Gian Maria Volonté. Un paese in cui la verità è sempre stata una contraddizione, un intrigo internazionale, ma anche una questione privata.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il brigatista 2019-10-20 22:50:44 annamariabalzano43
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
annamariabalzano43 Opinione inserita da annamariabalzano43    21 Ottobre, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Come raccontare la storia oggi


La letteratura, si sa, è espressione di un’epoca, ne interpreta le tensioni, le contraddizioni, le aspirazioni sociali e politiche. Il romanzo, con la sua prosa, ora semplice, ora complessa, è stata ed è la forma più idonea a raggiungere un vasto pubblico. Tra tutte le forme di romanzo, quella che oggi torna ad essere al centro dell’interesse dei lettori è il romanzo storico. Certamente cambia la narrazione se si considerano le origini del genere, dai tempi di Walter Scott o di Stendhal o anche di Alessandro Manzoni. In quei casi ci troviamo di fronte a periodi storici ben documentati sullo sfondo dei quali si muovono personaggi del tutto fittizi. Il mutare dei tempi, una realtà complessa e inquietante, fatta spesso di violenza e disincanto hanno prodotto un nuovo genere di romanzo storico che può senz’altro definirsi romanzo-documento. Certamente non si può negare l’insegnamento del passato, ma oggi si sente l’esigenza di far muovere sulla scena personaggi realmente esistiti, sia pure a volte celati dietro maschere, unicamente per motivi di rispettosa opportunità. Nascono così opere come “M, il figlio del secolo” di Scurati, documentatissimo romanzo sull’ascesa di Mussolini, o anche “I leoni di Sicilia” di Stefania Auci, la storia vera della famiglia Florio. È con questa esigenza di realismo che si muove anche Antonio Iovane, che ricostruisce, dando spazio alla fantasia solo quel tanto necessario a soddisfare il legittimo istinto creativo dell’artista, uno dei periodi più bui della storia italiana, dalla strage di piazza Fontana al rapimento Dozier.
Ciò che è interessante, in questo libro, è che il lettore ha la possibilità di muoversi insieme ai personaggi, ponendosi dal loro punto di vista di fronte agli eventi narrati. Con equilibrio e mai con faziosità Iovane rappresenta le illusioni e le disillusioni di un gruppo di giovani fanatici di un’ideologia degenerata in azioni disumane e aberranti, così come rappresenta le contraddizioni esistenti nel mondo dell’informazione, della politica, delle forze dell’ordine. Un mondo dove tutti sono buoni e cattivi, dove l’uomo riesce forse solo nel suo incoffessabile intimo ad ammettere la verità su se stesso.
Un accenno doveroso si deve alla copertina, che rispecchia il contenuto del libro: un’immagine, che con una certa audacia si potrebbe definire “cubista”, rappresenta un volto umano scomposto. È questa la condizione dell’uomo contemporaneo, dell’uomo in assoluto, alla ricerca di una ricomposta unitarietà del proprio essere. Un’immagine che non si riferisce solo al protagonista, dunque, ma a ogni personaggio del libro, espressione della nostra tormentata epoca.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Caldo in inverno
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Ah l'amore l'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ragazza nuova
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'angelo di Monaco
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Universum. Cronache dei pianeti ribelli
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Anello di piombo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa delle voci
Valutazione Utenti
 
3.4 (4)
Nozze. Per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Elefante a sorpresa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'avvocato degli innocenti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quantum
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
1.8 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri