Dettagli Recensione

 
Il brigatista
 
Il brigatista 2019-10-20 22:50:44 annamariabalzano43
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
annamariabalzano43 Opinione inserita da annamariabalzano43    21 Ottobre, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Come raccontare la storia oggi


La letteratura, si sa, è espressione di un’epoca, ne interpreta le tensioni, le contraddizioni, le aspirazioni sociali e politiche. Il romanzo, con la sua prosa, ora semplice, ora complessa, è stata ed è la forma più idonea a raggiungere un vasto pubblico. Tra tutte le forme di romanzo, quella che oggi torna ad essere al centro dell’interesse dei lettori è il romanzo storico. Certamente cambia la narrazione se si considerano le origini del genere, dai tempi di Walter Scott o di Stendhal o anche di Alessandro Manzoni. In quei casi ci troviamo di fronte a periodi storici ben documentati sullo sfondo dei quali si muovono personaggi del tutto fittizi. Il mutare dei tempi, una realtà complessa e inquietante, fatta spesso di violenza e disincanto hanno prodotto un nuovo genere di romanzo storico che può senz’altro definirsi romanzo-documento. Certamente non si può negare l’insegnamento del passato, ma oggi si sente l’esigenza di far muovere sulla scena personaggi realmente esistiti, sia pure a volte celati dietro maschere, unicamente per motivi di rispettosa opportunità. Nascono così opere come “M, il figlio del secolo” di Scurati, documentatissimo romanzo sull’ascesa di Mussolini, o anche “I leoni di Sicilia” di Stefania Auci, la storia vera della famiglia Florio. È con questa esigenza di realismo che si muove anche Antonio Iovane, che ricostruisce, dando spazio alla fantasia solo quel tanto necessario a soddisfare il legittimo istinto creativo dell’artista, uno dei periodi più bui della storia italiana, dalla strage di piazza Fontana al rapimento Dozier.
Ciò che è interessante, in questo libro, è che il lettore ha la possibilità di muoversi insieme ai personaggi, ponendosi dal loro punto di vista di fronte agli eventi narrati. Con equilibrio e mai con faziosità Iovane rappresenta le illusioni e le disillusioni di un gruppo di giovani fanatici di un’ideologia degenerata in azioni disumane e aberranti, così come rappresenta le contraddizioni esistenti nel mondo dell’informazione, della politica, delle forze dell’ordine. Un mondo dove tutti sono buoni e cattivi, dove l’uomo riesce forse solo nel suo incoffessabile intimo ad ammettere la verità su se stesso.
Un accenno doveroso si deve alla copertina, che rispecchia il contenuto del libro: un’immagine, che con una certa audacia si potrebbe definire “cubista”, rappresenta un volto umano scomposto. È questa la condizione dell’uomo contemporaneo, dell’uomo in assoluto, alla ricerca di una ricomposta unitarietà del proprio essere. Un’immagine che non si riferisce solo al protagonista, dunque, ma a ogni personaggio del libro, espressione della nostra tormentata epoca.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 
Certo, Anna Maria, la letteratura è espressione di un'epoca. Però la grande letteratura trascende la propria epoca perché contiene ciò che B. Croce chiamava "afflato cosmico" .
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Croce del Sud
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tokyo tutto l'anno
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri