Domani ti perdono Domani ti perdono

Domani ti perdono

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

"Non sono innamorato di te." La fine di un amore? No, l'inizio di una nuova vita per Laura Sereni, bella, brillante e di nuovo single. Una che non ha bisogno di una storia per usare il cuore: si commuove alla posta delle sue lettrici, assiste l'amica ingessata, non si tira indietro davanti ai cambiamenti. Eppure neanche lei è perfetta. Proprio come tutti quanti. Come Andrea, che ha avuto paura di amarla, nonostante sia un uomo di successo. Come il prete anticonformista che incontra per un'intervista e non la molla più, e come l'ineffabile Gaia, più zen di una gatta di marmo e madre fortunata del bambino più pratico e impertinente che si possa incontrare.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Domani ti perdono 2015-03-24 13:17:57 SARY
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
SARY Opinione inserita da SARY    24 Marzo, 2015
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Laura e compagnia bella

Laura è una quarantenne affascinante e in gamba, ammirata dagli uomini e odiata dalle donne. Giunta ad un momento cruciale della propria vita, tronca nettamente i rapporti fasulli, cestina l’inutile e si butta a capofitto in avventure difficili ma gratificanti. Nella sua privata cernita impietosa si salva il giusto. Alle vicende di Laura si intrecciano altre storie, altri drammi. I protagonisti, passando dalla tappa obbligatoria del sacrificio e del dolore, giungeranno a piccole vittorie o a realizzazioni personali?
A far da sfondo a questa storia di cadute e rialzi c’è una Milano meschina. Il prossimo è colui da fregare, l’amico è tale se il tornaconto è buono, l’amante è piacevole finché non pretende. Servono coraggio, determinazione, onestà, umiltà per ottenere buoni risultati, per essere un’ancora di salvezza per gli altri.
Il materiale utilizzato è popolare, storie di ordinari fallimenti coniugali. Ma proprio per questo è un buon romanzo, la realtà lavorata e trasformata in gradevoli episodi. Una penna arguta che si esprime con franchezza. Il tono è leggero e scanzonato non privo di effetto. La presenza costante di dialoghi rende tutto familiare e scorrevole.
I capitoli sono brevi ed ognuno corrisponde ad un personaggio; ci sono, quindi, vari punti di vista e diverse opinioni. Lo sconforto iniziale dovuto alla copertina e al titolo viene superato fin dalle prime pagine. L’aspetto esteriore promette banalità ma il contenuto, invece, merita l’attenzione di un lettore modesto senza grandi pretese.
Concludendo, una lettura piacevole, semplice, adatta all’evasione sensata.

“Non si può stare nel buio dell’infelicità troppo a lungo: qui siamo in prestito, procrastinare il dolore è una bizza da immortali, tra poco ci scade il contratto e bisogna darsi una mossa. Meglio la forza di un ottimismo prudente, l’anticonformismo della generosità e il lusso della solidarietà. L’amore è una coperta calda, mentre il cinismo lascia nudi di fronte al dolore. Il cinismo paga solo quando tutto va bene: ma quando si è fortunati che bisogno c’è di essere cinici? Non è meglio essere magnanimi?”

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri