La moglie magica La moglie magica

La moglie magica

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

A vent'anni, appena sposata, Mariangela va ad abitare con il marito in un'elegante palazzina Liberty di via Eustachi a Milano. I vicini ammirano i suoi grandi occhi illuminati di gioia e la sua vitalità contagiosa, al punto che il nomignolo di «Magìa», che la accompagna da quando era bambina e non sapeva pronunciare il proprio nome per intero, sembra esserle stato cucito addosso dal destino. Eppure, nel tempo, gli stessi vicini la vedono spegnersi. Tutti le vogliono bene, ma non possono aiutarla, perché hanno capito che il motivo della sua tristezza è il marito Paolo. Un giorno, dopo l'ennesimo gesto violento del marito, Magìa si risveglia finalmente dal suo stato di sudditanza e allora trova il coraggio di riprendere in mano la sua vita e ribellarsi, per salvare se stessa e i figli.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
1.3
Stile 
 
2.3  (3)
Contenuto 
 
1.0  (3)
Piacevolezza 
 
1.0  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La moglie magica 2015-02-10 00:23:39 Andry994
Voto medio 
 
1.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Andry994 Opinione inserita da Andry994    10 Febbraio, 2015
  -   Guarda tutte le mie opinioni

La delusione magica

Contiene spoiler.
Il soggetto non è male, attualissimo con tutti i casi di violenza, stalking e femminicidio. Se avesse lavorato un po' di più avremmo goduto di un intreccio ricco di suspence, ma purtroppo arriva un momento, nella vita di uno scrittore, in cui si avverte un pesante blocco proprio nel punto esatto in cui si originano le parole. Forse questo momento è giunto anche per la Modignani, dato che la sua storia, appare completamente povera. Non mi vergogno di definirla un'onta alla letteratura italiana. La trama è banale quanto lo sono le descrizioni dei personaggi, poverissime di spessore e per nulla verosimili, come non lo sono, d'altronde, neanche i tempi in cui si dipana la vicenda. Mariangela, soprannominata Magia, incontra un "bel tenebroso" nell'officina del padre, nell'umile paesino di montagna in cui vive e se ne invaghisce dal primo istante. Stanca della solita routine, della vita povera condotta fino a quel momento e di una relazione che non la soddisfa, accetta la proposta dell'uomo di sposarlo e trasferirsi a Milano, dove condurrà, contrariamente alle sue aspettative, una vita spenta, ingrigita dalle manie persecutive dell'uomo che ha sposato, rivelatosi pericolosamente violento e geloso.
Lo stile, prevalentemente paratattico e semplicistico reca un lessico povero e banale. Inoltre, nonostante l'autrice ostenti un parlato del secolo scorso che dovrebbe conferire un certo spessore al romanzo, stride con i tempi, attuali, in cui si volge la vicenda. La tecnica di affidare il racconto dettagliato della stessa a personaggi marginali, infittendola con numerosi flash back non è per niente riuscita, nonostante l'evidente intento della scrittrice, poichè l'attenzione è focalizzata più sui personaggi stessi che non su quello che realmente accade in famiglia Pignatti, di cui vorremmo sapere nel dettaglio e invece rimaniamo all'oscuro. L'effetto è quello di due chiacchiere tra vicine di casa che spettegolano sulla vita di coppia degli inquilini del piano di sopra. Non mi soffermo sul finale a dir poco vergognoso ( il marito di Magia muore in un incidente d'auto esaudendo così la preghiera della moglie espressa nella cappella del suo paesino la notte di Natale) con cui si è voluto concludere in quattro e quattr'otto il procedere lento e noioso della narrazione in attesa di un punto di svolta che non arriva mai.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
La moglie magica 2014-12-30 23:31:05 lucignolo
Voto medio 
 
1.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
lucignolo Opinione inserita da lucignolo    31 Dicembre, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

deludente.....

Il peggiore tra i libri di S.C.M. che ho letto! Aspetti che succeda qualcosa di "logico" e non succede mai....ma proprio mai!!! Un tema cosi attuale e delicato come la violenza sulle donne trattato con la massima superficialità.... Il finale poi sembra un voler liquidare il problema e chiudere in fretta la storia..... Non lo consiglio a chi non ha mai letto romanzi di S.C.M. perché potrebbe esser scoraggiante....

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
La moglie magica 2014-08-29 11:19:19 cristina
Voto medio 
 
1.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da cristina    29 Agosto, 2014

Cinquanta sfumature di magia

A mio parere questo libro è veramente povero, sia nei contenuti che nel linguaggio. L'argomento è veramente di attualità ma con questo libro la Casati non ha saputo emozionarmi anzi, ho provato una grande pietà per quella povera Magia che forse è stata descritta come molto (troppo) ingenua per essere nemmeno reale. La trama sembrava alquanto surreale. I personaggi artefatti e il finale del tutto imbarazzante direi. Mi sembrava di rileggere i "cosi" chiamati cinquanta sfumature di...

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri