Il re d'inverno Il re d'inverno

Il re d'inverno

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Anno 480: dopo secoli di dominio romano, la Britannia ha finalmente conquistato l’indipendenza, ma forze oscure tramano nell’ombra e i sassoni si sono già impadroniti dei territori a est dell’isola. Il vecchio re Uther Pendragon, il Drago Rosso, è ormai prossimo alla morte, e il suo unico erede legittimo, il nipote Mordred, non è che un bimbo di pochi mesi. L’unico in grado di riunire il paese contro i sassoni è Artù, leggendario guerriero detentore della magica spada nella roccia, forgiata nell’Oltretomba dal dio Gofannon e donatagli da Merlino, affinché riporti pace nel regno. Un regno che Artù conosce bene: lì ha passato gli anni migliori della sua vita. Il cammino verso la pace però è costellato di insidie, e quando incontra la bella Ginevra, nobildonna senza più terra né ricchezze, le cose precipitano irrimediabilmente: Artù si ritrova circondato da nemici su tutti i fronti.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0  (2)
Contenuto 
 
5.0  (2)
Piacevolezza 
 
4.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il re d'inverno 2014-07-11 20:42:14 Mr. A
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mr. A Opinione inserita da Mr. A    11 Luglio, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un inedito ciclo arturiano

Romanzo che narra le gesta di personaggi leggendari, Tempi oscuri si posano sulla Britannia, I sassoni sono alle porte, e il vecchio re Uther, l'unico in grado di tenere unite le forze britanniche sta lentamente morendo, la sua sposa Norwenna partorirà un erede storpio, Mordred. Al neonato spetterà il ruolo di erede al trono, ma fino al raggiungimento della maggiore età i vari regni della Britannia dovranno cavarsela da soli, le vecchie alleanze si stanno lentamente sgretolando, Artù ha il piano di riunire i regni per respingere i sassoni, ma incapace di fare un matrimonio politico con Ceinwyn, principessa di Powys, Figlia di Gorfyddyd (ferito da Artù in passato), sposerà la bella e provocante Ginevra, disgregando ancora di più i rapporti tra i regni Britannici. Merlino è scomparso da 5 anni, e solo Dio sa che fine ha fatto, ma tutti sanno che è vivo, e che tornerà.

Questo primo libro della saga (5 libri), ci catapulta nella anno 480 d.C. in una Britannia post-romana, profondamente spaccata dai giochi di potere dei signori, e dalla mancanza di una religione comune. Il cristianesimo sta via via prendendo piede e va a sostituire l'antica religione pagana britannica, provocando profonde spaccature sociali, con i vescovi che vederemo, andranno a ricoprire ruoli importanti della società. Il romanzo è narrato dal punto di vista un personaggio tangenziale alla storia, da Derfel (pronuncia "Dervel"), che ormai vecchio, è racchiuso in un monastero e narra le sue avventure a Igraine, regina di Powys. Partendo dalla sua giovinezza, Derfel racconta le sue avventure senza modificarne i dettagli, ma "così come se le ricorda", (cosa che non farà Igraine, che storpierà il racconto per migliorarne i contenuti, la "spada nella roccia" è un invenzione di Igraine, la spada non era incastonata, ma poggiava di piatto), Derfel, cresciuto nel castello di Merlino (un vecchio e potente druido) diventerà ben presto un guerriero agli ordini di Owain, per diventare poi una guardia di Artù e comandante, combatterà con lui in battaglia.
Battaglie, amori, intrighi di corte, personaggi leggendari. Questi sono gli ingredienti di questo meraviglioso libro, un pizzico di mistero e una spolverata di cruenza, tutto sapientemente mescolato dalla bravura di Bernard Cornwell, un grande del romanzo storico-avventuroso, raccontato con uno stile profondo, descrittivo al punto giusto, mai noioso.

Insomma un libro capace di rimanere dentro, capace di far affezionare il lettore ai personaggi (che si tratti del buon Derfel, del borioso Lancillotto o del mistico Merlino).
Leggerò subito il secondo volume, Il cuore di Derfel.

NOTA: La versione proposta in foto da Qlibri (la stessa che ho letto io), si tratta di una ristampa TEA del 2011, su licenza di Mondadori. in edizione TEA i sono soltanto i primi due volumi, gli altri tre sono in edizione Oscar Bestsellers Mondadori.
1) Re d'inverno
2)Cuore di Derfel
3)Torre in fiamme
4) Il tradimento
5) La spada perduta

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Romanzi storici, fantastici, avventurosi
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il re d'inverno 2011-06-13 18:49:33 Fonta
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Fonta Opinione inserita da Fonta    13 Giugno, 2011
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'inizio di una nuova Camelot

Questo libro mi è rimasto nel cuore.
Un'avventura epica, il primo di 5 libri emozionati, ricchi di amori, colpi di scena e sorprese con protagonisti come Artù, Merlino, Lancillotto ecc...il tutto raccontato da un personaggio trasversale ad essi..il coraggioso Derfel!
Lo consiglio assolutamente...perchè certi libri fanno volare oltre i personaggi ed oltre il tempo!

PS x interessati! ..fate attenzione, questa immagine appartiene ad una ristampa ma, in molte libreria ho visto che esiste ancora la versone poket economica..che su 5 libri non è male come salasso schivato!!! =)

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Altri romanzi di Cornwell o il classici storici
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mastro Geppetto
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La sconosciuta della Senna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri