Narrativa straniera Romanzi storici La guerra delle rose. Stormbird
 

La guerra delle rose. Stormbird La guerra delle rose. Stormbird

La guerra delle rose. Stormbird

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

È il 1437 e le nubi si addensano minacciose nei cieli inglesi: il potere è in mano alla famiglia Lancaster, ma il “leone d’Inghilterra” Enrico V non è più sul trono. A succedergli è il figlio, Enrico VI, un uomo malato e senza ambizioni. Ma il trono di Inghilterra è troppo importante perché resti nelle mani del “re agnellino”. Così, sono in molti, nella schiera dei suoi avidi consiglieri, ad approfittare della situazione. Ma anche nella stirpe di York, rivale dei Lancaster, c’è chi non ha rinunciato a volere l’Inghilterra nelle mani di un re forte. Per i Lancaster e gli York comincia così un reciproco assedio, una guerra da combattere in patria e nei territori francesi, il cui bottino è il destino stesso dell’Inghilterra. E quel trono che più di tutti gli altri vuol dire potere e, come il potere, non cessa di generare mostri.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La guerra delle rose. Stormbird 2024-06-19 10:26:48 Rebel Luck
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Rebel Luck Opinione inserita da Rebel Luck    19 Giugno, 2024
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tu da che parte stai?

Avvincente romanzo storico ambientato intorno al 1450 in un Inghilterra in cui la morte del Re Enrico V il “leone d’Inghilterra” genera una lotta intestina per la corona. A succedergli è il figlio, Enrico VI, un uomo malato e senza ambizioni, debole e schiavo di una religione che lo ottenebra. Intorno a lui squali.
Intrighi di corte, congiure ,rivolte sanguinose e lotte per il potere generano morte, dolore e guerre.
Storia vera.
La storia medievale dell'Inghilterra raccontata in modo magistrale da un Conn Iggulden davvero ispirato
Personaggi memorabili, ben tratteggiati e caratterizzati. Veri. Palpabili.

I miei preferiti sono 3:

1) Thomas Woodchurch. Lo troviamo a difendere la fattoria nei territori Francesi che sono stati ceduti (restituiti) per la pace, ha militato nell’esercito inglese come arciere, è duro, lavoratore instancabile, forte, soldato esperto ma anche padre e non ha nessuna intenzione di rendere le cose più facili all’esercito francese.

2) Jack Cade. Rude e grezzo, bevitore ed attaccabrighe. Forte ed instancabile, ostinato e risoluto, ma sempre schiacciato dai "Lord" e dai potenti (per certi tratti mi ha ricordato mio nonno paterno), fino all'ultima disgrazia: la condanna a morte del figlio... Inizierà una rivolta, e riuscirà a raccogliere intorno a sè migliaia di inglesi oppressi.

3) Derry Brewer, capo delle spie, un personaggio complesso, fedele al suo re e alla sua patria, fedele ai suoi amici, fatale per i suoi nemici.

Ricostruzione storica non molto accurata ma credibile, romanzata sapientemente per creare un racconto godibile.
Le pagine si divorano velocemente lasciandoci immediatamente la voglia di cominciare il seguito (si Iggulden è diventato un gran furbone in questo...).

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Il figlio della steppa.
Il volo dell'aquila.
Il popolo d'argento.
La città bianca.
Il signore delle pianure.

Le porte di Roma.
Il soldato di Roma.
Cesare, padrone di Roma.
La caduta dell'aquila.
Il sangue degli dei.


Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore
La guerra delle rose. Stormbird 2015-04-17 08:29:27 Fonta
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Fonta Opinione inserita da Fonta    17 Aprile, 2015
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'Inizio dei giochi..di potere

La Guerra delle Rose è stato uno degli eventi meglio rappresentano il periodo medievsle pre-rinascimentale, condito di sudditanze religiose, intrighi e giochi di potere, su uno sfondo di rivolte, fame, malcontenti popolari e sangue sparso spesso gratuitamente.

Con Iggulden è un maestro del romanzo storico ed ho avuto modo di leggerlo ed apprezzarlo nella serie dedicata a Giulio Cesare ma, credo che con questa trilogia (che inizia appunto con quest'opera, proseguendo poi con Trinity e che si concluderà con un libro in fase di stesura) possa ambire al suo massimo punto espressivo.
Un epoca contorta, con un re chiaramente non all'altezza del suo incarico ed una fitta rete di parenti e nobili bramosi di potere e con l'obbiettivo del trono.

C'è chi scrive che questo libro è una trasposizione del Trono di Spade nel 1300, trovo in parte giusta questa definizione...già, in parte, perchè questa, se pur romanzata...è storia vera! Forse sarebbe più corretto proporre la bellissima serie di Martin, come una trasposizione della storia del 1300 in un mondo fantastico.
Indipendentemente da questo, l'autore riesce a farci amare i personaggi, a farci viaggiare con loro, a farci appoggiare o deinigrare le rispettive fazioni, non importa se la storia, come abbiamo studiato a scuola è già stata scritta, sinceramente, sono rimasto rapito tra le pagine, sperando che la penna dell'autore cambiasse il corso di qualche evento per favorire un qualche personaggio che ho amato.
Sicuramente leggerò il seguito e rimarrò in attesa della conclusione.

Credo sia un libro che non deve mancare agli amati del genere storico, con Iggulden siamo di fronte ad uno dei più bravi scrittori contemporanei del genere.

Consigliatissimo.
Buona lettura!

Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Mare di pietra
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Qualcun altro
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

La grande fortuna
Sabotaggio
Nuove abitudini
Linea di fuoco
L'ufficio degli affari occulti
Il mago
La moglie del lobotomista
La guerra di H
Il canto di Calliope
L'aria innocente dell'estate
Max e Flora
Rincorrendo l'amore
Giochi proibiti
Il canto di Mr Dickens
I Netanyahu
Oblio e perdono