Narrativa straniera Romanzi La breve favolosa vita di Oscar Wao
 

La breve favolosa vita di Oscar Wao La breve favolosa vita di Oscar Wao

La breve favolosa vita di Oscar Wao

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Oscar è un "ghetto-nerd" dominicano obeso e goffo, ossessionato dalle ragazze - che naturalmente lo ignorano - dai giochi di ruolo e dai romanzi di fantascienza e fantasy. Prima che lui nascesse sua madre, la formidabile Belicia Cabral, ha lasciato la Repubblica Dominicana di Trujillo per rifugiarsi nel New Jersey, dove Oscar vive sognando di diventare il Tolkien dominicano e, più di ogni altra cosa, di trovare l'amore. Per riuscirci, il nostro eroe deve sfidare il micidiale "fukú", l'antica maledizione dominicana che perseguita i membri della sua famiglia da generazioni, condannandoli al carcere, alla tortura, a tragici incidenti e soprattutto alla sfortuna in amore.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 8

Voto medio 
 
4.2
Stile 
 
4.0  (8)
Contenuto 
 
4.1  (8)
Piacevolezza 
 
4.3  (8)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La breve favolosa vita di Oscar Wao 2015-01-06 17:26:41 Mario Inisi
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    06 Gennaio, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ce l'ha fatta!!!

Storia di una famiglia dominicana sotto la dittatura di Truillo, una storia alla Marquez con un tocco di J.K. Toole e un finale quasi surreale come quello di Toole.
Il protagonista, Oscar non ha un gran successo con le donne:

"Oscar, lo ammoniva Lola, morirai vergine se non cominci a cambiare.
Credi che non lo sappia? Ancora cinque anni così e credo che mi dedicheranno una chiesa.

Il libro ci racconta la vita della madre e della sorella di Oscar ma soprattutto quella di Oscar, tutti accomunati dalla sfortuna più nera.

(Oscar) ogni giorno vedeva i ragazzi fichi tormentare violentemente i grassi, i brutti, gli intelligenti, i meticci, i neri, gli antipatici, gli africani, gli indiani, gli arabi, gli immigrati i diversi, gli effemminati, i gay e in ognuno di quei conflitti vedeva se stesso.

Il romanzo come spesso mi capita con i romanzi del centro-sud America non mi ha entusiasmato. Però, anche se la maggior parte del libro non ha lasciato il segno, il finale mi è sembrato esplosivo e geniale, ricco di idee ma anche di poesia per cui vale la pena di leggere il libro anche solo per le bellissime pagine finali.

Nel suo libro preferito: Watchmen, Oscar che non aveva mai imbrattato un libro in vita sua, ha cerchiato tre volte una tavola in cui Veidt, personaggio del libro, dice: "Ho fatto la cosa giusta, vero? Ha funzionato alla fine"
E Manhattan prima di svanire dal nostro universo risponde:
" Alla fine? Non esiste la fine Adrian. Non finisce mai niente."

Naturalmente anche il titolo del libro è geniale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Una banda di idioti
Trovi utile questa opinione? 
220
Segnala questa recensione ad un moderatore
La breve favolosa vita di Oscar Wao 2014-10-12 14:31:59 Vincenzo1972
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Vincenzo1972 Opinione inserita da Vincenzo1972    12 Ottobre, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Facciamo l'amore, non la guerra...

Mi chiedo: cosa sarebbe stato questo romanzo se non fosse stato scritto da un dominicano ma da un russo, per esempio? Una tragedia, credo, una storia dai toni tristi e cupi.. eh sì.. perchè dovete sapere che la vita di Oscar Wao è stata certo breve come recita il titolo ma tutt'altro che favolosa, una vera e propria odissea che solo un dominicano può giudicare come 'meravigliosa' e descrivere di conseguenza senza sfociare mai nel vittimismo... forse perchè i dominicani, un pò come i brasiliani, hanno nel sangue la gioia di vivere, l'ottimismo, la musica, il mare e .. perchè no.. scopano, selvaggiamente ed allegramente, senza troppi pensieri..
E allora sì che la vita di Oscar Wao diventa favolosa, "una meraviglia": pur essendo un personaggio inventato, la sua storia potrebbe essere comune a quella di molti altri dominicani vissuti nello stesso periodo, ossia verso la fine degli anni '60 quando Santo Domingo è sotto la dittatura di Trujillo, subendone così le ingiustizie, i soprusi e la violenza spesso gratuita ed ingiustificata.
Una dittatura che s'impone eliminando con la forza ogni tentativo di ribellione, spoglia i poveri rendendoli ancor più poveri, privandoli di tutto, persino dei loro sogni nel momento in cui la speranza di un futuro migliore s'infrange contro il muro di terrore con cui Trujillo fortifica il suo potere isolando la repubblica dominicana dal resto del mondo ... tanto da rendere la fuga da quella fortezza l'unica ancora di salvezza, l'unica possibilità di cambiamento.
Non è facile vivere in un mondo come questo... in fondo il problema di Oscar è il minore tra tutti, lui teme solo di rimanere l'unico dominicano a non aver mai assaporato il toto (*).. ma provate a leggere le vicende che hanno segnato la vita di tutti i componenti della sua famiglia, la sorella Lola, la madre sino ai suoi nonni... sembra quasi che il fukù (**) si sia abbattuto su quella famiglia, ma non è il fukù... è solo la vita di tutti i giorni a Santo Domingo ai tempi del jodido (***) Trujillo.
Però sono dominicani loro, resistono, soffrono ma non demordono perchè amano troppo la vita, la libertà ed inseguiranno sino alla fine i loro sogni.
Una grande lezione di vita, direi.
Per questo consiglio vivamente questo libro; effettivamente risulta un pò ostico nella prima parte, forse perchè abbondano le espressioni in lingua madre non sempre tradotte nelle appendici finali ed i frequenti riferimenti a giochi di ruolo e fumetti fantasy di cui Oscar è un grande appassionato. Ma credetemi, vale la pena leggerlo sino alla fine.

Glossario:
(*) toto: fica
(**) fukù: sfiga, malocchio
(***) jodido: fottuto

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A chi da piccolo vedeva gli Erculoidi in tv... incredibile, ma li trasmettevano anche a Santo Domingo...
Trovi utile questa opinione? 
121
Segnala questa recensione ad un moderatore
La breve favolosa vita di Oscar Wao 2014-07-25 09:16:39 MATIK
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
MATIK Opinione inserita da MATIK    25 Luglio, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La breve favolosa vita di Oscar Wao.

"Così è la vita. Tutta la felicità che riesci a mettere insieme viene spazzata via come se niente fosse. Se volete la mia opinione, non credo che esistano le maledizioni. La vita, da sola, basta e avanza."
Questo libro racconta la storia di Oscar Wao, ma anche quella della madre Belì e del nonno Abelard, ambientato nella Repubblica Dominicana sotto la dittatura di Trujillo.
Oscar è un ragazzo che ama tutte le donne, ma le donne non amano affatto lui a causa dei suoi chili eccessivi e del suo linguaggio ricercato e complicato che prende spunto dalla sua passione per i fumetti, libri e film fantasy, lui è un ragazzo nerd, che vive da escluso, rigettato dalla società, la cui famiglia è stata colpita da un orribile FUKU'(sfiga), ogni componente della sua famiglia, mamma e nonno, vivranno grandi passioni, ma alla fine la morte arriverà.
Un libro dalla scrittura veloce, serrata, diviso in capitoli, dove vengono raccontate le storie di Oscar, della madre Belì, della sorella Lola, del fidanzato della sorella Yunior, del nonno Abelard e della sua famiglia, peccato per i continui richiami al fantasy, per chi non è appassionato come me in fondo al libro c'è il glossario, ci sono varie appendici in fondo alle pagine durante il racconto per richiami storici sui vari crimini e misfatti del dittatore Trujillo e il linguaggio a tratti per i miei gusti è stato veramente troppo scurrile.
Un libro comunque che non mi è dispiaciuto perchè in fondo racconta che la vita (fukù o no), non è mai troppo semplice, soprattutto se vissuta in regime di dittature e da emarginati, ma alla fine l'autore inneggia alla vita che va vissuta sempre e comunque fino alla fine.
In definitiva La meravigliosa vita di Oscar Wao sorprende e diverte, mi sono immaginata di godermelo all’ombra del banano e sorseggiando rum, indossando un costume anni '50 con in testa un grande cappello di paglia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Per chi ama leggere storie con personaggi "sfigati"!!!!
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
La breve favolosa vita di Oscar Wao 2013-12-12 12:15:26 andrea70
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
andrea70 Opinione inserita da andrea70    12 Dicembre, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Orginale

Prendete uno sfondo alla Garcia Marquez, dategli due pennellate di Dave Eggers ("L'opera struggente di un formidabile genio" ) e ravvivate con i colori nostalgici alla Jonathan Lethem (" La fortezza della solitudine") , rifinite con un pò di sottile umorismo : avrete il quadro dipinto da Junot Diaz.
L'autore prende spunto dalle vicende legate al regime dittatoriale di Trujillo per descrivere vita, usi e costumi della Repubblica Dominicana e la storia di una famiglia : la famiglia del protagonista Oscar.
Oscar è un ragazzo che si porta appresso le tradizioni della sua gente e i luoghi comuni che le accompagnano come fossero un fardello, quale dominicano non è brillante, fisicamente un atleta vicino alla perfezione, spigliato ed affascinante con le donne e quindi infaticabile ed irresistibile sciupafemmine ? Oscar...appunto...100 e passa kg di frustrazioni affogate nei fumetti , nella
fantascienza, nel sogno di essere accettato per quello che è da una società che sembra sempre cercare qualcos'altro.
La storia della famiglia di Oscar si dipana tra la Repubblica Dominicana e il New Jersey , tutti i membri della famiglia diventano un pò protagonisti per la scelta dell'autore di raccontare l'evolversi della storia mano a mano con gli occhi di un diverso componente della famiglia, prima lo stesso Oscar , poi la sorella, quindi la madre, la nonna, persino il fidanzato della sorella quasi a voler
rendere la sensazione di quanto siano importanti e sentiti certi legami di famiglia.
Tutta la narrazione è costellata di innumerevoli espressioni in spagnolo e altrettanto innumerevoli riferimenti al mondo delle science fiction, in fondo al libro ci sono ben due piccoli dizionari (assolutamente insufficienti almeno quello in spagnolo) per raccapezzarsi nei dialoghi. In qualche punto questo modo di raccontare fa inciampare un pò il lettore , alla lunga non stanca ma anzi appassiona, è molto realistico perchè spesso chi emigra si rivolge ai familiari con uno slang inframmezzato di termini nella propria lingua madre.
Finale molto commovente nel quale Oscar trova quello che ha sempre cercato, e con il quale l'autore pone un interrogativo struggente: quello che cerchiamo vale così tanto anche se dura così poco e a questo prezzo ?
Nel complesso molto bello e originale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore
La breve favolosa vita di Oscar Wao 2013-07-05 09:33:11 Giovannino
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Giovannino Opinione inserita da Giovannino    05 Luglio, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il breve favoloso romanzo di Junot Diaz.

Ok, vi avverto in partenza, se volete leggervi questa recensione preparatevi ad una bordata di elogi e complimenti, perché questo è senza dubbio uno dei migliori libri che abbia letto nell'ultimo anno, o più in generale nella mia vita. L'ho preso praticamente per caso, ero rimasto contento di Middlesex, premio Pulitzer del 2003, e così ho deciso di riaffidarmi ad un altro Pulitzer, quello del 2008, "La breve favolosa vita di Oscar Wao", appunto. Non sapevo nulla di Junot Diaz, nè chi era nè cosa aveva scritto, però la trama del libro mi incuriosiva e così l'ho preso. Sono rimasto praticamente affascinato fin dall'inizio da questo capolavoro, come lo apri infatti il buon Junot ti spiega subito che in questo romanzo, alla fine del libro, ci sono due appendici, la prima per i termini spagnolo/dominicani e la seconda per i termini nerd. Si, avete capito bene, termini nerd, cioè riferimenti al Signore degli Anelli, Star Trek, fumetti Marvel e DC e tutto il resto. Ma forse è meglio che racconti un po' la trama del libro, così sicuramente capirete meglio. Il romanzo parla della storia di Oscar Wao, un ragazzotto dominicano che a causa di una maledizione (fukù) che è stata lanciata anni prima sulla sua famiglia, non riesce ad avere nessun tipo di rapporto (e non solo strettamente sessuale) con nessuna donna. Certo, l'aspetto di Oscar non lo aiuta, pesa infatti ben più di 100 kg, non veste alla moda, non ha amici ed è fissato per tutto ciò che è nerd: fumetto di fantascienza, romanzi fantasy, film e tutto il resto, praticamente passa le sue giornate così. Questa dovrebbe essere la storia principale, in realtà la storia di Oscar occupa solo la parte finale del racconto e quella iniziale, perché nella parte centrale Diaz ci racconta non solo dettagliatamente la storia della sorella, della madre e dell'ex della sorella, ma in tutto il corso del romanzo tramite delle stupende note ci descrive in maniera perfetta cosa era la Repubblica Dominicana ai tempi di Trujillo. Perché dico stupende note? Perché voi vi aspetterete le solite note esplicative NdA, invece no, le note sono delle splendide descrizione, personalizzate da lui, che spiega gli orrori della dittatura di Trujillo aggiungendo, in maniera fantastica, un pizzico di ironia. Cos'è in sostanza "La breve favolosa vita di Oscar Wao"? È un romanzo di denuncia verso la dittatura di Trujillo, si, ma è anche un romanzo di denuncia verso le discriminazioni razziali e sessuali, ed è anche un romanzo di denuncia sociale, è poi un romanzo pieno di suspense e colpi di scena, ed è anche un romanzo d'amore. Si, è tutto questo il fantastico romanzo di Diaz, ed alla fine, quando quasi inizi a pensare che la breve trama in copertina sia sbagliata e che Oscar Wao sia una comparsa e non il protagonista (anche se i protagonisti sono un po’ tutti i personaggi del libro), ecco che ti stupisce, e nelle ultime 70 pagine ti tira fuori un romanzo d'amore tanto intenso quanto struggente. E quando pensi che questo splendore sia finito, ecco l'ultima lettera, le ultime due pagine, dove realizzi che il premio Pulitzer è il minimo, e che Oscar è un personaggio fantastico. Un libro a dir poco geniale, l’unico punto negativo è che Junot Diaz ha scritto ancora pochi romanzi per diventarne dipendente. Vabbè, ma che aspettate? State ancora qua? Dai su, andate a prenderlo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
La breve favolosa vita di Oscar Wao 2011-10-27 14:23:34 marroncelli
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
marroncelli Opinione inserita da marroncelli    27 Ottobre, 2011
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

tenero oscar

Libro molto piacevole, anche la lettura. Narra delle avventure di Oscar Wao, dominicano che si ritrova nel new jersey, con l'ossessine per i libri e per le ragazze. ossessionato dal suo peso e dalle ragazze, la storia sua e della sua famiglia è commovente, sopratutto perchè c'è questa voglia di superare quel destino segnato che lui porta come un peso karmico dal quale deve liberarsi.
Molto bello.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
La breve favolosa vita di Oscar Wao 2009-09-06 22:52:09 gracy
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
gracy Opinione inserita da gracy    07 Settembre, 2009
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una saga domenicana

Ho amato tante letture che narrano di saghe familiari dell'america latina, ma questa di Oscar un "nerd supersfigato latino-americano", piena di violenza, non mi ha particolarmente convinta. Anche se l'autore è stato bravo a raccontare tutta la storia con riferimenti fiabeschi post-moderni, con spunti storici della Repubblica Domenicana in pieno regime Trujillo Molina.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
storie di saghe familiari
Trovi utile questa opinione? 
31
Segnala questa recensione ad un moderatore
La breve favolosa vita di Oscar Wao 2009-01-13 11:49:19 bucintoro
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
bucintoro Opinione inserita da bucintoro    13 Gennaio, 2009
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

la breve favolosa vita di oscar wao

un libro veramente bello e scorrevole. abbraccia tre generazioni di una famiglia della repubblica dominicana , ai tempi di una dittatura feroce, ove anche il solo sospetto di pensarla "diversamente" ,era sufficiente per rimetterci la pelle. bellissime le descrizioni dei vari personaggi, (figli, madre, nonna ) nello scorrere lento del tempo. lo consiglio vivamente a chi ama "leggere".

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
via katalin
Trovi utile questa opinione? 
01
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri