Dettagli Recensione

 
Ninfa dormiente
 
Ninfa dormiente 2019-08-24 22:13:14 ALI77
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
ALI77 Opinione inserita da ALI77    25 Agosto, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UN NUOVO CASO PER TERESA

In questo libro Teresa Battaglia deve affrontare un nuovo caso, ma questa volta si trova davanti a qualcosa di veramente particolare, un cold case molto complicato.
Un dipinto, la "NInfa dormiente" è il legame che intreccia la narrazione della storia, quest' opera è stata realizzata con il sangue intinto nel cuore delle donna ritratta.
Il pittore che ha creato questo ritratto è Alessio Andrian, artista che ha terminato la sua carriera proprio con quest'opera.
Per anni il dipinto è rimasto nella soffitta della casa della sua famiglia, è il nipote che lo ritrova.
Alessio però non può dire nulla perchè dal 20 aprile del 1945 non parla più e non è capace di intendere e di volere e la verità rimane chiusa nel silenzio in cui lui vive da anni.
E' un caso molto spinoso e di prove non ce ne sono poi molte, l'unica persona che potrebbe aiutare Teresa non può collaborare e dietro a questo quadro si dipana una storia che intreccia la vita di molte persone e che richiama dei segreti che sono rimasti celati per anni.
In contrapposizione al caso da risolvere, sia Teresa che il suo collaboratore Massimo devono affrontare i loro problemi personali.
Il commissario Battaglia sta combattendo contro la sua malattia degenerativa che la sta piano a piano spegnendo, sempre di più ogni giorno che passa. La donna porta con sé un taccuino dove si annota tutto quello che le può essere utile sia per il lavoro che per la vita privata.
La sua malattia nel primo libro non aveva interferito con le indagini ma in questo caso le cose saranno diverse e questo segreto la metterà in pericolo.
Massimo, invece, deve fare i conti con il suo passato che sta distruggendo la sua vita e ora che la sua ex fidanzata è incinta deve prendere una decisione. Il ragazzo deve capire cosa fare, andare avanti e lasciarsi alle spalle tutto e ricominciare, oppure vivere ancora nel suo dolore e chiudersi all'amore e alla possibilità di costruirsi una famiglia.
"Un cambio di rotta con cui aveva creduto-sperato. di ritrovare la pace, un modo di ricominciare. In realtà aveva trovato molto di più, ma la pace era rimasta una chimera vomitante fiamme, che lo bruciava non appena provava ad avvicinarsi."
Devo ammettere che lo stile di Ilaria Tuti è sempre coinvolgente e molto appassionante, però a dispetto di altre recensioni che ho letto, ho preferito il primo libro. Per un semplice motivo, "Fiori sopra l'inferno" l'ho divorato, è un romanzo puro, spontaneo, scorrevole e molto accattivante mentre questo secondo lavoro mi è sembrato più lento e i capitoli sono più lunghi. In questa storia l'autrice, ha voluto soffermarsi su degli aspetti non legati alla trama e quindi che fanno risultare la narrazione meno veloce.
C'è sicuramente più approfondimento sui personaggi principali di Teresa e di Massimo, mentre ho trovato che la new entry Bianca sia ancora tutta da scoprire.
Sono stata molto contenta di aver voluto intraprendere questa serie dedicata alle indagini di Teresa Battaglia, sicuramente se uscirà un nuovo capitolo ci farò un pensierino, sperando che il livello rimanga lo stesso.
Quello che vi posso consigliare se vi incuriosiscono le trame dei libri di Ilaria Tuti, di provare a leggerli magari non consecutivamente e di provare ad entrare nel mondo di Teresa Battaglia, un commissario fuori dal comune ma con un'esperienza e un talento che la rendono una dei personaggi letterari più interessanti degli ultimi anni.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Fiori sopra l'inferno
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1
Ordina 

09 Febbraio, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
Ho adorato il primo e non sono rimasta delusa da questo. Bellissimo e coinvolgente. Teresa Battaglia è uno di quei personaggi che ti entra sotto la pelle e difficilmente ti abbandona.
1 risultati - visualizzati 1 - 1

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri