Dettagli Recensione

 
La bella sconosciuta
 
La bella sconosciuta 2020-01-08 17:00:23 lapis
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
lapis Opinione inserita da lapis    08 Gennaio, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Soave sia il vento, tranquilla sia l’onda

La terra odora di pioggia, quella pioggerellina fine e pungente che non trattiene in casa. Eppure, nella strada principale del paese non si vede nessuno, solo il verde punteggiato delle colline sullo sfondo. Allora non resta altro da fare che infilarsi in un vecchio bar, dalla mobilia vetusta e dall’aria insonnolita, e chiedersi come possa una semplice tazza di tè caldo far stare così bene.

Quelle che ci regala Gianni Farinetti sono spesso immagini semplici, capaci però di restituire tutto il gusto e il colore della vita di provincia, nelle Langhe piemontesi. C’è un mistero, anzi più d’uno, su cui indagare: una serie di bizzarri furti di stufe, affettatrici e caminetti e una morte sospetta, forse un omicidio. Ma il giallo, seppur intrigante e ben costruito, è solo un’invenzione, che cede il passo a molto altro. Il vento nella notte che fa tremare e cantare le foglie come campanelli. La tenerezza di affettare il pane in una cena tra amici. Il brillare dei boschi e dei campi piantati ad erba medica. E poi, un proliferare di figure iconiche: incartapecoriti baroni, irreprensibili madame, genuini paesani e pedantissimi intellettuali.

Il tutto raccontato con una miscela perfetta di spassosa ironia e sensibilità. Anche le pagine più umoristiche e brillanti e i personaggi più insoliti e originali sanno far sorridere senza scadere mai nella comicità chiassosa o caricaturale. Perché si ha sempre la sensazione che l’inchiostro con cui è stato scritto questo romanzo sia fatto di amore per il proprio territorio e di rispetto per un’umanità quantomai viva e variegata.

Consigliato a chi vuole staccare la spina dalla frenesia quotidiana, regalandosi una pausa di profumi, silenzi e accoglienza, con un intrattenimento di assoluta piacevolezza e qualità.

“Soave sia il vento, tranquilla sia l'onda ed ogni elemento benigno risponda ai nostri desir" [Così fan tutte]

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Non conosco questo autore...
Mi hai incuriosita, Manuela, grazie! :)
In risposta ad un precedente commento
lapis
13 Gennaio, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie a te, Laura! Il giallo in questo caso è solo un'occasione per raccontare le Langhe, con una buona dose di ironia. Se piace il genere, lo consiglio di sicuro. :)
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dove le ragioni finiscono
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri