La bella sconosciuta La bella sconosciuta

La bella sconosciuta

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Metti una notte di San Lorenzo, stelle cadenti, un prato con una festosa brigata di amici, cibo e vini buonissimi - eh già, facile, siamo nell'Alta Langa piemontese -, l'atmosfera scanzonata e carica di erotismo - eh già, facilissimo, siamo nel pieno di una torrida e languida estate in campagna. Metti che questa arcadia venga bruscamente interrotta da una funesta disgrazia che, metti, il maresciallo Giuseppe - Beppe - Buonanno, comandante della locale stazione dei carabinieri, sospetta da subito non essere affatto un incidente ma un omicidio bello e buono. Metti che tra conosciuti e amati personaggi della saga farinettiana guidati dall'immancabile Sebastiano Guarienti, ai quali se ne aggiungono di nuovi - alcuni irresistibili -, il maresciallo Buonanno si trovi a sbrogliare una delicatissima matassa che appare come uno sfuggente gioco di specchi, di bugie, di omissioni, con una domanda ben ferma in testa: ma chi è realmente Angela, la bella sconosciuta ospite di Sebastiano alle Vignole, assediata da tre uomini in competizione fra di loro? Metti che tutti i tasselli del rebus trovino il loro ordinato - ma inatteso, inquietante - posto. E se invece il gioco rimanesse aperto?

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0  (2)
Contenuto 
 
3.0  (2)
Piacevolezza 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La bella sconosciuta 2020-01-08 17:00:23 lapis
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
lapis Opinione inserita da lapis    08 Gennaio, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Soave sia il vento, tranquilla sia l’onda

La terra odora di pioggia, quella pioggerellina fine e pungente che non trattiene in casa. Eppure, nella strada principale del paese non si vede nessuno, solo il verde punteggiato delle colline sullo sfondo. Allora non resta altro da fare che infilarsi in un vecchio bar, dalla mobilia vetusta e dall’aria insonnolita, e chiedersi come possa una semplice tazza di tè caldo far stare così bene.

Quelle che ci regala Gianni Farinetti sono spesso immagini semplici, capaci però di restituire tutto il gusto e il colore della vita di provincia, nelle Langhe piemontesi. C’è un mistero, anzi più d’uno, su cui indagare: una serie di bizzarri furti di stufe, affettatrici e caminetti e una morte sospetta, forse un omicidio. Ma il giallo, seppur intrigante e ben costruito, è solo un’invenzione, che cede il passo a molto altro. Il vento nella notte che fa tremare e cantare le foglie come campanelli. La tenerezza di affettare il pane in una cena tra amici. Il brillare dei boschi e dei campi piantati ad erba medica. E poi, un proliferare di figure iconiche: incartapecoriti baroni, irreprensibili madame, genuini paesani e pedantissimi intellettuali.

Il tutto raccontato con una miscela perfetta di spassosa ironia e sensibilità. Anche le pagine più umoristiche e brillanti e i personaggi più insoliti e originali sanno far sorridere senza scadere mai nella comicità chiassosa o caricaturale. Perché si ha sempre la sensazione che l’inchiostro con cui è stato scritto questo romanzo sia fatto di amore per il proprio territorio e di rispetto per un’umanità quantomai viva e variegata.

Consigliato a chi vuole staccare la spina dalla frenesia quotidiana, regalandosi una pausa di profumi, silenzi e accoglienza, con un intrattenimento di assoluta piacevolezza e qualità.

“Soave sia il vento, tranquilla sia l'onda ed ogni elemento benigno risponda ai nostri desir" [Così fan tutte]

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

La bella sconosciuta 2019-06-28 09:29:28 ornella donna
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    28 Giugno, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una donna misteriosa e un pianoforte rivelatore

Con La bella sconosciuta di Gianni Farinetti torna Sebastiano Guarenti, protagonista indiscusso di molti libri, quali Un delitto fatto in casa, L’isola che brucia, Rebus di mezza estate e Il ballo degli amanti perduti.
Gli ingredienti, per attrarre il lettore, sono di quelli considerati irresistibili, quali: un’estate nelle campagne delle Langhe, terre patrimonio dell’Unesco, affascinanti come non mai; una donna che pare nascondere molto, un omicidio di un uomo, brutto e brutale che nessuno rimpiange, strani furti che risultano essere, per la loro stessa natura incomprensibili, quali, ad esempio:
“stufe, lavatrici, caminetto antico di marmo, affettatrice Berkel anni ’60, e pianoforte sparito a casa della baronessa Maria Luigia Traverso Romigliano, dove sparisce anche una collana con uno zaffiro 120 carati, taglio cabochon…..”.
In un paesaggio quasi addormentato, di tranquillità e sonnolenza che induce all’indolenza, arriva una donna che non può che stupire: Angela. Lei si concede con:
“un’educata parsimonia di sé”,
è bella, ma sembra proteggere con acredine un segreto che affonda le radici in un passato lontano. Affitta una casetta da Sebastiano all’interno del suo complesso cascinale chiamato Le Vignole, ma sembra non del tutto a suo agio in quell’ambiente, perché:
“Com’è elegante, com’è semplice e flessuosa, ha modi calibrati ma naturali. E’ riservata, sorridente, contemplativa. Ha un modo di incedere delicato, con una sua sottile timidezza e persino una screziatura di goffaggine.”
Con lei, sempre alle Vignole, abita Fabio, detto Fabietto, giovane studente in cerca di pace e di un luogo per studiare con tranquillità. Ma anche lui ha uno strano comportamento, molto sfuggente che pare celare chissà che.
E quando la pace idilliaca dell’ambiente bucolico viene rumorosamente infranto dall’omicidio di Bruno, trovato morto e buttato in un pozzo, il maresciallo Beppe Buonanno si trova ad investigare su ventisei personaggi, sette cani e due gatti e ….. una bicicletta!
Ritroviamo con questo libro ambientazioni e tematiche molto care all’autore, come la raffigurazione, precipua e perfetta in ogni dettaglio, delle Langhe e del suo buon cibo; i personaggi, a volte un po’ impiccioni, semplici ed affascinanti nella loro semplicità, nel loro parlare un italiano intercalato spesso da inflessioni dialettali piemontesi. Percorsi di vita resi con grande capacità narrativa, abbelliti dalla descrizione di particolari colori, profumi ed odori. E su tutto l’incontro con la morte, là dove tutto finisce e i segreti e i misteri svelati. Un intreccio narrativo reso con precisione dotta e consapevole. Una lettura “estiva” che conquista e che incanta, parimenti con il paesaggio e con la trama così sapientemente illustrati.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ha amato Gianni Farinetti ne Un delitto fatto in casa, L'isola che brucia , Rebus di mezza estate e Il ballo degli amanti perduti. Con un occhio di particolare riguardo ai romanzi di Cesare Pavese, quali La luna e il falò, La bella estate, Feria d'agosto.
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Nero come la notte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Caldo in inverno
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Ah l'amore l'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ragazza nuova
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'angelo di Monaco
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Universum. Cronache dei pianeti ribelli
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Anello di piombo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa delle voci
Valutazione Utenti
 
3.4 (4)
Nozze. Per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Elefante a sorpresa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'avvocato degli innocenti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri