Dettagli Recensione

 
Troppo freddo per Settembre
 
Troppo freddo per Settembre 2020-09-22 08:20:35 ornella donna
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    22 Settembre, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Mina Settembre

Maurizio De Giovanni torna in libreria con Troppo freddo per Settembre. Protagonista una nuova creatura di carta. Si chiama Mina Settembre e fa l’assistente sociale a Napoli, in una zona difficile. Lavora, infatti, al Consultorio Quartieri Spagnoli Ovest, una realtà a sé, dove i drammi e le deviazioni sono all’ordine del giorno. Lei è una bella donna, precoce, sensuale, suo malgrado, perché lei vorrebbe avere un corpo efebico e passare sempre inosservata. Costantemente preda delle critiche feroci di una madre, Concetta, una specie di generale in sedia a rotelle che nessuno riesce a sopportare, è costretta a vivere in famiglia visto l’esiguo stipendio di cui gode. Innamorata in silenzio del ginecologo del Consultorio, una specie di Kevin Costner all’italiana, si trova ora alle prese con un caso umano disperato. Una madre sofferente chiede il suo aiuto blaterando di un possibile omicidio, di un figlio perduto e traviato dalla mafia che non perdona, suo malgrado. Che fare?
Parallelamente un professore viene trovato morto dalla portinaia nel sottotetto abusivo che occupa pur avendo la proprietà dell’alloggio sottostante. Sembra un tragico avvelenamento da monossido di carbonio, ma sarà proprio così? Un sottile filo invisibile collega, infatti, i due fatti appena descritti. In che cosa consiste? Riuscirà Mina a riportare una parvenza di normalità in tanto caos?
Un bel giallo, nulla da eccepire. Atmosfere ben descritte, trama ben congegnata. Tuttavia il romanzo pare essere privo di un certo non so che. Non possiede il fascino indiscusso del commissario Ricciardi o di Sara, neppure la verve, l’ironia, la forza e il coraggio dei Bastardi di Pizzofalcone. In sottofondo sono trattati argomenti di stretta attualità, circa la nostra società, quali la condizione degli anziani oggi, l’educazione e lo studio dei bambini, e la degenerazione umana per il male. Senza la solita fascinazione che caratterizza le precedenti opere di un autore prolisso e di grande merito. Ma è soltanto una mia sensazione, credo che chi ama il genere e l’autore si trovi, comunque, a leggere una vicenda che merita.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

3 risultati - visualizzati 1 - 3
Ordina 
Grazie della segnalazione: mi era sfuggita questa nuova uscita di De Giovanni con un romanzo dedicato a Mina. Le prime storie con lei protagonista mi erano piaciute, anche per la maggiore levità dei racconti, rispetto soprattutto agli ultimi "Ricciardi". Forse De Giovanni deve affinare meglio il lato comico di quella personalità, ma spero in una evoluzione in tal senso,
In risposta ad un precedente commento
ornella donna
22 Settembre, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
in effetti sì è ironica, ma perde di fascino.. è... così... non mi ha entusiasmato molto . Sì è uscita in libreria martedì scorso. Grazie.
Belmi
22 Settembre, 2020
Segnala questo commento ad un moderatore
Ciao Ornella, ho letto la tua recensione con attenzione, De Giovanni mi piace molto e le tue tre stelline mi fanno riflettere..vedremo. Grazie per la segnalazione.
Federica
3 risultati - visualizzati 1 - 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Yoga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grido della rosa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rosa sola
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I demoni di Berlino
Valutazione Utenti
 
4.8 (2)
L'uomo del bosco
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri