Dettagli Recensione

 
Ti prego lasciati odiare
 
Ti prego lasciati odiare 2014-06-24 20:21:49 Vivix
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Vivix Opinione inserita da Vivix    24 Giugno, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una droga

Non ho comprato subito questo libro perché temevo che fosse pieno dei soliti cliché, ma quando ho saputo che aveva vinto il premio “bancarella” mi sono decisa a leggerlo e non sono affatto pentita. Questa storia l’ho finita in due soli giorni ed è stata una vera e propria droga: non riuscivo in alcun modo a staccarmi dalle pagine!
Naturalmente è tutta incentrata sulla storia d’amore, ma non è smielata come avevo temuto, anzi. Non diventa tale nemmeno quando sono ormai chiari ad entrambi i sentimenti che provano l’uno per l’altra e soprattutto, (solo per questo ci vogliono 20 punti per l’autrice) mancano le scene hot che ormai da parecchio tempo sembrano essere diventate onnipresenti. La Premoli ha finalmente dimostrato che è possibile creare un libro splendido anche senza!
In alcuni punti il romanzo risulta un po’ irrealistico, ma la cosa non arreca fastidio poiché lo stesso stile usato dall’autrice (per niente serio) aiuta a distaccarsi dalla realtà restando però, sempre nel verosimile.
La protagonista è splendida: forte, ironica, determinata, sicura e non la solita timida inetta. Anche Ian è molto ben caratterizzato (pur se in maniera minore); mi sarebbe piaciuto leggere parte degli avvenimenti dal suo punto di vista. Per quanto riguarda i personaggi secondari sono appena accennati e a volte addirittura interscambiabili (ad esempio Vera e Laura), ma pazienza, in fondo il romanzo è incentrato sulla coppia.
Probabilmente l’aspetto che più mi ha fatto amare questo libro è il modo in cui è scritto: fresco, scorrevole, ironico, spesso divertente.
Naturalmente non si tratta di un capolavoro, ma è un ottimo testo per passare un po’ di tempo in totale relax e l’ho trovato decisamente migliore di molti altri volumi che pretendevano di essere dei “grandi” libri.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

L'amore fa miracoli
La piccola bottega di Parigi
Il traghettatore
Un tè a Chaverton House
Tutto ciò che il paradiso permette
Baci da Polignano
La forza della natura
Non essere ridicola
Divino amore
Volevo essere una vedova
L'amore secondo me
Il calore della neve
L'amore a vent'anni
Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli
Se mi guardo da fuori
L'amore è sempre in ritardo