Dettagli Recensione

 
Gli ospiti paganti
 
Gli ospiti paganti 2016-09-30 07:57:18 Elisabetta.N
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Elisabetta.N Opinione inserita da Elisabetta.N    30 Settembre, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli ospiti paganti

Non posso affermare che questo libro mi sia piaciuto...
"Gli ospiti paganti" è il primo libro di Sarah Waters che leggo e nonostante abbia trovato scorrevole il suo stile, la descrizione, fin nei minimi particolari, risultava spesso ripetitiva e, alla lunga, annoiava.
La prolissità della scrittrice, che in alcuni casi trovo ammirevole, qui poteva essere spesso evitata senza che il romanzo ne subisse la perdita, anzi sarebbe stato forse più snello e scorrevole.

Il punto di vista di Frances, la protagonista, sono gli occhi e l'anima del romanzo. Esso non può (e non deve) essere obiettivo, pertanto, a volte i pensieri appaiono come distorti e non si riesce a dare un senso coerente alla trama.
Infatti, possiamo anche conoscere tutto di Frances, le sue abitudini, i suoi pensieri, ma non possiamo dire altrettanto degli altri personaggi che appaiono, a volte, una caricatura di loro stessi.
Lilian e Leonard, gli ospiti paganti, mi hanno ricordato per molti aspetti Frank e April di "Revolutionary Road", tuttavia questa è solo un impressione perchè i pochi dialoghi e il punto di vista limitato non ci consentono di conoscere appieno questi personaggi, nonostante essi assumano un ruolo importante nella trama.

Anche l'ambientazione mi ha deluso, in quanto speravo che il contesto storico fosse maggiormente ampliato. Si conosce fin da subito che le ristrettezze economiche che costringono Frances e sua madre ad affittare alcune stanze della loro grande casa sono dovuti, oltre che da investimenti sbagliati del defunto padre, dalla morte in guerra dei fratelli, ma questi fatti vengono a malapena accennati e il sentimento post-bellico, quel misto di sollievo e di perdita che si percepisce così bene in certi romanzi, qui manca del tutto.

Lo ammetto, non mi ritrovo quasi mai nei romanzi definiti "psicologici", ma con questo libro avevo alte aspettative date le numerosi lodi ricevute... certo, non ne ha ricevute molte da me...
Ma ad ognuno la propria opinione!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Croce del Sud
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tokyo tutto l'anno
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri