Dettagli Recensione

 
La cattedrale del mare
 
La cattedrale del mare 2017-08-18 05:50:45 cosimociraci
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
cosimociraci Opinione inserita da cosimociraci    18 Agosto, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Le pietre dei bastaixos

Prima di leggere La Cattedrale Del Mare avevo letto solo Gli eredi della Terra decidendo che Falcones non era un autore consono alla mia lettura.
Spinto da un consiglio fraterno, mi sono avvicinato a questo romanzo con un po' di sospetto e col timore di trovarlo lento.
Felice di essere smentito, mi sono imbattuto in una lettura veloce ed interessante, più dinamica ed essenziale de Gli eredi della Terra e de I pilastri della Terra, tanto per dare un termine di paragone con un altro autore.
E' un romanzo di riscatto e di libertà. Libertà affrontata da molti punti di vista. Come un povero contadino, fosse libero di coltivare la sua terra, ma servo del suo padrone; gli artigiani liberi ma schiavi della fame; i nobili liberi ma assoggettati al re ed alla chiesa.
Falcones racconta di come Arnau Estanyol, ancora in fasce, viene trascinato dal padre in fuga dal suo padrone. L'umiltà, l'onestà ed il senso del dovere che il padre ha impartito ad Arnau, sono le basi sulle quali il giovane affronta la sua personale scalata sociale. Durante questa lunga e penosa ascesa, Arnau inciampa nel destino che, con un insopportabile senso di ineluttabilità, l'opprime e lo costringe a ricominciare spesso daccapo.
Un inverosimile, ma sperato, lieto fine del romanzo ci mostra infine l'immagine di uomini ricchi e ambiziosi umiliati dalle conseguenze della loro tracotanza.
Falcones pone inevitabilmente l'accento sulle disparità sociali e di come, i poveri hanno il senso della famiglia e delle vita a differenza dei ricchi che danno un prezzo anche alla vita stessa.
Questa differenza è maggiore nel personaggio di Joanet, nato povero da una madre che non ha mai visto, perché rinchiusa in una stanza dopo aver tradito il marito. Joanet viene adottato da Bernat Estanyol, padre di Arnau, diventando per Arnau come fratello minore. Arnau, pur di mantenere agli studi il piccolo Joanet, ancora adolescente comincia l'attività di scaricatore di porto, bastaixos. Joanet , per conto suo, si impegna negli studi ed affronta la carriera ecclesiastica. Il cambio di posizione sociale, all'interno della chiesa, e la corruzione di cui la chiesa stessa è ricca, in epoca medioevale, spingono Joanet alla carriera di inquisitore "dimenticando" o "mescolando" la vera distinzione tra bene e male.
Sia ben chiaro che le considerazioni di Falcones non vogliono essere un attacco diretto alla religione ma solo alla chiesa mediovale, infatti Arnau è un profondo fedele della Madonna del Mare nella quale scorge un sorriso rivolto direttamente a lui.
Falcones crea dei co-personaggi fondamentali, le donne. La madre di Arnau, la moglie e l'amante. Tutte loro rappresentano un elemento del romanzo molto importante. La madre stuprata che abbandona il figlio riesce a trovare riscatto nel finale. La moglie, fedele e gentile, rappresenta il lato più dolce di tutto il romanzo. L'amante, passione e decisa, invece è un ostacolo, un muro che Arnau non può e non vuole superare.
Loro, e anche le altre di differenti scale sociali, saranno fondamentali per il sostegno della trama.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La donna da mangiare
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri