Dettagli Recensione

 
La canzone di Achille
 
La canzone di Achille 2021-03-27 17:00:17 silvia71
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
silvia71 Opinione inserita da silvia71    27 Marzo, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La forza e la fragilità

Le strade di due adolescenti sono destinate a convergere in un mondo dove vige la legge della forza e dell'eroismo, dove il corredo di scudi e lance ti accompagna dalla nascita fino al campo di battaglia.
Eroe chi sopravvive, debole chi soccombe.
Uno dei giovani è l'audace e nerboruto Achille, promettente guerriero, bello ed intraprendente ma predestinato ad un futuro nefasto.
L'altro è Patroclo, costretto ad abbandonare la propria terra da giovanissimo, esile e titubante, lontano dai canoni che stigmatizzano un uomo destinato a gesta valorose.
Due giovani prima e due uomini dopo che sembrano rappresentare l'alfa e l'omega della virilità e del coraggio di cui si nutre l'intera mitologia. Eppure da queste due anime nasce una pianta dalle radici profonde, una connessione fisica e spirituale che solo la morte riuscirà a spezzare.

Quella proposta dalla Miller è una rivisitazione del legame tra i due greci, frizzante e emozionale,
piacevole lettura che va colta con leggerezza.
Una prima parte più avvolgente, ricca di dettagli su quelli che presumibilmente erano usi e costumi, scandita da un buon ritmo narrativo, retta da una tensione emotiva che cresce contestualmente al rapporto tra i due protagonisti; da contraltare una seconda parte dedicata al lungo assedio di Troia, il flusso degli eventi rallenta, predominano scene di battaglia come è giusto che sia, senza tuttavia tralasciare il vissuto finale dei due protagonisti.

Narrativa gradevole per ricordare i volti cardine delle gesta omeriche, per fare un tuffo nel mito lasciandosi trasportare dalla fantasia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Secondo me anche a te "Circe", altro libro della Miller, piacerà molto di più. Questo ha una vena young adult che personalmente non mi ha esaltato...
Silvia, mi ha fatto piacere leggere la tua recensione. Vedo che ci sono vari libri che riprendono personaggi omerici ; avevo notato anche questo, ma non ne sapevo di più al di là del titolo.
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le ossa parlano
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Annientare
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri