La brava moglie La brava moglie

La brava moglie

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


La trama e le recensioni di La brava moglie, romanzo di Cinzia Tani edito da Piemme. Evelyn è bellissima, così bella che, trasferitasi a New York con la madre agli inizi del '900, trova subito lavoro come modella, per poi iniziare la carriera di ballerina. Gli uomini perdono la testa per lei e uno, in particolare, non le da tregua. Si tratta del famoso architetto Stanford White. Stanford seduce Evelyn, ma dopo qualche tempo la lascia. Evelyn si consola con il multimiliardario Harry Thaw, che si innamora di lei e la sposa. Ma Harry è ossessionato dal rapporto che la ragazza ha avuto con Stanford White. Una sera, dopo uno spettacolo teatrale, affronta il rivale e lo uccide. Al processo verrà condannato ma gli verrà riconosciuta la seminfermità mentale e finirà in manicomio.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
4.5  (2)
Piacevolezza 
 
4.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La brava moglie 2012-01-06 00:46:52 Bizza
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Bizza Opinione inserita da Bizza    06 Gennaio, 2012
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il freddo che appassiona

Non so se questo si possa a rigore definire un romanzo. La storia narrata e' accaduta davvero e la scrittrice la riporta in uno strano modo secco e non sentimentale, quasi oggettivo, freddo e molto efficace. Ho letto questo libro in una notte, perdendo il sonno.Non riuscivo a smettere.

La Tani non si dilunga sulle emozioni delle persone coinvolte da questa vecchia vicenda losca e inquietante - ambizione , invidia, odio., competizione-. Non scava nei loro sentimenti, non si interroga sulle ragioni delle loro azioni. Lascia che sia tu a farlo. E soprattutto non ti da' nessuna risposta. Lei riporta i fatti, semplicemente , con una tensione irresistibile. Il tutto nel quadro di una ricostruzione storica affascinante ma che non ha per niente il sapore del romanzo storico,del "come eravamo". Mentre leggi ti senti immerso/a nella New York di un secolo fa, una citta' tanto diversa da quella di oggi che conosciamo perlomeno dal cinema, e tanto piu' vera.

Di Cinzia Tani ho letto anche "Sole e ombra", che e' ambientato durante la guerra civile spagnola ed e' un romanzo storico, senza dubbio.Questa secondo me e' una lettura piu' interessante, appassionante e profonda. Forse proprio perche' non ti da' risposte, ma ti lascia alla fine con una serie di inquietanti interrogativi. Consigliatissima.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore

La brava moglie 2011-07-21 17:10:41 silvia71
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
silvia71 Opinione inserita da silvia71    21 Luglio, 2011
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La brava moglie

Cinzia Tani ricostruisce , romanzandola, una storia vera, triste e amara, svoltasi negli Stati Uniti agli inizi del secolo scorso. Le protagoniste sono madre e figlia, due donne aride, venali, arriviste, disposte a rinunciare alla propria dignità e moralità pur di accaparrarsi un pezzettino di fortuna economica ed un posto di riguardo nel frivolo mondo aristocratico newyorkese.
Una vicenda a tinte forti, destinata a sfociare nel noir, di cui la stampa parlò a lungo, facendone un caso che sconvolse i benpensanti dell'epoca, mettendo a nudo nefandezze, soprusi e sfruttamento perpetrati da uomini in vista per posizione sociale, ai danni di giovani ragazze affamate di denaro e pronte a svendersi al miglior offerente.
I personaggi maschili e femminili emergono con forza dalle pagine di questo libro, proponendosi al lettore vivi e perfettamente delineati, mossi da brame fameliche, inghiottiti da un vortice di passioni insane, per finire annientati da quella stessa vita cui hanno agognato.
E' una lettura che colpisce e fa riflettere, provocando un profluvio di sensazioni, come indignazione, disgusto, incredulità, ma anche una sorta di pietas per quelle giovani donne che in mancanza di un solido appoggio familiare e talora spinte proprio dalla famiglia, caddero nelle spire di uomini potenti e senza scrupoli, pronti a farne delle schiave, approfittando delle loro ambizioni o della loro vulnerabilità.
La narrazione scorre agevolmente grazie ad un linguaggio semplice e leggero, tuttavia in alcuni passi lo stile assume una eccessiva connotazione cronachistica, allontanandosi dalle vesti del romanzo, per avvicinarsi ad un lavoro di natura giornalistica.
Nel complesso è valutabile come un buon lavoro, lucido, oggettivo e ben curato, capace di trasportare il lettore per le strade della New York dell'epoca e di fargli respirare l'aria insalubre degli ambienti di cui si parla.

Consigliato a chi abbia voglia di riscoprire un vecchio caso di cronaca che mette in pista problematiche ancora estremamente attuali.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Gli informatori
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ricamatrice di Winchester
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri