Narrativa italiana Letteratura rosa E' solo una storia d'amore
 

E' solo una storia d'amore E' solo una storia d'amore

E' solo una storia d'amore

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Cinque anni fa Aidan Tyler ha lasciato New York sul carro dei vincitori, diretto verso il sole e il divertimento della California. Fresco di Premio Pulitzer grazie al suo primo libro, coccolato dalla critica e forte di un notevole numero di copie vendute, era certo che quello fosse solo l'inizio di una luminosa e duratura carriera. Peccato che le cose non stiano andando proprio così: il suo primo libro è rimasto l'unico, l'agente letterario e l'editore gli stanno con il fiato sul collo perché consegni il secondo, per il quale ha già incassato un lauto anticipo. Un romanzo che Aidan proprio non riesce a scrivere. Disperato e a corto di idee, in cerca di ispirazione prova a rientrare nella sua città natale, là dove tutto è iniziato. E sarà proprio a New York che conoscerà Laurei, scrittrice di romanzi rosa molto prolifica. Già, "rosa": un genere che Aidan disprezza. Perché secondo lui quella è robaccia e non letteratura. E chiunque al giorno d'oggi è capace di scrivere una banale storia d'amore... O no?



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
2.1
Stile 
 
2.5  (2)
Contenuto 
 
2.0  (2)
Piacevolezza 
 
2.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
E' solo una storia d'amore 2020-09-07 14:44:10 ALI77
Voto medio 
 
1.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
ALI77 Opinione inserita da ALI77    07 Settembre, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UNA STORIA NOIOSA

Negli ultimi sette/otto anni il romance non rientra più tra i miei generi preferiti, però avevo proprio voglia di staccare da letture più "impegnate" e volevo una storia leggera.
Nonostante le buone premesse, questo libro non ha soddisfatto la mia voglia di spensieratezza e non mi ha affatto rilassato anzi mi ha fatto un po' arrabbiare.
Non è il primo libro della Premoli che leggo, speravo che negli anni fosse migliorata come autrice ma non è stato così.
Non mi dilungo sulla trama, la trovate in qualsiasi sito o anche più su nella scheda, la storia ha come protagonisti due scrittori, Aidan che dopo aver vinto il Premio Pulitzer, non riesce a pubblicare il suo secondo libro e Laurel, autrice che utilizza uno pseudonimo e ha un grande successo nella pubblicazione dei suoi romance.
L'autrice costruisce una storia banale e scontata e con poche idee originali e soprattutto a mio avviso, commette quattro errori.
Il primo in assoluto è quello di continuare a dire che i romanzi rosa sono dei libri di pessima qualità, letti solo da donne insoddisfatte della loro vita.
Capisco che l'autrice abbia trattato questo tema con ironia, perché sa benissimo che questa cosa non è vera, ma continuare a ripeterlo è come dire: "sai lettore che questo è solo un pregiudizio e non è affatto vero?". Io le avrei risposto certo lo sappiamo tutti che è falso, se ti rivolgi a un lettore occasionale puoi fare questo tipo di considerazione, ma i veri lettori non si ingannano. Basta andare su internet e troviamo un sacco di articoli che ci dicono il contrario, il genere rosa viene letto soprattutto da manager, per la maggior parte donne, ma che hanno una posizione importante e sono laureate. Scrivere un romanzo rosa non è affatto semplice, lo sappiamo e scrivere un libro non è facile.
Anche il titolo richiama questo concetto "è solo una storia d'amore" lo è, ma sta all'autore renderla preziosa, darle quel pizzico di sapore in più e se non lo fa, ecco che rimane solo una storia d'amore.
Il secondo errore è l'ambientazione, siamo a New York, ma potremmo essere anche a Londra, a Parigi o a Roma non sarebbe cambiato nulla, perché i personaggi non interagisco con essa e la descrizione dei luoghi non è vivida e verosimile. Non amo le ambientazioni in paesi stranieri se effettivamente non servono alla storia, ma sono lì tanto per.
Il terzo è aver creato dei personaggi stereotipati, Aidan in particolare, il classico maschio alfa o che gioca a esserlo, pieno di sè, presuntuoso e irritante, è stato delineato in maniera approssimativa e questo non mi è piaciuto.
Il quarto errore è il tira e molla tra i protagonisti, Laurel cerca di fare la sostenuta, non ammette a se stessa che Aidan le piace, quindi continua a esserci questo gioco tra i due, che a lunga andare annoia.
Capisco che la Premoli voglia in un qual modo "denunciare" il mondo editoriale dove lei stessa ci "mangia" passatemi il termine, però io non ho percepito quell'ironia che mi aspettavo da un'autrice che ricordavo essere molto brillante.
Lo stile del romanzo è abbastanza scorrevole, i capitoli sono alternati da due punti di vista diversi, però pensavo di leggerlo in molto meno tempo; probabilmente mi sono dilungata perché la storia non mi ha coinvolto.
Se i romance contemporanei sono così continuerò a leggere i classici.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Consigliato a chi ha letto...
Ricordo che la mia recensione si basa su una lettura onesta del testo e sulla mia esperienza di lettrice, quindi probabilmente se amate il genere romance questo libro vi potrebbe interessare; purtroppo a me questa storia non mi ha convinto e non vi consiglio di leggerla.
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
E' solo una storia d'amore 2016-11-21 07:01:42 Mian88
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    21 Novembre, 2016
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una doppia storia d'amore.. Lauren&Aidan

Aidan Tyler, crogiolandosi sulla vincita di un Premio Pulitzer, si è lasciato andare. Sono infatti cinque anni che non scrive, cinque anni che, coccolato dalla critica, si bea sulla scia delle numerose copie vendute, sul successo ottenuto. Eppure da allora non è riuscito ad elaborare nemmeno più una riga. La sua esistenza si è data alla dissolutezza, alle frivolezze così come le sue avventure amorose, conquiste che mai vedono quali protagoniste donne intelligenti e argute. Questo almeno fino a che, dopo l’incontro con Norman, il suo agente, incontra Lauren meglio nota come Delilah Dee, autrice di romanzi rosa. Inizialmente l’uomo non si rende conto di trovarsi di fronte ad una collega pertanto, e senza troppe cerimonie, demolisce il genere per la quale ella presta la sua penna, dando avvio ad una serie di diatribe, discussioni e litigi che li porteranno a stendere la stessa storia ma vista dal punto di vista maschile e femminile e che sfoceranno, in conclusione, in un profondo amore.
Per poter valutare questo romanzo è necessario porre in essere un distinguo: se siete infatti “vergini” della Premoli vi troverete di fronte ad un testo semplice, simpatico, senza troppe pretese, e con una base di partenza buona che viene sviluppata in modo lineare e con tutti i presupposti per attrarre; ma se al contrario avete già letto opere di questa autrice, detto elaborato, vi lascerà – o vi potrebbe lasciare – perplessi. Se infatti lo schema narrativo adottato è il medesimo (la coppia si incontra, litiga e si innamora), i temi sottesi sono molteplici. Appare infatti di tutta evidenza come la stessa abbia con questo scritto voluto rispondere “ad un messaggio”. Ella si concentra particolarmente sull’appartenenza al genere rosa, rimarcando da un lato come questo venga spesso svalutato – a suo dire soprattutto dal pubblico maschile che dimostrerebbe nei confronti di questo un atteggiamento snobbante, sminuente – e dall’altro muovendo una critica silenziosa a talune altre innominate autrici-colleghe che sono le prime a dar vita a racconti in modo più che opinabile. Sembra quasi voler dire “se vi muovono contestazioni è anche colpa vostra perché ve la cercate”. Infine conclude, tramite la voce della protagonista femminile, rimarcando che non c’è niente di male ad appartenere a questo filone che anzi chi ve ne fa parte deve esserne fiero e vincere il malessere interiore che spesso i terzi inducono a provare, che si può essere al tempo stesso scrittrici e altro, che si può meritare stima a prescindere dal mero preconcetto e pregiudizio, che il romanzo rosa è ad oggi suddiviso in molteplici sottogeneri ma che quello principale e classico – quindi no erotico e fasce intermedie – rappresenta il maggiore strumento di espressione del femminismo. Non mancano inoltre i riferimenti alla politica, tantomeno alle elezioni presidenziali americane che hanno da poco avuto termine.
Come potete quindi vedere, se da un lato la Premoli ci offre uno scritto piacevole e con tutte le basi per riuscire, dall’altro tocca questioni a lei talmente care da indurla a dire la sua. Nelle note finali, la medesima spiega e rimarca quanto anzidetto. L’effetto conseguente è che prende meno rispetto agli altri suoi scritti, ma non per questo non merita di essere letto. Che dire, a quando la storia tra Norman e Alex? Siamo curiosi..!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
a chi cerca un romanzo leggero e non troppo impegnativo con cui trascorrere ore serene
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri